Home » Italia » Toscana » Cosa vedere a Castagneto Carducci

Cosa vedere a Castagneto Carducci

Visitare Castagneto Carducci oltre Giosuè

viale dei cipressi Bolgheri Castagneto Carducci

Cosa vedere a Castagneto Carducci il borgo nel cuore dell’Alta Maremma che ha voluto omaggiare il suo illustre cittadino con uno strategico cambio di nome (prima si chiamava Castagneto Marittimo, dove marittimo stava per “relativo alla Maremma”)?

Sulle tracce di Giosuè Carducci

A Castagneto, arroccato sulla collina in posizione panoramica, potrete visitare la Casa dove Giosuè visse un anno (prima dell’ennesimo abbandono a favore di Firenze, a causa delle posizioni liberali di suo padre, inviso dai conservatori locali) e il Museo archivio “Giosuè Carducci”.

Cosa vedere casagneto casa Carducci

Casa Carducci a Castagneto Carducci

Nella Casa, Carducci tornò ancora in età matura -tra il 1879 e il 1894- a trascorrere qualche giornata gioiosa con gli amici di sempre. Oggi si possono visitare due stanze, la camera da letto e un ambiente in cui ci sono documenti, libri e fotografie.

Il Museo Archivio – rinnovato nel 2007 – occupa spazi del palazzo pretorio in cui ai tempi si trovavano una farmacia, una calzoleria e un bazar che pare Giosuè frequentasse.

Le sale espositive valorizzano l’attività letteraria del Carducci legata alla Maremma (vi sono bozze delle poesie che evocano specificamente il territorio: “Traversando la Maremma Toscana”, “Davanti San Guido” e San Martino”), e collazionano foto di luoghi e persone importanti per il poeta.

Proprio di fronte, campeggia il suo busto in bronzo.

cosa vedere castagneto carducci

Il busto di Giosuè Carducci davanti al Municipio e al Museo Archivio carducciano di Castagneto

Casa Carducci: Via Giosuè Carducci, 59. 2€.

Museo Carducci: Via Giosuè Carducci, 1. Ingresso libero.

Consultate il sito Parchi Letterari dove trovare itinerari, eventi e suggestioni legati ai più illustri poeti e romanzieri. “I Parchi Letterari® assumono il ruolo di tutela letteraria di luoghi resi immortali da versi e descrizioni celebri che rischiano di essere cancellati e che si traducono nella scelta di itinerari, tracciati attraverso territori segnati dalla presenza fisica o interpretativa di scrittori.

Un singolare percorso che fa rivivere al visitatore le suggestioni e le emozioni che lo scrittore ha vissuto e che vi ha impresso nelle sue opere” (Stanislao Nievo).

Salendo verso la sommità del paese, lungo stradine acciottolate ad anello, si incontrano Piazza della Gogna (memoria di esecuzioni pubbliche), la Chiesa del S.S. Crocifisso (col bel crocifisso ligneo del ‘400), la Propositura di San Lorenzo e il Castello della Gherardesca.

prepositura-san-lorenzo-castagneto-carducci

La prepositura di San Lorenzo

Prima di andar via alla scoperta di altri luoghi da visitare vicino a Castagneto Carducci, consigliamo delle

Tappe golose a Castagneto Carducci

Proprio di fronte al busto di Giosuè Carducci, c’è via Vittorio Emanuele II: questa strada è ricca di laboratori artigianali di altissimo livello.

Piccolo-biscottificio-castagnetano

I corolli incesi (a base di anice) del Piccolo Biscottificio Castagnetano

Vi consigliamo di fare incetta di leccornie al Piccolo Biscottificio Castagnetano.

Qui potrete assaggiare biscotti prodotti secondo le antiche ricette della nonna, tramandate su fogli di carta a quadretti che per fortuna il tempo non ha cancellato.

Tra le squisitezze proposte, io mi sono appassionata ai burrini e ai corolli incesi.

Peperita-Castagneto-Carducci

I peperoncini di Peperita

Al civico 32 vi aspetta invece Peperita, uno store rosso fuoco dove scoprire il mondo del peperoncino!

Non solo i diversi gradi di piccantezza ma i modi per degustarlo (triti freschi, paté, condimenti, insaporitori e chi più ne ha più ne metta) in abbinamento ai diversi piatti!

Adorabili i kit regalo con composizioni “hot” davvero perfette per gli amanti del peperoncino.

Liquori-emilio-borsi-castagneto-carducci

Premiata Fabbrica di Liquori Emilio Borsi

In Via Giuseppe Garibaldi 7, a una manciata di metri dalla Casa di Carducci, si trova un’altra chicca locale, la Premiata Fabbrica Di Liquori Borsi.

Fondata nel 1800 da Emilio Borsi (amico di bevute di China Calisaja con Giosuè) propone oggi come allora liquori di altissima qualità.

La produzione artigianale li rende ancor più pregiati perché vi si sente il sapore della tradizione e l’esclusività di un liquore di nicchia.

Io li ho assaggiati tutti (!) e sono rimasta intrigata dal gusto delicato del Gran Liquore del Pastore a base di latte puro. Tanto buono da essere andato sold out e occorre attendere la nuova annata!

Dove mangiare a Castagneto Carducci e dintorni

Per restare in tema food, tra i ristoranti in zona oltre all’Enoteca Tognoni (di cui ho parlato nell’articolo Bolgheri e dintorni cosa vedere) vi consiglio la Ciccia del Ciacci del Maestro Macellaio Alessandro Ciacci.

Questo locale, macelleria e ristorante insieme, si trova a Bibbona ed è una garanzia sotto tutti i punti di vista.

La carne, eccellente, proviene da animali locali allevati in maniera sana e soprattutto etica. Perché il Ciacci è un cultore della carne che però va d’accordo coi vegani.

Noi abbiamo mangiato un superbo piatto di affettati, pecorini locali e bruschette con fegatini di pollo e cipolla caramellata come antipasto e poi un mix di assaggi di specialità locali come il peposo, le animelle, il lampredotto con salsa verde, la trippa e patate e fagioli come contorni.

Tutto buono e saporito annaffiato con dell’ottimo vino dell’azienda vinicola Giorgio Meletti Cavallari.

Anzi, visto che siete in zona,  ritagliatevi un paio di ore per andare alla scoperta delle cantine a Bolgheri!

Dove dormire a Castagneto Carducci

Lungo la magnifica (e iconica) Via Bolgherese, in località Vallone, si trova un agriturismo di proprietà sempre di Giorgio Meletti Cavallari.

Villa Borgeri è incastonata in una fiorente azienda agricola, tra ulivi e vigneti.

Gli appartamenti, ampi e confortevoli, mixano sapientemente stile rustico ed eleganza. Io ho dormito profondamente, in un silenzio a cui non sono più abituata e mi sono svegliata con il cinguettio degli uccelli. Un sogno anche ad occhi aperti!

Nel parco tutto intorno ci sono degli angolini relax in cui immagino d’estate debba essere piacevolissimo accomodarsi a leggere un buon libro o a sorseggiare un Bolgheri Rosso DOC “Borgeri”.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento