Home » Press Tour » Unesco Festival Experience in Puglia!

Unesco Festival Experience in Puglia!

Unesco Festival Experience Alberobello

I siti Unesco del Sud Italia, consci dell’enorme richiamo del brand Unesco per i turisti, hanno (finalmente) deciso di fare rete costituendo l’Associazione Province Unesco del Sud Italia.

Le cinque regioni coinvolte -Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia e Basilicata con i rispettivi 14 siti Patrimonio dell’Umanità- hanno lanciato www.patrimonidelsud.net un portale con informazioni, itinerari e agevolazioni che semplificheranno l’accesso ai siti e, al contempo, faranno conoscere il territorio circostante spesso ignorato dai viaggiatori nonostante sia ricco di eccellenze.

L’obiettivo è un’offerta turistica integrata tra i vari siti Unesco del meridione resa ulteriormente fruibile attraverso una card con sconti e promozioni studiate ad hoc!

Cos’è l’Unesco? E’ l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, istituita a Parigi 4 novembre 1946 dalle Nazioni Unite perché  – cito – “(…) poiché le guerre nascono nella mente degli uomini, è nello spirito degli uomini che devono essere poste le difese della pace.” Salvaguardando siti di eccezionale valore e bellezza (grazie all’iscrizione nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità), l’Unesco cerca, tra le altre cose, di “costruire la comprensione interculturale”.

Unesco-Festival-Experience-Monte-SantAngelo-castello-esterno-

Fervono i preparativi nel Castello di Monte Sant’Angelo

 

Il filo rosso che unisce i 14 siti è “UNESCO Festival Experience, il viaggio della civiltà”, un festival itinerante che, con la regia di Gaetano Stella, vedrà questi luoghi protagonisti di spettacoli teatrali e musicali a ingresso libero fino al 14 settembre!

Grazie all’Associazione Italiana Travel Blogger che è stata contattata come partner per la comunicazione dell’intero progetto, per la prima tappa di Unesco Festival Experience abbiamo visitato 3 dei 4 incredibili siti Unesco della Puglia.  L’on the road sulle tracce della bellezza si è snodato infatti tra Monte Sant’Angelo e il suggestivo Santuario di San Michele Arcangelo (inserito nel patrimonio dell’Umanità 2011); Alberobello e i pittoreschi trulli e l’enigmatico Castel del Monte (entrambi inseriti nel 1996).

L’ultimo sito di recentissimo inserimento nel patrimonio dell’umanità (nel 2017) sono le faggete vetuste della Foresta Umbra all’interno del Parco nazionale del Gargano.

Unesco-Festival-Experience-Monte-SantAngelo-castello-esterno

Il castello di Monte Sant’Angelo la sera dell’evento Unesco Festival Experience

 

Il bellissimo progetto ci ha permesso di ammirare uno spettacolo teatrale nel castello di Monte Sant’Angelo e un appuntamento di musica popolare napoletana nel cortile della fortezza federiciana. La Fede e la Festa sono i due temi che hanno ispirato gli eventi perché fortemente legati ai luoghi: ogni tappa ovviamente avrà il suo (il potere, il mito, l’amore, l’orgoglio, l’arte, la memoria e l’origine) affinché la manifestazione possa richiamare attorno al sito Unesco un’attenzione che ne risalti la storia, le radici, il passato.

Le distanze tra i 3 siti non sono proibitive ma consigliamo di visitarli in auto e nell’arco di almeno un weekend così da integrare nel percorso culturale anche esperienze enogastronomiche e, perché no, ludiche.

Unesco Festival Experience a Monte Sant’Angelo

Unesco-Festival-Experience-Monte-SantAngelo

Lo spettacolo a tema “La Fede” al Castello di Monte Sant’Angelo

 

La prima tappa è stata a Monte Sant’Angelo, un borgo tutto bianco in provincia di Foggia arroccato su uno sperone garganico che avevamo visitato qualche anno fa, anche noi richiamati, come molti, dal Santuario (leggete visita al Santuario di San Michele Arcangelo). Già in quell’occasione, avevamo potuto apprezzare piazzette e vicoletti, palazzi nobiliari e chiese. Stavolta, grazie agli appuntamenti organizzati da Unesco Festival Experience, abbiamo visitato anche il castello. In una delle sale si è svolto il seminario “I Presidi Unesco: quali fattori di sviluppo turistico e culturale” mentre nel cortile abbiamo assistito allo spettacolo by night “Le 4 apparizioni dell’Arcangelo Michele”.  In un gioco di luci, fuochi, trampolieri e danze, una voce narrante ci ha condotti per mano in un viaggio spirituale molto emozionante tra i quattro miracoli attribuiti a San Michele (del toro, della vittoria, della dedicazione e della peste).

Unesco-Festival-Experience-Castel-del-monte-

Il bellissimo Castel del Monte

 

Unesco Festival Experience a Castel del Monte

La fortezza di Federico II di Svevia (ce l’avete presente? E’ quella coniata sulla moneta da 1 cent! Leggete Visita a Castel del Monte) è stata l’indomani il set suggestivo, non senza una punta di mistero, di uno spettacolo di canti popolari intonati da Christian Brucale. Il percussionista e cantautore vietrese ha letteralmente incantato il pubblico con la sua band regalando un vero clima di festa!

Unesco-Festival-Experience-Castel-del-monte

Lo spettacolo di musica popolare a Castel del Monte

 

Alberobello, terzo sito Unesco della Puglia

Della capitale dei trulli parleremo in un articolo specifico perché, seppure molto conosciuta, noi stessi ignoravamo l’origine di queste costruzioni coniche che la rendono una delle mete imprescindibili della Murgia. La scelta di non utilizzare la malta fu il geniale escamotage studiato dai Conti di Conversano per aggirare l’editto del Regno di Napoli che esigeva tributi dagli insediamenti urbani. La realizzazione “a secco”, indice di precarietà, rendeva di fatto i trulli non tassabili e i conti evitarono esosi versamenti. Oggi il centro storico di Alberobello testimonia esattamente il contrario: le costruzioni erano solide e perfettamente stabili. Assolutamente da visitare (anzi, io ho inserito “dormire in un trullo” tra le 100 cose da fare prima di morire!).

Ecco il calendario delle prossime  tappe dell’Unesco Festival Experience, qualora foste in zona e voleste partecipare:

24 agosto: museo Casa Zapata di Barumini in Sardegna (ore 19 seminario, ore 21 teatro e musica);
2 settembre: biblioteca comunale di Piazza Armerina in Sicilia (ore 21 teatro e musica);
3 settembre: convitto delle Arti a Noto (ore 21 concerto di poesia barocca e musica jazz);
4 settembre: Cefalù (ore 17 seminario, ore 21:30 teatro e musica);
14 settembre: Matera (ore 19 seminario, ore 21 spettacolo).

Cosa vedere a Cefalù e Matera, la terra santa della Basilicata

In collaborazione con Incoerenze e Ediguida

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento