Home » Press Tour » Alitalia torna in Cina con il diretto Roma – Pechino

Alitalia torna in Cina con il diretto Roma – Pechino

Grande Muraglia Cinese Mutianyu

Alitalia torna in Cina con il volo diretto Roma-Pechino! La tratta, inaugurata il 18 luglio, conferma l’ambizioso progetto di ampliamento del network della compagnia, aggiungendosi ad altre due rotte intercontinentali (Santiago del Cile e Città del Messico).

Il volo, in partenza quattro volte a settimana (lunedì, mercoledì, venerdì e sabato alle 14.20) atterra l’indomani alle 6.20 ora locale (da Pechino il ritorno è fissato ogni martedì, giovedì, sabato e domenica alle 9.15 con arrivo alle 15.25). Noi abbiamo avuto il piacere e l’onore di sperimentare il volo su un Airbus A330 godendo non solo dei benefit riservati ai viaggiatori di due distinte classi (Premium Economy all’andata e Business Class al ritorno) ma di confermare la volontà di regalare una travel experience targata “Made in Italy” anzi, “Made OF Italy” dalla compagnia.

Lounge-Alitalia-Fiumicino

Casa Alitalia, la nuova lounge di Fiumicino

L’avventura inizia a Casa Alitalia, la nuova lounge di Fiumicino il cui concept (disegnato da Marco Piva) stravolge il senso di “sala d’attesa” regalando ai passeggeri un viaggio nel viaggio. Il senso di elegante intimità che caratterizza questo ambiente (il che è tutto dire in una lounge aeroportuale) basterebbe a giustificare la scelta del nome che non è assolutamente casuale: ci si sente a casa, ma non in una qualunque.

Lounge-Alitalia-Fiumicino-live-cooking

L’area live cooking e la sala pranzo

Sfogliando un quotidiano in una comoda poltrona (Frau), pasteggiando con una bollicina (Cantine Ferrari), sorseggiando un caffè (Lavazza), potrete sentirvi in una casa in cui persino il minimo dettaglio evoca storie e tradizioni tutte italiane. Io ho trovato superbe pizza e pasta preparate nell’area live cooking e graditissima l’attenzione a particolari esigenze alimentari dei passeggeri con pasti vegetariani e gluten free. Oltre allo spazio live cooking, potrete degustare piatti dolci e salati all’area buffet o concedervi un drink nella zona bar prima di accedere allo spazio relax silenzioso e piacevolmente illuminato.

Lounge-Alitalia-Fiumicino-buffet

Area buffet

Lounge-Alitalia-Fiumicino-area-relax

Area relax

 

Nella lounge il tempo sembra fermarsi. Non è luogo di attesa: è luogo di esperienza.

Dove si trova e come accedere a Casa Alitalia?

Nell’area di imbarco G di Fiumicino, gratuitamente con un biglietto di Business Class Alitalia o SkyTeam di medio e lungo raggio, per i possessori di Freccia Alata e Freccia Alata Plus, Carta Lounge, SkyTeam Elite Plus e ai titolari di carta Alitalia American Express Platino che volano con Alitalia o a pagamento, con l’acquisto di un ingresso singolo (35€ in fase di acquisto del biglietto, 45€ in aeroporto). Per i soci Ulisse è previsto l’accesso previo pagamento, con la possibilità però di far accedere un ospite gratuitamente.

Se credete che dopo queste coccole sia impossibile bissare, ebbene, vi sbagliate di grosso! Il volo Roma-Pechino dura 9 ore e 45 minuti ma in Economy Premium e, a maggior ragione, in Business Class, scoprirete che l’esperienza a bordo può essere davvero speciale.

