Home » Nordamerica » Jamaica » Jamaica: una guida locale per scoprire la patria della gangia senza sorprese

Jamaica: una guida locale per scoprire la patria della gangia senza sorprese

San San Beach Jamaica
San San Beach

San San Beach

Se siete in partenza per la Jamaica e in libreria vi accorgete che non esistono guide da acquistare in italiano, non fatevi prendere dal panico! Noi ci siamo stati e possiamo esservi davvero d’aiuto!
Frenchman's Cove

Frenchman’s Cove

Trekking sulle Blue Mountais (e visita alle piantagioni)
Panorama su Kingston [photo credit Turista di Mestiere - tutti i diritti sono riservati]

Panorama su Kingston [photo credit Turista di Mestiere – tutti i diritti sono riservati]

Sala dei cimeli, Bob Marley Mausoleum, NIne Mile

Sala dei cimeli, Bob Marley Mausoleum, NIne Mile

Rafting Jamaica Martha Brae

Rafting Jamaica Martha Brae

Port Antonio, Jamaica

Port Antonio, Jamaica

Tour nella Appleton Rum Estate: il top del rum jamaicano
Appleton Rum Estate Tour, Jamaica [photo credit Turista di Mestiere, tutti i diritti sono riservati]

Appleton Rum Estate Tour, Jamaica [photo credit Turista di Mestiere, tutti i diritti sono riservati]

Se siete in zona Negril, invece, su consiglio di amici, potrete rivolgervi al mitico Everald Gordon (http://www.everaldstours.com/). E’ una guida locale che mastica bene l’italiano e che vi pianificherà tour interessanti e collaudatissimi, senza correre troppi rischi (molti connazionali, al rientro, si lamentano per la guida “sportiva” di alcune guide o del fatto che fumano disinvoltamente la “gangia” alla guida). Noi lo abbiamo contattato via mail e si è reso immediatamente disponibile per darci tutte le informazioni necessarie per organizzare i tour che ci interessavano nelle date del nostro viaggio (prezzi, itinerari, orari). All’occorrenza, se la meta è lontana, pianifica anche la notte fuori, proponendovi “pacchetti” comprensivi di alloggio. Date un’occhiata al sito (è anche in italiano). Se doveste ricorrere a lui, fateci sapere come vi siete trovati!

POTREBBERO INTERESSARTI...

7 commenti

TuristadiMestiere 5 Marzo 2012 - 20:47

@adri: ahahahahha bisogna stare attenti, sì!

Rispondi
Adriano Maini 29 Febbraio 2012 - 19:28

E … occhio al fantasma di Henry Morgan! :))

Rispondi
TuristadiMestiere 29 Febbraio 2012 - 13:46

@marao: a chi lo diciiiiiiiiiiiiiiiii! 😉

Rispondi
Maraptica 28 Febbraio 2012 - 20:43

Oh come ci starei bene in Jamaica mo…

Rispondi
TuristadiMestiere 28 Febbraio 2012 - 20:18

@spazzolone: hahahahahahahah ne conosco tanti che rilasciano simili dichiarazioni 😛
@chris: sai che c’è? Molti sono convinti che se si fuma la gangia non si sia in grado di guidare e di garantire la sicurezza dei passeggeri. Non è così, ovviamente…ma vallo a spiegare a chi non conosce la cultura jamaicana…

Rispondi
Chris 28 Febbraio 2012 - 9:35

Che bell’articolo e bella segnalazione. A me anche se le mie guide fumano la gangia non mi potrebbe importare di meno.. Ma perche’ gli italiani si lamentano sempre?

Rispondi
Spazzolone 28 Febbraio 2012 - 9:28

la patria della gangia è la mia testa…
jah love

Rispondi

Lascia un commento