Home » Italia » Toscana » Weekend benessere: a Chianciano tra Terme Sensoriali e Piscine Theia

Weekend benessere: a Chianciano tra Terme Sensoriali e Piscine Theia

Piscine Termali Theia Esterno

Dopo il weekend alle terme di Saturnia ho deciso di tornare in Toscana per sperimentare le novità delle Terme Sensoriali di Chianciano con una tappa domenicale alle Piscine Theia.

Già qualche anno fa avevo avuto modo di trascorrere un weekend speciale tra la Val d’Orcia e i piccoli comuni in provincia di Siena accomunati dal fil-rouge delle acque termali e ne ero rimasta affascinata.

Si tratta di realtà note per il benessere ma poi si scopre che offrono itinerari enogastronomici e culturali di tutto rispetto.

La visita si snodò tra San Casciano dei Bagni (con una splendida giornata relax alle Terme di Fonteverde), le terme di Bagno Vignoni, il Museo Minerario di Abbadia San Salvatore, una istruttiva cooking class a Celle sul Rigo e una cena etrusca a Chianciano.

Stavolta, a fine novembre, mi sono concentrata esclusivamente su Chianciano Terme perché avevo davvero bisogno di rigenerarmi. Sarebbe sempre meglio accedere in questi templi del benessere in giorni infrasettimanali per godere del massimo relax ma le Terme Sensoriali hanno mantenuto l’accesso calmierato alla struttura per garantire agli ospiti una fruizione dei percorsi decisamente piacevole. Oggi come quattro anni fa, si prenota uno dei tre turni e per tre ore e mezza ci si immerge in un’atmosfera rilassata, condividendo uno spazio enorme con un numero di ospiti limitato.

Ristorante-Terme-Chianciano

Il “Percorso del Gusto” il ristorante interno alle Terme

Sono arrivata nel Parco dell’Acqua Santa appositamente a ora di pranzo per sperimentare il “Percorso del gusto”, il ristorante delle terme con menù studiati dal Prof. Nicola Sorrentino, il direttore scientifico delle Terme. Il colore domina non solo nell’arredo ma anche nei piatti: le ricette sono declinate sui colori dei cibi perché – cito dal testo stampato su una delle tovagliette colorate, ça va sans dire – “ogni colore corrisponde a sostanze specifiche ad azione protettiva”.

Ristorante-Terme-Chianciano-

Il “Percorso del Gusto” il ristorante interno alle Terme

Il lunch è a buffet e mentre si degustano zuppe e vellutate, insalate, affettati, formaggi e spiedini di frutta (preparati con prodotti a filiera corta) si possono imparare tante cose sui cibi, le loro proprietà e ricette sfiziose da sperimentare a casa dalle tovagliette sui tavoli (sulla bianca, troverete finocchi gratinati al formaggio fresco e vellutata di cavolfiori, patate e porri, sulla verde, un’ottima “clorofilliana”, sulla rossa, un timballo di pomodori e patate e così via).

Stanze dell'aromaterapia con effetti energizzanti o rilassanti

Stanze del benessere

Sazia ma leggera, sono andata nello spogliatoio, ho indossato costume, accappatoio e ciabattine e ho iniziato il mio tour tra piscine interne e esterne, vasche idromassaggio, saune, bagno turco, docce emozionali, melmarium e zona relax con angolo tisane e fonte dell’Acqua Santa. Avrei potuto scegliere tra percorso energizzante, depurativo/riequilibrante e rilassante ma, continuando il “lavoro” iniziato a tavola, ho puntato senza esitazioni la Stanza cromo e musicoterapica. Ci si sdraia su una delle chaise longue ergonomiche, si chiudono gli occhi e ci si lascia cullare dalla musica classica, abbinata a vibrazioni cromatiche. Ho visto ospiti tanto in pace col mondo da addormentarsi: non siate egoisti, lasciate anche agli altri il piacere di godere di questo piccolo angolo di paradiso! Proprio accanto, c’è la Stanza del Silenzio Interiore: un ambiente con luci soffuse e pareti insonorizzate, in cui ci si accoccola in sedute a forma di uovo. Io ho preferito di gran lunga la musica ma se avete le batterie davvero scariche, grazie al silenzio assoluto e all’involucro avvolgente ritroverete un incredibile benessere psicofisico!

Aromaterapia-Terme-Chianciano

Stanze dell’aromaterapia con effetti energizzanti o rilassanti

Dopo una tappa nella Stanza dedicata all’aromaterapia (energizzante, con nebulizzazione di oli essenziali alla cannella e rilassante, con nebulizzazione di oli essenziali agrumati) mi sono finalmente concessa un bagno nelle acque termali, prima nelle piscine interne, poi in quella esterna. Il top del piacere? Essere immersi fino al collo nell’acqua calda della vasca salina ubicata all’aperto e guardare la sera che scende sul Parco dell’Acqua Santa! In questi giorni, l’allegria regna sovrana nel parco grazie al Paese di Babbo Natale fino all’8 gennaio 2017.

Indirizzo Terme Sensoriali: Piazza Martiri Perugini dove c’è un ampio parcheggio gratuito proprio di fronte al Parco dell’Acqua Santa all’interno del quale si trovano le Terme Sensoriali. Orari: APERTE TUTTO L’ANNO. Turni giorni infrasettimanali: ore 10:00 – 14:00 – 16:00 chiusura ore 20:00; turni sabato: ore 9:00 – 14:00 – 18:00 chiusura ore 22; turni domenica (escluso mese di Agosto) turni: ore 09:00 – 14:00 – 16:00   chiusura ore 20:00. Prezzi: weekend, festivi, prefestivi, agosto e settembre 45€; lunedì-venerdì 38€; supplemento salone del gusto 22€. Accappatoio e telo vengono forniti gratuitamente mentre se non si è dotati di ciabattine e costume possono essere acquistati alla reception. L’ingresso ai bambini è consentito dai 12 anni in poi.

Piscine-Termali-Theia

Una vasca esterna delle Piscine Termali Theia

Il weekend non può dirsi completo senza una mezza giornata alle Piscine Termali Theia. Le piscine si trovano nel Parco Sillene (a una manciata di minuti dalle Terme Sensoriali) e sono diventate il paradiso delle famiglie con bambini piccoli! All’ingresso  – non è necessaria la prenotazione: il biglietto vi consente di restare per 4 ore all’interno della struttura – viene consegnato un braccialetto magnetico da tenere al polso col quale aprire e chiudere l’armadietto (a proposito, gli spogliatoi sono di ultima generazione!) e acquistare qualunque cosa al bistrot senza dover portare con sé soldi o documenti perché si paga comodamente all’uscita.

Piscine-Termali-Theia

L’accesso a una delle vasche interne delle Piscine

Nelle vasche, tra interne e esterne, a una temperatura che oscilla tra i 33° ed i 36° potrete sottoporvi al getto di acqua calda sulla cervicale oppure accoccolarvi a una delle numerose sedute idromassaggio. A fine novembre, è un vero piacere immergersi nelle piscine all’aperto, godendo del sole ancora tiepido, della vista sui colli senesi e del contrasto caldo/freddo. Ovviamente ci si può riposare nelle zone relax o concedersi un massaggio rilassante come ho fatto io ma, ve lo anticipo: mezz’ora di trattamento vi lascia solo con la voglia di prenotarne un altro quindi, pensateci prima!

Piscine-Termali-Theia-solarium

Lo spazio relax con i lettini nelle Piscine Theia

Per pranzo, fate una tappa golosa nel bistrot delle Piscine Termali Theia dove potrete trovare prodotti a km0, primi piatti, pizze, insalate e sfiziosità. Io ho assaggiato la bresaola di chianina – no dico… di chianina! – e uno strepitoso hamburger sempre di chianina e ho pasteggiato con un’ottima centrifuga che mi ha fatto sentire un po’ meno in colpa per la quantità di proteine che stavo ingurgitando (ma in Toscana come si fa a resistere?). Per alleggerire ulteriormente la coscienza, potreste ordinare una macedonia (nel bistrot è un’arte) o un gelato senza glutine.

Mangiare-Piscine-Theia

La gustosa offerta nel bistrot delle Piscine Theia

Indirizzo Piscine Termali Theia: piazza Marconi. In prossimità dell’ingresso si trova un parcheggio gratuito. Orari: CHIUSURA IL MARTEDI. Aperte dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 19 e sabato e domenica dalle 9 alle 20. Prezzi ingresso 4 ore: 12€ adulti, 8€ bambini nei giorni infrasettimanali; ingresso 4 ore nel weekend, festivi e prefestivi, agosto e settembre: 16€ adulti, 10€ bambini. Sono molto convenienti i pacchetti per le famiglie con bambini dai 3 ai 12 anni, consultate il sito ufficiale per tutti i dettagli. L’uso di lettini, sedie ed ombrelloni in piscina è compreso nel prezzo mentre accappatoio e telo sono a noleggio; in cassa potrete acquistare ciabattine antiscivolo e cuffia.

La chicca: nel mese di marzo 2017 è prevista l’apertura di una speciale sezione dedicata esclusivamente ai bambini, con temperature ad hoc e servizio baby sitting per garantire ai genitori un relax a 360°!

Dove mangiare a Chianciano? Palazzo Bandino! E dove fare incetta di prodotti di cinta senese? Dai Bradi Toscani! Stay tuned, ve ne parleremo presto!

POTREBBERO INTERESSARTI...

4 commenti

Michele (mikito) 14 Dicembre 2017 - 13:44

Curiosità…perché non hai scritto viaggiatricedimestiere invece di turistadimestiere….si addiceva di più alla tua persona;-)

Rispondi
Monica Nardella 15 Dicembre 2017 - 13:25

Perché quando ho aperto questo blog, 7 anni fa, mai avrei pensato che sarebbe diventato uno spazio così “pubblico”. Pensavo che sarebbe rimasto, come nelle intenzioni iniziali, un piccolo sito dove i miei amici potessero attingere informazioni per i loro viaggetti. Credimi, avevo pensato a nomi anche più curiosi e goliardici! Grazie comunque per aver visto in me la scintilla della viaggiatrice!

Rispondi
Maria 12 Dicembre 2016 - 13:38

È vero io ci sono stata.. Tutto è meraviglioso.. Ci torneresti ogni volta.. Giudizio super ????????????????????

Rispondi
Monica Nardella 16 Gennaio 2017 - 11:27

Sono contenta che anche il tuo giudizio sia positivo 😀

Rispondi

Lascia un commento