Home » Europa » Olanda » Cosa vedere ad Amsterdam 3 giorni

Cosa vedere ad Amsterdam 3 giorni

cosa vedere amsterdam

Cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni? La città dei canali patrimonio Unesco riserva tante sorprese ai viaggiatori curiosi che escono dal classico itinerario quartiere a luci rosse – coffee shop – Van Gogh Museum – Heineken Experience! Seguiteci in questo tour affascinante e insolito e scoprirete anche il quadrilatero cool delle 9 stradine!

Cosa vedere a Amsterdam

Sono stata ad Amsterdam almeno una decina di volte (l’ultima a maggio 2019) e l’ho vista cambiare (tanto) come poche altre città. Il quartiere a luci rosse è stato fortemente ridimensionato.

Molti coffee shop sono stati chiusi (persino quelli storici come Mellow Yellow per rispettare una legge che impone una distanza minima dalle scuole anche quando per scuola, come in questo caso, si parla di quella per parrucchieri con ragazzi in età da fidanzata e non da grembiulino).

Il Bloemenmarkt, il mercato dei fiori, ha pochi fiori veri e tanti finti (incredibile, di vero ormai ci sono solo i bulbi ma potrebbe dipendere dalla stagione in cui sono capitata).

Tour dei mercati di Amsterdam

Questo per dire che se ad Amsterdam cercherete i classici cliché, resterete delusi (e anche tanto). Molto meglio pianificare un giro diverso, dove scoprire una città in pieno rinnovamento e in grande fermento (a tutte le ore, altra cosa profondamente cambiata!).

Cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni?

Itinerario dalla stazione ferroviaria: Piazza Dam? No, Amsterdam Noord!

Tutti vanno in direzione Piazza Dam? E voi fate il contrario! Uscite alle spalle della stazione e posizionatevi all’imbarco battelli per attraversare il canale IJ e raggiungere l’isola di Amsterdam Noord, il quartiere più creativo di Amsterdam!

Oltre a nuovi complessi edilizi, troverete locali in ex container, hotel eccentrici (tipo quello sulla gru o quello galleggiante), il Pekmarkt (un mercato bio tutti i venerdì e di articoli vintage il sabato), negozi e atelier.

Prendendo il battello a destra, approderete in 5 minuti sull’isola e potrete visitare l’Eye Film Institute!

cosa-vedere-amsterdam-eye-film-institute

Eye Film Institute, il museo del cinema a forma di occhio

Un vero tempio del cinema con museo permanente e mostre temporanee oltre a 12 ore di proiezioni tutti i giorni a partire da mezzogiorno. Per non parlare della super vista che si gode dal bar ristorante!

Dove mangiare ad Amsterdam

Se prenderete il battello di sinistra, invece, in 15 minuti raggiungerete l’NDSM Warf, un ex cantiere navale riqualificato (ma non troppo) e trasformato in centro multiculturale.

Qui, gli artisti hanno trovato spazi adeguati nei capannoni per esprimere la propria creatività. Belli i murales (ce n’è uno che raffigura una sorridente Anna Frank), interessanti i festival e le mostre, assolutamente intrigante la cornice post industriale.

Entrambi i ferry sono gratuiti e potrete prenderli a piedi o in bici.

La Biblioteca e il Nemo

Riattraversate quindi la Centraal Station (conclusi i lavori di ristrutturazione, finalmente si può mostrare in tutta la sua efficiente bellezza) e piegate tutto a sinistra perché tra le cose da vedere c’è sicuramente la OBA Oosterdok la biblioteca di Amsterdam: FA-VO-LO-SA (compreso il panorama dall’ultimo piano)!

cosa-vedere-amsterdam-biblioteca

Il panorama dalla biblioteca di Amsterdam

Se avete bambini al seguito, ma pure se siete amanti della scienza, fate tappa al Nemo, non ve ne pentirete.

Attraversando l’IJ-tunnel (a piedi o in bici) potrete raggiungere rapidamente Waterlooplein una enorme piazza sulle sponde del fiume Amstel dove viene allestito tutti i giorni (eccetto la domenica) il più famoso mercatino delle pulci di Amsterdam. 

Da qui, raggiungete Rembrandtplein (molto, molto turistica) ma solo come punto di riferimento per imboccare una delle strade che, tagliando perpendicolarmente i canali, vi conduce al

Museumplein

La “piazza dei musei”, che ospita i tre più iconici musei della città, il rinnovato Rijksmuseum, il Van Gogh e lo Stedelijk, è stata trasformata in un giardino open air. Cittadini e turisti godono delle ampie aree verdi, le panchine, i chioschetti, le fontane appena fa capolino il sole!

