Home » Diari di Viaggio » I mezzi di trasporto più strani dei miei viaggi!

I mezzi di trasporto più strani dei miei viaggi!

Turista di mestiere deserto marocco

In viaggio mi è capitato di prendere mezzi di trasporto davvero strani che hanno contribuito a rendere ogni esperienza più divertente e fortemente local!

Pronti a questo giro del mondo a bordo dei mezzi più bizzarri del mondo (idea liberamente ispirata da Francesca, vulcanica autrice di Travel’s Tales)?

Turista-di-mestiere-deserto-marocco

Io durante il camel ride per raggiungere il campo tendato nel deserto

In groppa a un dromedario

L’esperienza si chiama camel riding tour  ma di fatto, in Marocco, ci si addentra tra le dune dell’Erg Chebbi (uno dei due ergs del Sahara) sul dorso di un dromedario. La meta di questa lenta cammellata è un suggestivo campo tendato in cui trascorrere una Notte nel deserto del Sahara marocchino.

Tuk-tuk-Bangkok-khao-san-road

Khao san road

A bordo del tuk tuk

La prima volta è stata a Bangkok, l’ultima a Lisbona. Il tuk tuk è un taxi a tre ruote dotato di manubrio diffusissimo nel sud-est asiatico. In Thailandia sono coloratissimi e gli autisti guidano nel traffico della capitale con sconcertante disinvoltura arricchendo l’esperienza con continui colpi di clacson.

Come-arrivare-Cristo-Trenino

Il Trem do Corcovado al capolinea in cima

Sul Cristo di Rio de Janeiro in trenino

Se vi state chiedendo come visitare il Cristo di Rio, il mezzo di trasporto più strano è senza dubbio il Trem do Corcovado, il trenino a cremagliera  che si inerpica sul massiccio del Corcovado.

La ottocentesca Estrada de ferro si addentra nella lussureggiante mata atlântica (la vegetazione del Parco Nazionale di Tijuca in cui si trova il Corcovado) e il viaggio, lento ma spettacolare, si conclude dopo 20 minuti circa.

Il panorama dal Redentore è impagabile: da lassù capirete perché il paesaggio carioca sia stato inserito, proprio col Cristo, nel Patrimonio dell’Umanità.

turista-di-mestiere-cartagena-colombia

Alla scoperta di Cartagena de Indias a bordo di un vivace chiva

Sul Chiva con la musica a tutto volume!

Durante il viaggio a Cartagena de Indias (in Colombia) sono salita su un chiva (un pittoresco autobus senza finestrini con le fiancate di legno colorate) utilizzato normalmente nelle aree più rurali del paese e recuperati a scopo turistico.

Da qualche anno, infatti, vengono organizzati divertenti tour per esplorare i must see della città coloniale oppure, la sera, i chiva party a suon di musica e drink alcolici.

Willys-Eje-Cafetero

Il mezzo di trasporto tipico nell’eje cafetero, la willys!

Sempre in Colombia, ma nel Triangolo del caffè, per raggiungere la meravigliosa Valle del Cocora (quella con le palme di cera, l’albero nazionale colombiano) ci si sposta a bordo di una willys, una specie di jeep che i local (stra)caricano di merce!

Risciò-a-Pechino-hutong

Il risciò per girare tra gli hutong

Risciò tra gli hutong di Pechino

Il tour nei quartieri tradizionali di Pechino caratterizzati da vicoli stretti e case basse è estremamente istruttivo. Viene fatto a bordo di un risciò, un calessino per due persone trainato da una bicicletta, che vi permetterà di scoprire come fosse la città prima del riassetto urbanistico che l’ha stravolta.

Rientra nella medesima escursione anche una divertente cooking class in una casa privata per imparare a fare i ravioli al vapore.

Se volete sapere cosa vedere a Pechino in 5 giorni, leggete l’articolo (corredato di un’utilissima mappa per capire dove sono dislocati i vari siti da visitare!).

Treno-a-vapore-Siena

Treno Natura alla Stazione di Siena

A bordo di un treno a vapore in Toscana

Fare un viaggio su un treno storico era un mio sogno (inserito tra le 100 cose da fare prima di morire) e quando ho scoperto l’esistenza di questa locomotiva che traina carrozze centoporte lungo la ferrovia Asciano-Monte Antico ho prenotato!

Come spiegarvi l’emozione di sedersi su quei sedili in legno tirati a lucido, tra quadri alle pareti, tendine ricamate, avvisi datati 1965 a non “deteriorare o insudiciare le carrozze e gli arredi pena ammenda da 800 a 8000 lire” e amabilissimi ferrovieri in pensione pronti a spiegarvi dove siete, a raccontarvi qualche aneddoto e a guidarvi in questo viaggio vintage?

Leggete la mia avventura sul treno natura nella bellissima Val d’Orcia!

Sleddog-trentino

SGli husky pronti per lo sleddog ad Andalo

Sleddog

Essere trainati dagli husky nel silenzio assordante della montagna innevata è un’esperienza a dir poco poetica! E’ successo in Trentino, ad Andalo, durante un weekend sulle Dolomiti di Brenta-Paganella. Grazie all’istruttore a capo della prima muta, ho provato delle emozioni inimmaginabili!

mongolfiera-cappadocia-voyager-balloons-

Il decollo all’alba con la nostra mongolfiera con Voyager Balloons

Volo in mongolfiera sui camini delle fate

Anche sorvolare la Cappadocia in mongolfiera era tra le mie 100 cose da fare prima di morire e vi confermo che è tra le esperienze più belle (e adrenaliniche) della mia vita! I camini delle fate danno il meglio dall’alto e sfiorarli (letteralmente) con la mongolfiera vi farà capire quanto siano maestosi e curiosi questi pinnacoli di terra e roccia!

Mae-Kok-Boat-River

A bordo della piroga

In piroga lungo il Mae Kok

Durante il tour della Thailandia del Nord, un’esperienza tipica è quella a bordo di una piroga a motore! Io ho scelto di approdare nel piccolo villaggio degli Akha per assistere a uno scorcio di vita locale solcando le acque del Mae Kok (un affluente del Mekong). La navigazione è piacevolissima e si resta incantati ad ammirare la natura incontaminata di quest’area della Thailandia.

Un’esperienza più gettonata è il piroga tour nel Triangolo d’Oro lungo l’imponente Mekong, il fiume che fa da confine naturale col Laos.

Quando sono andata io, si poteva sbarcare a Don Sao, sulla costa laotiana, senza bisogno del passaporto. Pagando una sovrattassa, si otteneva un permesso temporaneo per acquistare una cartolina nel villaggio recante un timbro del Laos!

boat-tour-amsterdam

Boat tour lungo i canali di Amsterdam

Boat tour tra i canali di Amsterdam

Inseriti nel Patrimonio dell’Umanità insieme ad altri siti di eccezionale valore (leggete la lista dei nuovi 15 siti Unesco del 2010), i canali di Amsterdam regalano una bella esperienza con il boat tour.  La navigazione è piacevolissima e si può scegliere tra il giro semplice e quello (super romantico) con la cena. Da qualche anno è stato lanciato anche il smokeboat tour: un tour in barca (partenza e ritorno al Red Light District) in cui si può anche fumare un joint!

smokeboat tour amsterdam

Smokeboat Tour

Dopo tanti weekend nella capitale, ho raccolto tantissime informazioni su Cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni (con qualche chicca che di sicuro non conoscete!).

E ora tocca a voi

Mezzi di trasporto più strani in viaggio: quali sono i vostri?

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento