Home » Italia » Toscana » Mercato nel Campo a Siena

Mercato nel Campo a Siena

Mercato nel Campo Siena night

Il 2016 si è chiuso con una scorpacciata di Toscana: dopo il weekend benessere a Chianciano e il tour Inferno a Firenze, non ho resistito al richiamo del Mercato nel Campo e sono partita alla volta di Siena!

Questa manifestazione, che si svolge ormai dal 2009 nel primo weekend di dicembre, rievoca il trecentesco “mercato grande“. Nel medioevo, la Piazza del Campo era invasa da centinaia di banchi con specialità enogastronomiche senesi e altre tipicità italiane.

Il Mercato nel Campo non ha nulla a che vedere con i classici mercatini di Natale perché pur godendo dell’atmosfera natalizia che pervade il centro cittadino è una rievocazione storica.

Durante la manifestazione, si celebrano i prodotti autoctoni, con un occhio di riguardo per quelli a filiera corta.

Mercato-nel-Campo-Siena-

I banchi del Mercato nel Campo

Mercato-nel-Campo-Siena

Il Mercato nel Campo allestito a Piazza del Campo

I 160 stand sono stati disposti seguendo le indicazioni fornite dalle autorità comunali nel XIV secolo perché già da allora si volle evitare la confusione ed agevolare l’esposizione della merce raggruppandola per “tipologia”.

Oggi come allora, i venditori provenienti dal contado sono stati sistemati in prossimità di via del Porrione mentre le altre attività artigianali verso il centro della piazza. Non solo però passeggiate e acquisti tra i banchi, ma anche degustazioni, cooking show e laboratori!

La sorpresa è grande quando si sbircia la conchiglia da uno dei tanti varchi che permettono l’accesso nella piazza, incorniciata dai palazzi monumentali e animata dal vociare allegro della gente.

Io mi sono unita al viavai incuriosito dei turisti e ho degustato formaggio, salumi, olio, miele, dolci. E ho comprato, a prezzi consoni alla indiscussa qualità del prodotto.

Mercato-nel-Campo-Siena-banchi

Le eccellenze enogastronomiche sui banchi del Mercato nel Campo

Mi sono anche intrufolata nel suggestivo Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico, sempre in Piazza del Campo, dove è stato ospitato Vinarte, il salotto del gusto per celebrare i 300 anni del Chianti Classico.
Chi voleva, poteva acquistare un calice e un carnet per la degustazione dei vini (10€). Su alcune bancarelle ho anche notato articoli handmade, idee regalo molto originali per il Natale che era alle porte (quindi prendete nota per il prossimo anno o, qualora ci fosse, per l’edizione primaverile!).

Ma gli appuntamenti della due giorni sono stati davvero tanti: non è mancato uno spazio dedicato all’editoria con il Mercato delle Idee, una mostra mercato di libri con presentazioni di pubblicazioni curate da Toscana Libri e laboratori dedicati ai bambini nello spazio for kids.

Mercato-nel-Campo-Siena-night

La magia della conchiglia by night

Il Mercato Grande si teneva una volta a settimana nella siena trecentesca e la figura più rappresentativa era la treccola, la venditrice di verdura, legumi e ortaggi.  Possibile che abbia fotografato la treccola del 2017?

Dopo aver fatto incetta tra gli stand, gli amanti del tè potranno accoccolarsi in una delle poltrone vintage della Tea Room di Porta Giustizia (Porta Giustizia 11), proprio a due passi da Piazza del Campo.

Dove-bere-te-Siena

L’atmosfera intima della Tea Room di Porta Giustizia

Un locale che è un’istituzione per i senesi, soprattutto gli universitari, che lo affollano nelle giornate uggiose per sorseggiare una delle 95 qualità di tè provenienti da tutto il mondo. Non correrete il rischio di non individuarla: per le scale di accesso, ci sono teiere e tazzine!

La Tea Room ha un design intimo e accogliente, tavoli di legno, poltrone e divani scompagnati, luci soffuse e musica in sottofondo. Nelle alzatine sul bancone sono esposti diversi dolci artigianali che solo a guardarli, vi faranno venire l’acquolina in bocca!

Se sarete fortunati come me, potrete accomodarvi in una nicchietta tipo privè e studiare il menù per scegliere il tè adatto ai vostri gusti e all’umore del momento! A rendere l’esperienza un vero e proprio rito, il servizio di teiera, tazza e piattino, una diversa dall’altra, con cui viene servito il tutto. Io non ho resistito al tè allo zenzero e limone (4€) e al dolce zenzero e cioccolato (4€): una vera sferzata di energia!

APPROFONDIMENTO: Vedere Siena durante il Palio dell’Assunta vi regalerà delle emozioni che è difficile raccontare! La città è stata anche il punto di partenza per la realizzazione di una delle 100 cose da fare prima di morire, a bordo del treno Natura, un viaggio sul treno a vapore che mi ha scorrazzata per le crete senesi!

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento