Home » Asia » Cina » Cosa vedere a Pechino in 5 giorni

Cosa vedere a Pechino in 5 giorni

Cosa vedere Pechino Palazzo estate

Vi abbiamo già descritto Come arrivare alla Grande Muraglia di Mutianyu e come organizzare un viaggio a Pechino ma in questo articolo vi suggeriamo le cose da fare a Pechino in 5 giorni.

Per aiutarvi, abbiamo anche realizzato una mappa delle cose da vedere Pechino per capire come sono disposti i siti – abbastanza vicini gli uni agli altri – per pianificare le visite in maniera più razionale.

 

I-love-Pechino

I love Pechino nell’aeroporto cittadino

 

Piazza Tienanmen

Cosa-vedere-Pechino-piazza-tienanmen

Piazza Tienanmen

Il nostro tour è iniziato dalla enorme piazza Tienanmen, uno dei simboli cittadini famoso per la proclamazione nel 1949 della Repubblica Popolare Cinese da parte di Mao Tse-tung.

Il nome è mutuato dalla porta nord (che tradotto significa Porta della Pace Celeste) che divide la piazza dalla Città Proibita, tappa immediatamente successiva. Tienanmen è sconfinata. Oltre alla porta nord, ve n’è una a sud, la Grande Sala del Popolo lungo il lato ovest e il Museo Nazionale di Storia cinese lungo il lato est.

Per il resto, è una piazza aperta e sempre molto affollata. INFO: metro 1 rossa. Fermate Tienanmen West e East.

 

La Città proibita

Cosa-vedere-Pechino-Citta-Proibita

La Città Proibita

L’antico palazzo reale, costruito 600 anni fa, oggi è aperto ai turisti. Abbandonate l’idea (occidentale) di un edificio o di un castello: parliamo di una cittadella costruita attorno alle esigenze dell’imperatore affinché potesse esercitare le sue funzioni pubbliche e svolgere la sua vita privata con la sua numerosa famiglia.

Città proibita perché l’accesso o l’uscita di chiunque doveva essere da lui autorizzata, pena la morte. Quando nel 1912 l’ultimo imperatore fu costretto ad abdicare, il nome cambiò in Palace Museum. La Città proibita è stata inserita dall’Unesco nel patrimonio dell’Umanità come sito con strutture antiche in legno meglio conservato.

INFO: chiusa il lunedì, tranne nei giorni festivi e a luglio e ad agosto. Vi è un limite giornaliero di 80.000 ingressi che, se fate i conti con i turisti cinesi, sono davvero pochi. Prenotare online è quasi impossibile (è richiesta una registrazione sul sito in cinese e – pare – un conto aperto presso una banca locale) però consultatelo ugualmente: vi dirà quanti biglietti sono già stati venduti aiutandovi a scegliere la data meno gettonata (aiutatevi con il traduttore automatico).

Se non volete saltare questa tappa, o vi svegliate presto e vi mettete in fila per accaparrarvi uno degli ambiti ticket pagando 60 yuan da aprile a ottobre – quasi 8€ – o 40 yuan da novembre a marzo – poco più di 5€ o vi rivolgete a un’agenzia locale che vi prenoterà il tour con guida (un po’ più caro, ma vi verranno a prendere in hotel, vi porteranno in piazza, eviterete la fila ed entrerete senza troppo stress).

L’unico ingresso consentito al pubblico è quello su piazza Tienanmen dove c’è l’effigie di Mao Tse Tung. Per info su orari e prezzi aggiornati, consultate il sito ufficiale in inglese: http://en.dpm.org.cn/.

 

La Collina di Carbone

Cosa-vedere-Pechino-Collina-Carbone

La vista sulla Città Proibita dalla

Non perdetevi questa tappa – errore che fanno molti turisti – da cui si gode una vista mozzafiato sulla Città Proibita!

In cima alla collina, di natura artificiale e così chiamata perché si diceva che gli imperatori nascondessero le proprie riserve di carbone, c’è il bellissimo (e refrigerante) Parco Jingshang.

Non è difficile incrociare anziani che giocano a dama cinese all’ombra degli alberi o a fare “esercizi” di calligrafia con un lungo pennello intinto nell’acqua!

 

Parco Beihai

Cosa-vedere-Pechino-Beihai

Il Parco Beihai

Il bellissimo Parco Beihai a nord-ovest della Città Proibita custodisce tanti tesori (come la stupa bianca alta 40 metri che svetta dall’isola sul lago, il Padiglione dei Cinque Dragoni, il Muro dei Nove Dragoni) oltre che meravigliosi scorci sul fior di loto che abbondano nelle acque.

INFO: in metropolitana, da una delle due stazioni della metro di Piazza Tienanmen, prendete la linea 1 rossa e scendete a Xidan per prendere la linea 4 azzurra fino a Ping ‘Angli e da qui, la linea 6 ocra per una fermata Bei Hai. Orari: aprile – ottobre dalle 6.30 alle 21 ticket d’ingresso cumulatitvo 20 yuan (circa 4€); novembre – marzo dalle 6.30 alle 20 ticket d’ingresso cumulativo 15 yuan (2€ circa). Per prezzi e orari sempre aggiornati consultate il sito ufficiale http://www.summerpalace-china.com/en/.

 

Il Palazzo d’Estate

Cosa-vedere-Pechino-Palazzo-estate-

Il Palazzo d’Estate dal Lago Kunming

A 15 chilometri dal centro, il Palazzo d’Estate (riconosciuto dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità) è un sito meraviglioso composto da padiglioni, giardini panoramici e templi in cui la famiglia imperiale amava trascorrere il periodo estivo per combattere l’afa che incombeva sulla Città Proibita.

A stemperare un po’ la temperatura, il lago Kunming e la Collina della Longevità (il lago è navigabile d’estate mentre d’inverno è ghiacciato). Cosa ci ha lasciato a bocca aperta? Il corridoio lungo interamente affrescato e la nave di marmo.

INFO: in metropolitana, da una delle due stazioni della metro di Piazza Tienanmen, prendete la linea 1 rossa e scendete a Xidan per prendere la linea 4 azzurra fino a Beigongmen, 15 fermate. Orari: aprile – ottobre dalle 6.30 alle 20 ticket d’ingresso 30 yuan (circa 4€); novembre – marzo dalle 7 alle 19 ticket d’ingresso 20 yuan (2,60€ circa). Per prezzi e orari sempre aggiornati consultate il sito ufficiale http://www.summerpalace-china.com/en/.

 

Il Tempio del Cielo

Cosa-vedere-Pechino-tempio-cielo

Il Tempio del Cielo

Il Tempio del Cielo (riconosciuto dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità), il più sacro tra i templi imperiali di Pechino, era il luogo in cui l’imperatore nel solstizio d’inverno pregava fervidamente per ottenere un buon raccolto (un cattivo raccolto sarebbe stato interpretato come un segnale di sfavore da parte del Cielo nei confronti dell’imperatore).

INFO: da una delle due stazioni della metro di Piazza Tienanmen prendete la linea 1 rossa, scendete a Dongdan e prendete la linea 5 viola, per arrivare a Tiantiandongmen, in tre fermate. Se siete dal lato della piazza opposto all’ingresso per la Città Proibita, prendete la metro linea 2 blu dalla stazione Quianmen per una fermata, scendete a Chongwenmen e prendete la linea 5 viola, per arrivare a Tiantiandongmen, in due fermate. Prezzi: 20 yuan- circa 2,60€.

 

Gli Hutong

Cosa-vedere-Pechino-Hutong

In tour tra gli hutong

Il tour nei quartieri tradizionali di Pechino caratterizzati da vicoli stretti e case basse è estremamente istruttivo. Viene fatto a bordo di un calessino trainato da una bicicletta che vi permetterà di scoprire come fosse la città prima del riassetto urbanistico che l’ha stravolta.

Rientra nell’escursione una cooking class in una casa privata per imparare a fare i ravioli al vapore. Alloggiate – come abbiamo fatto noi – in questa zona perché, se non riuscite a partecipare a un tour, almeno potrete vivere l’atmosfera tipica degli hutong.

Dove? Nel Redwall Hotel Bejing (bellissimo!).