Economy-Premium-Alitalia

Gli schermi per seguire la rotta in Economy

Il lungo raggio di solito preoccupa i viaggiatori per lo spazio a disposizione, per la difficoltà a riposare almeno qualche ora sui sedili e per il tempo che sembra non passare mai. Ebbene: l’Economy Premium riserva ai passeggeri una cabina dedicata dove potranno godere del 40% di spazio in più con poltrone (badate bene, non sedili) ergonomiche e reclinabili a 120° e un kit notte Frette di tutto rispetto. Se l’idea di dormire non vi sfiora nemmeno (io sono tra quelli che a bordo non chiudono occhio), avrete la possibilità di scegliere tra decine di film e news in real time su monitor da 10.6 pollici e auricolari che garantiscono un audio perfetto. In genere porto con me dei libri e le parole crociate ma stavolta ne ho fatto a meno perché ero tutta presa dall’esperienza di volo. Ho guardato un paio di film italiani, ascoltato musica chill out, sperimentato la cucina di bordo (dal drink di benvenuto al pasto principale al limoncello per chiudere in bellezza, un vero viaggio nelle eccellenze enogastronomiche italiane) e ampiamente utilizzato il wi-fi che mi ha permesso di restare connessa per tutto il tempo necessario col “resto del mondo”. E’ stato divertente accettare una richiesta di amicizia sui social con la testa letteralmente tra le nuvole!

Business-Class-Alitalia-food

La cucina a bordo in Business Class

In Business Class mi sono accomodata e ho pensato: sono in paradiso! La stanchezza per la sveglia all’alba è svanita (già al check-in il piacere di un banco dedicato e il varco prioritario hanno smussato il dispiacere per il rientro) e ho preso confidenza con tutti i comfort di una classe che provavo per la prima volta in vita mia! Mi sono accomodata alla poltrona (con funzione massaggiante e reclinabile fino a 180° per regalarvi un letto a 11.000 metri di altezza) ed ero indecisa tra lo studio accurato del menù (questo mese dedicato ai prodotti enogastronomici dell’Emilia Romagna) e dell’amenity kit firmato Bulgari (che avevo letto fosse valso ad Alitalia il premio “TravelPlus Airline Amenity Bag Awards”!).

Kit-notte-Alitalia-Bulgari

Amenity Kit targato Bulgari

Alla fine ha prevalso il menù, soprattutto perché mi è stato chiesto da un gentilissimo assistente di volo di scegliere il pranzo di mio gradimento con la modalità Dine Anytime (e cioè di decidere liberamente l’ora del servizio). Sfogliando la carta, ho notato un altro attestato di qualità: Alitalia nel 2015 – e dopo aver mangiato sono certa che lo conquisterà anche quest’anno – ha vinto, per il sesto anno di seguito, il riconoscimento di “Best Airline Cuisine”! Insomma, su due elementi avevo focalizzato la mia attenzione appena salita a bordo, ed entrambi portavano in dote un premio di eccellenza che meriterebbe tutto il servizio fornito in Business, dalla posateria al vino (selezionato dal Sommelier ufficiale di Alitalia in collaborazione con la Fondazione Italiana Sommelier), dal kit notte alle strepitose cuffie super isolanti allo schermo tv da 15,4 pollici (ancora più grande di quello della Economy Premium)!

Business-Class-Alitalia

Il confortevole ambiente della Business Class

La chicca: i possessori della Millemiglia (a proposito: Come spendere miglia Alitalia?) potranno fare incetta di miglia grazie al volo Roma-Pechino. In aggiunta a quelle normalmente previste, per ogni volo effettuato fino al 18 settembre 2016, saranno riconosciute 2500 miglia in classe Economy, 3500 in Premium Economy e 5000 in Business! Insomma… siete ancora qui? Andate a prenotare il vostro volo! Pechino, vi aspetta!

Per approfondimenti su Pechino: Come organizzare un viaggio a Pechino, Cosa vedere a Pechino in 5 giorni e Pechino insolita.

 

POTREBBERO INTERESSARTI...

2 commenti

danila 5 Agosto 2016 - 21:40

Ma che figata la premium economy sembra la via di mezzo perfetta, non ne conosco i costi ma potrebbe essere la svolta!

Non vedo l’ora di leggere della Cina!

Rispondi
Monica Nardella 6 Agosto 2016 - 17:23

Vero Danila, giustissimo compromesso! Io credo proprio che presto prenoterò un volo proprio in classe Premium… 😀

Rispondi

Lascia un commento