Home » Italia » Veneto » Visita all’Arena di Verona

Visita all’Arena di Verona

Arena di Verona

L’Arena di Verona è una delle tappe da programmare in un week end nel capoluogo veneto (leggete qui il nostro diario di viaggio di Verona).

L’anfiteatro (questo è il suo nome corretto visto che con Arena si tende ad indicare più semplicemente la sabbia che copriva la parte centrale dei “giochi”) è molto ben preservato ma l’assenza di fonti scritte non ha permesso una datazione certa.

 

Arena di Verona, Esterno

Arena, Esterno

Alcuni studiosi, riscontrando evidenti somiglianze con l’Arena di Pola (realizzata sotto il periodo augusteo), hanno ipotizzato che architetto e maestranze fossero i medesimi e che pertanto l’Arena dovesse essere ascritta al I sec. d.C.

 

Arena di Verona, Esterno

Arena, Esterno

 

Quel che è certo è che l’Arena non faceva parte dell’originale progetto urbano cittadino visto che di fatto fu realizzata fuori dalle mura: questo indica che al momento della sua edificazione, la città viveva un periodo di pace e quindi poteva permettersi di progettare un luogo di ritrovo così popolare fuori dalla cinta muraria.

Solo quando mutarono queste condizioni, l’Arena venne inevitabilmente inglobata da un nuovo bastione.

Utilizzato per i giochi gladiatori, l’Anfiteatro subì più danni a seguito di eventi catastrofici naturali come l’inondazione dell’Adige nel 589 e tre terremoti rispettivamente nel 1116, 1117 e 1183 che durante agli assedi cittadini nei quali la struttura veniva utilizzata come fortezza difensiva.

Una testimonianza molto vivida è preservata in un rilievo dell’Arco di Costantino in cui si raffigura la città accerchiata dalle truppe di Costantino durante la guerra contro Massenzio.

 

Arena di Verona, interno

Arena, interno

 

Negli anni l’Arena venne utilizzata come spazio per le Giostre e i Tornei, come alloggio delle prostitute e alloggio privato (gli ultimi “affittuari” furono sfrattati nel 1820), come magazzino, come palcoscenico per la caccia dei tori fino agli inizi dell’800, allorquando iniziò un concreto recupero e valorizzazione del monumento a partire dall’abbattimento delle abitazioni costruite troppo a ridosso dell’anfiteatro e lo sbancamento dei detriti che vi si erano accumulati intorno, facendo perdere le reali dimensioni della struttura.

 

Arena di Verona

Arena, Interno

 

Il primo spettacolo lirico ebbe luogo a chiusura del Congresso di Vienna del 1822 e vide Gioacchino Rossini scrivere e dirigere l’opera mentre il primo Festival Lirico fu inaugurato nel 1913 con l’Aida di Giuseppe Verdi.

Ancora oggi l’estate veronese è scaldata da un calendario di appuntamenti di tutto rispetto e ascoltare opere liriche e concerti live sotto le stelle in un anfiteatro romano illuminato da fiaccole è sicuramente una delle cose da concedersi almeno una volta nella vita (e perché no, aggiungerla alla lista delle 100 cose da fare prima di morire!).

 

Arena di Verona, interno

Arena, interno

 

Noi abbiamo visitato l’Arena in una calda giornata di settembre e vi possiamo assicurare che la vista dall’interno è davvero impressionante: pensate che poteva contenere 30.000 spettatori durante i combattimenti tra i gladiatori o le cacce di animali feroci e tutti godevano di una visuale ottimale! I reperti in esso contenuti, tra cui una testa di gladiatore con elmo (la cui forma confermerebbe la datazione dell’Arena), delle iscrizioni, la mano di un pugile e una testa femminile sono conservati nel Museo Archeologico di Verona, istituito al lato del Teatro Romano nella sede quattrocentesca del convento dei Gesuati (visitatelo, ne vale davvero la pena anche perché godrete di una vista impagabile sulla città!). Chissà che, dopo averlo visitato di giorno non si faccia tappa nella città di Giulietta&Romeo per una serata sotto le stelle…

Indirizzo: piazza Bra Orari: mar-dom 9.00 – 19.00 (la biglietteria chiude alle 18.30). Chiuso il lunedì. Prezzi: intero €10,00; ridotto €7,50 ; gruppi, over 60 e studenti  €7,50; scolaresche e bambini 8-14 anni €1,00; 0-7 anni e possessori Verona Card gratuito. NOTA: la prima domenica del mese entrata ridotta €1,00 da ottobre a maggio. Biglietti online su museiverona.com. Al prezzo va aggiunto un costo per la prevendita.

La chicca: Dante ebbe modo di assistere a un palio all’interno dell’Arena, tanto da raccontare l’esperienza in un brano dell’Inferno “Poi si rivolse, e parve di coloro/che corrono a Verona il drappo verde/per la campagna…”

 

POTREBBERO INTERESSARTI...

2 commenti

Paolo Groppo 5 Gennaio 2022 - 0:50

Gli orari corretti sono: lunedì chiuso, da martedì a domenica dalle 09:00 alle 19:00. Fonte: Comune di Verona

Rispondi
Monica Nardella 6 Gennaio 2022 - 12:35

Grazie per l’aggiornamento, abbiamo corretto!

Rispondi

Lascia un commento