 

Torre della Campana e del Tamburo

Cosa-vedere-Pechino-Torre-Tamburo

La Torre del Tamburo

A seguire il tour tra gli Hutong, abbiamo fatto una tappa interessante alla Torre della Campana e del Tamburo. Le due torri, situate a 100 metri l’una dall’altra, che fungevano da “orologi” nella Pechino antica (la campana suonava all’alba mentre il suono del tamburo annunciava la fine della giornata) oggi possono essere visitate  e regalano tra le altre cose anche uno scorcio sulla città.

Nella Torre del Tamburo, inoltre, abbiamo assistito a una performance durante la quale suonatori in abito tradizionale si sono esibiti in una performance davvero emozionante (fate in modo di visitarla in concomitanza con lo spettacolo che viene fatto a orari specifici: 9.30 – 10.30 – 11.30 – 13.30 – 14.30 – 15.30  16.45).

P.S. la scala in salita è molto ripida e faticosa; in discesa sicuramente non agevolissima per chi soffre di vertigini (nulla però che non possa essere affrontato tenendosi al corrimano saldamente!).

 

798 Art District

Cosa-vedere-Pechino-798-District

798 District

Una tappa davvero insolita che vi racconterà una Pechino che non ha niente a che vedere con le pagode e i templi! Parliamo di una ex fabbrica di tecnologie belliche straordinariamente convertita in distretto artistico pullulante di creatività e idee! Leggete 798 Art District!

 

Le Tombe della Dinastia Ming

Cosa-vedere-Pechino-Tombe-Ming

La Via Sacra

A circa 50km a nord da Pechino si trova il complesso delle Tombe Imperiali delle Dinastie Ming e Qing.

Il nostro tour per ragioni di tempo, si è limitato a una passeggiata lungo la Via Sacra che segna l’accesso al sito (riconosciuto dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità) in cui si contano ben 13 tombe ma solo 3 visitabili.

La Via Sacra è un lungo viale (metafora della strada verso il Paradiso) con 36 statue in marmo bianco: all’inizio 24 statue rappresentanti animali e al termine 12 statue rappresentanti generali, ministri e mandarini.

INFO: potete arrivare a destinazione in autobus n. 314 da Qianmen (a sud di piazza Tienanmen).

POTREBBERO INTERESSARTI...

4 commenti

Damiana 6 Agosto 2019 - 21:01

Ciao anch’io come Lino sto pensando di fare un viaggio nei suoi stessi posti nei primi giorni del nuovo anno.. sola con mio marito e mi piacerebbe sapere se l’inverno lì è come il nostro e se è fattibile avere dei contatti a cui rivolgermi. Grazie

Rispondi
Monica 11 Luglio 2019 - 18:22

Buongiorno Monica,
sarò a Pechino da sola per qualche giorno ( 3 o 4 notti? cosa consigli?) a fine agosto, poi a Taiwan e di ritorno a Shangai per 5 gg.
Come mi consigli di organizzare le visite. Che sezione di Grande Muraglia conviene visitare
Vorrei andare a Xian da Shangai in treno, facendo i due viaggi notturni dedicando poi la giornata per l’esercito di terracotta.
Che te ne pare?
Riuscirò a vedere altro da Shangai? Cosa mi consigli?
sai darmi il contatto di un’agenzia affidabile con cui organizzare i tour?

Rispondi
Lino Schiavone 25 Maggio 2019 - 21:03

Sto organizzando un viaggio a Pechino di 7 gg. per 2 adulti. Potete consigliarmi un tour operator /guida locale parlante italiano per indicazioni e per facilitare gli spostamenti tra i vari siti di interesse (Grande Muraglia,Tempio Sospeso, Esercito di Terracotta ecc) ? Consigliate qualche vaccinazione obbligatoria?

Rispondi
Monica Nardella 31 Maggio 2019 - 19:18

Ciao Lino, ti mando subito i contatti dell’agenzia a cui mi sono affidata io (parlano italiano). Io non ho fatto vaccinazioni perché sono stata a Pechino ma chiedi all’agenzia se, per l’itinerario che vorrai fare, si renderà necessario qualcosa.

Rispondi

Lascia un commento