Home » Europa » Cosa mangiare a Malta: i consigli dei local!

Cosa mangiare a Malta: i consigli dei local!

Cosa mangiare a Malta pane formaggio
Cosa-mangiare-a-Malta-pane-formaggio

Pane, pomodori, gbejna, vino e miele

 

Nel nostro viaggio a Malta in primavera, abbiamo avuto modo di scoprire tanti localini dove assaggiare piatti tipici o cucine aperte a mix originali ma intriganti: del resto l’isola, crocevia imprescindibile nei traffici nel Mediterraneo fin dall’antichità, ha assimilato e rielaborato usi, consumi, tradizioni, lingua, architetture dei popoli che vi sono approdati, che l’hanno colonizzata o con cui hanno intrattenuto scambi commerciali. Pronti a scoprire cosa mangiare a Malta?

Cosa mangiare a Malta a colazione

 

Colazione-a-Malta

La colazione da Giorgio’s Cafè

 

Se non avete la colazione compresa nella prenotazione dell’hotel e alloggiate a Sliema consigliamo Giorgio’s Cafè (Tignè Sea front) per stare comodamente seduti di fronte all’imbarco del ferry boat. Un po’ caro rispetto allo standard isolano (croissant 2€ e cappuccino 1,60€) ma i prodotti sono freschissimi e la presentazione è da acquolina!  In alternativa, andate da Dolci Peccati (268 Tower Road) perché già il nome la dice lunga sulla qualità del caffè (italiano) e dolci siciliani! Non c’è posto a sedere (al massimo sgabelli) ma ne vale la pena.

Cosa mangiare a Malta per l’aperitivo

hobz-biz-zejt-Malta

L’hobz biz-zejt, l’aperitivo classico maltese [photo credit Rachelle Lucas]

Per l’aperitivo, oltre al tagliere “classico” a base di formaggi e salumi, consigliamo di provare l’hobz biz-zejt, una specie di bruschetta molto elaborata e sostanziosa a base di pane maltese tagliato a fette spesse, condito con olio di oliva, pomodoro sfregato, olive, cipolle e menta. Qualcuno aggiunge anche – secondo il proprio gusto – acciughe e formaggio di capra. In un aperitivo che si rispetti, non manca mai la bigilla, una specie di patè a base di fagioli scuri e aglio o fave, da spalmare sul pane. Da bere, per gli astemi, consigliamo di provare il Kinnie, la “bevanda nazionale”, un analcolico a base di arance amare e erbe dal sapore simile a quello del chinotto. Gli altri, potranno pasteggiare con la birra Cisk, più dolce delle birre europee, oppure con vino tipo il Marsovin e la Delicata prodotti da uve locali come la Girgentina e la Gellewza.

Cosa mangiare a Malta? Zuppe e primi piatti

Aljotta-Malta

Aljotta [photo credit Kirk K]

Da assaggiare l’Aljotta, una buonissima zuppa di pesce con pomodoro in cui abbonda – lo testimonia anche il nome – l’aglio! Magari gustatela in una serata in cui non prevedete incontri ravvicinati! Gustosa anche la zuppa della vedova, preparata con ingredienti semplici (verdure, ricotta e uova) a cui si aggiunge, per “conforto”, la Gbejna, il formaggio prodotto a Gozo con latte di capra (o pecora) da degustare anche da solo, con differenti gradi di stagionatura (fresco, quasi spalmabile o essiccato).

Gbejna-Malta

Gbejna, il tipico formaggio gozitiano [photo credit Kattebelletje]

Provate la timpana, un timballo di pasta al forno, di solito Imqarrun (maccheroni), con sugo di carne e besciamella, i ravjul, preparati come quelli italiani con acqua e farina e ripieni di Gbejna o il ross fil-forn, uno squisito risotto con carne macinata, uova, zafferano e pomodorini cotto al forno.

 

Cosa mangiare a Malta? Carne e pesce

 

Cosa-mangiare-a-Malta

Fenek, coniglio maltese

 

Il piatto tipico di Malta è il coniglio – chiamato fenek – e preparato in modi differenti. Quello più tradizionale è in umido, con pomodoro, piselli e carote e contorno di patate o insalata ma pare siano gustosi anche quello fritto all’aglio e stufato con cipolle e vino rosso. Abbiamo scoperto una cosa curiosa: i Cavalieri di San Giovanni, cacciavano e mangiavano coniglio ma non consentivo al popolo di fare lo stesso tranne il 29 giugno in occasione della festa di San Pietro e Paolo. In quella data le famiglie preparavano la fenkata, un pasto interamente a base di coniglio, dagli spaghetti al sugo ai secondi. Ancora oggi, la fenkata è un momento conviviale vissuto in allegria la domenica a pranzo. Ottima la salsiccia maltese, la zalzett, insaporita con il coriandolo, una spezia che cresce rigogliosa sull’isola. Per gli amanti del pesce, invece, consigliamo lo stuffat tal quarnit (lo stufato di polpo, con patate e finocchi) e il lampuki, un pesce locale che si pesca tra settembre e novembre e che va assaggiato come tradizione maltese vuole e cioè infarinato e dorato in un filo d’olio e condito con pomodoro, capperi e cipolle.

 

Street food a Malta

 

Cosa-mangiare-a-Malta-Pastizzi

Pastizzi maltesi

 

Lo street food classico: i pastizzi! Questa leccornia tanto economica (dai 0.25 ai 0.50 cent a pezzo) quanto calorica vi rapirà letteralmente! Parliamo di una pasta sfoglia ripiena di ricotta o purea speziata di piselli da degustare calda a pranzo o come spuntino in attesa di un pasto più completo. Da un po’ viene prodotta una versione gourmet più light e adatta anche ai vegetariani (visto che è stato eliminato lo strutto). Noi li abbiamo mangiati a Rabat nel “Kinnie Mandes Snack Bar”. Si tratta di piccolissimo e buio e bar, frequentato da vecchietti: noi non ci saremmo mai fermati francamente ma siccome ce lo avevano caldamente consigliato dei locali, ci siamo fermati: super!. Consigliamo di assaggiare anche la ftira, una specie di pizza bassa e ripiegata sui bordi per contenere meglio l’abbondante ripieno (patate, cipolle, salsiccia, pomodoro, rucola e, addirittura, il pollo! La differenza con la pizza italiana sono: l’impasto, che viene fatto riposare per due ore e mezza e reimpastato velocemente e la cottura, visto che la ftira viene cotta in un forno a legna per irradiazione di calore e non a diretto contatto con la legna.

 

Ftira-Malta

Ftira [photo credit Jules]

Cosa mangiare a Malta? I dolci

 

dolci-tipici-malta

Qaghaq tal-ghasel, anelli al miele e spezie [photo credit Anson David]

Kannoli e Kassate sono di chiara derivazione siciliana (e il sapore molto simile); se amate i dolci davvero dolci, allora provate gli imqaret, fagottini di sfoglia con datteri o la helwa tat-Tork, una pasta gommosa ricavata sai semi di sesamo con il miele. Pare sia buonissimo il qaghaq tal-ghasel, un dolce a forma di anello con miele e spezie tipicamente natalizio ma ormai preparato tutto l’anno.

E Dove mangiare a Malta? Ecco gli indirizzi di chi ci vive!

A Mellieha, sulla Golden Bay, consigliamo Munchies Golden Bay economico ma buonissimo e consente il take away quindi potete acquistare e portare il vostro pranzetto in spiaggia.

Sliema, per un pranzo light vista mare Mason’s Wine bar · Café · Bar & Grill.  Per un pranzo più impegnativo o per cena, Waterpolo Club – Bar & Bistro con il plus di una terrazza e una vista clamorosa su La Valletta.

A Marsaxlokk, pranzo in riva al mare da La Nostra Padrona.

A La Valletta, cucina tipica maltese e vista mare da Cockney’s Restaurant. Con il plus di essere a due passi dal traghetto che fa la spola con Sliema quindi facilmente raggiungibile anche se non si alloggia nella capitale. Se amate la carne e non avete problemi di budget, consigliatissimo lo Sciacca Grill!

A Bugibba, andate da Salt Kitchen & Lounge, un locale molto carino, cucina raffinata e con personale che parla italiano!

Se fate un salto a Senglea, val la pena di sperimentare Il-Hnejja.

Dove mangiare a Gozo

Ta’ Rikardu si trova a Victoria, la “capitale” di Gozo, in una stretta via a pochi passi dalla Cattedrale di Santa Maria e precisamente in Triq il-Fosos, 4. Nel ristorante sono serviti piatti realizzati con prodotti a km0 (pomodori secchi, cipolline, olive, capperi selvatici, formaggio di capra, pane, olio d’oliva) frutto del duro lavoro di agricoltura e pastorizia svolto nella fattoria circondata da vigneti del Signor Riccardo e ubicata proprio ai piedi della Cittadella.

Dove mangiare italiano a Malta?

Dovrete pur smaltire tutte queste calorie, no? Noi vi consigliamo Cosa vedere a Gozo e Cosa vedere a La Valletta!

Buona passeggiata!

POTREBBERO INTERESSARTI...

5 commenti

Giuseppe 29 Gennaio 2019 - 18:03

salve vado a SAN GIULIANO x San Valentino 2 notti al hotel dei cavalieri vorrei un consiglio di dove mangiare ……io ho visto GULULU X la prima cena poi un pranzo a valletta da nenu theartisan baker e per finire la cena di SAN VALENTINO? dove andare visto che all’indomani devo ritornare a casa.grazie

Rispondi
Monica Nardella 2 Febbraio 2019 - 15:05

Ciao Peppe!
Mi sento di consigliarti Fumia Restaurant. E’ un ristorante siciliano (io di solito non mangio italiano all’estero ma a Malta la commistione italiano/arabo/inglese è molto forte). Si mangia dell’ottimo pesce, è molto carino esteticamente ed è super romantico sul mare (farai un figurone, credimi!)! Ne ho parlato anche qui: https://www.turistadimestiere.com/2017/11/mangiare-italiano-a-malta.html.
P.S. scaricati l’app taxify perché a Malta la usano tantissimo ed effettivamente i taxi li paghi molto di meno. Se hai qualche altra domanda, chiedi pure!

Rispondi
Andrea 25 Luglio 2018 - 16:56

Che ti devo dire? Rimango sempre più ammirato dalla passione che ci metti, dalle conoscenze così approfondite che trasmetti!? È un vero e proprio trattato. Mi chiedo sempre, quando ti leggo, come fai a reperire tutta questa caterva di info e quanto ci metti!!

Rispondi
Monica Nardella 25 Luglio 2018 - 21:05

Perché il cibo è un momento di incontro e conoscenza che permette di entrare in punta di forchetta nella cultura del paese che ci ospita 🙂

Rispondi
Mauro 31 Maggio 2016 - 19:13

Porca miseria… mi hai messo fame 😛

Rispondi

Lascia un commento