Cosa-vedere-Amsterdam-Rijksmuseum

Il Rijksmuseum e la Museumplein

Se siete amanti dell’arte contemporanea, fate un salto allo Stedelijk Museum inconfondibile con la sagoma della vasca da bagno su una parete! Non scherziamo eh. Lo studio Benthem Crouwel Architects ha disegnato una struttura in acciaio e vetro che è valsa al museo il soprannome, affettuoso, The Bathtub! Interessantissima (e nuova) realtà in questa piazza è MOCO, un museo indipendente dedicato all’arte moderna e contemporanea che strizza l’occhio alla street art.

A questo punto, la parola d’ordine è relax! Dirigetevi al Vondelpark e scegliete l’angolino che fa al caso vostro per un riposino, per leggere un libro, per sorseggiare una bibita o per addentare un panino!

Street-Art-Amsterdam-libreria-palazzo

La libreria sul palazzo con libri di ceramica

A due passi dal parco, al 34a di Lootsstraat, è stata incastonata una libreria in un palazzo con libri in…ceramica! L’opera si chiama De Boekenkast di Sanja Medic

Puntate dunque verso la tappa più doverosa della città PER NON DIMENTICARE MAI: la casa di Anna Frank e l’adiacente Homomonument, un memoriale dedicato alle vittime omosessuali (il primo al mondo).

I 3 migliori coffee shop ad Amsterdam

A due passi, si trova la zona che amo di più “de 9 straatjees”!

Le 9 stradine (in italiano)

Qui troverete la cosa da vedere ad Amsterdam più cool e fashion: le 9 stradine piene di localini, negozietti artigianali, boutique, librerie, cafè e naturalmente scorci pieni di fascino, stretti come sono tra canali e case tipiche. Per non perdere nulla di questo adorabile quadrilatero, consultate l’omonimo sito de 9 straatjes!

Consiglio, per mangiare in zona, De Kas (Kamerlingh Onneslaan 3), un ristorante ricavato dagli antichi vivai comunali, con la sala nella vecchia serra in vetro e un orto enorme da cui lo chef attinge prodotti a km0.

Dove dormire ad Amsterdam

Scherzando e ridendo (e camminando, diciamolo) siete di nuovo a due passi da Piazza Dam. Un tour ad anello che vi ha fatto vedere una Amsterdam nuova e insolita, non trovate?

Un ponte, 15 ponti? Pare che da un ponte all’angolo tra Reguliersgracht e Herengracht si crei una prospettiva tale da vendere contemporaneamente 15 ponti. Parliamo del “Brug van 15 bruggen”. Noi non ci siamo riusciti, forse in una giornata più tersa… Se li avvistate, mandateci un video!

Cinema sotto le stelle

Nel mese di agosto si tiene il Pluk de Nacht, una specie di festival cinematografico open air a ingresso gratuito organizzato da un gruppo di volontari (per sostenerli, potete acquistare un drink al bar o affittare una sdraio). Un’esperienza da veri local che ogni anno cambia location (per l’edizione del 2019 le proiezioni si sono tenute in due quartieri differenti) e conquista sempre più appassionati! I film sono in inglese o con sottotitoli in inglese. Si consiglia di portare una felpa: l’estate olandese non è come la nostra e il mese di agosto può regalare persino qualche acquazzone!

Boat Tour

Inseriti nel Patrimonio dell’Umanità insieme ad altri siti di eccezionale valore (leggete la lista dei nuovi 15 siti Unesco stilata nel 2010), i canali di Amsterdam regalano una bella esperienza con il boat tour.  La navigazione è piacevolissima e si può scegliere tra il giro semplice e quello (super romantico) con la cena. Da qualche anno è stato lanciato anche lo smokeboat tour: un tour in barca di 1 ora (partenza e ritorno al Red Light District) in cui si può naturalmente fumare un joint. Costo 20€ a persona.

Tour nei dintorni di Amsterdam

Se avete qualche giorno in più a disposizione, prendete il treno e raggiungete Rotterdam, i mulini a vento di Kindedijk, L’Aia con l’affascinante spiaggia di Scheveningen (avete mai dormito in una beach house di fronte al mare del nord? Da brividi!), il Keukenhof (il colorato parco dei tulipani), Haarlem o perché no, Delft!

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento