Home » Viaggiare informati » Il Green Pass per viaggiare in Italia e all’estero

Il Green Pass per viaggiare in Italia e all’estero

Green Pass per viaggiare in Italia e all'estero

flight

Info utili sul Green Pass per viaggiare in Italia e all’estero. Come ottenere la Certificazione Verde Covid 19 (per esser precisi l’EU digital COVID certificate), come scaricarla e quanto dura.

I requisiti generali per la Certificazione Verde Covid 19 (o Green Pass)

  • attestato di vaccinazione (valido 6 mesi dalla data di rilascio)
  • certificato di guarigione dal Covid-19 (valido 6 mesi dalla data di rilascio)
  • tampone negativo (effettuato entro le 48 ore)

Il Green Pass sarà operativo dal 1 luglio 2021 e gli italiani potranno scaricarlo da questo sito https://www.dgc.gov.it/web/ tramite:

  • tessera sanitaria
  • spid
  • app IO
  • app Immuni
  • fascicolo sanitario elettronico regionale

Il Green Pass è dotato di Qrcode, interoperabile a livello europeo grazie alla condivisione dei dati di 27 paesi; attesterà l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dal Covid-19 nei precedenti 6 mesi o l’esito negativo del tampone.

Sarà GRATUITO, in italiano, in inglese, in francese e, per la provincia autonoma di Bolzano, anche in tedesco.

Questa certificazione sarà utile anche per partecipare a eventi in Italia ad alta densità di partecipanti o per accedere nelle RSA.

Le restrizioni ancora in atto

Essere in possesso del green pass per viaggiare in Italia e all’estero non esclude restrizioni in ingresso in determinati paesi i cui obblighi dipendono dalla situazione pandemica in atto.

Abbiamo scritto un articolo per sapere in quali paesi è possibile viaggiare per turismo fermo restando che queste informazioni NON si sostituiscono a quelle presenti sul sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Esteri. Vi esortiamo a consultare sempre le prescrizioni presenti sui siti governativi, per evitare problemi in ordine ad aggiornamenti della normativa vigente non segnalati dal nostro articolo in tempo reale.

A partire dal 24 maggio 2021, a tutti coloro che entrano (o rientrano) in Italia, oltre al tampone molecolare antigenico negativo, è richiesta anche la compilazione di un modulo di localizzazione passeggeri (il PLF – Passenger Locator Form).

Istruzioni per la compilazione del PLF – Passenger Locator Form

  • collegarsi al sito: https://app.euplf.eu/#/ 
  • attualmente “Italia” è l’unico paese di destinazione presente nella tendina
  • registrarsi al sito creando un account personale (è richiesto solo la prima volta)
  • confermare l’account tramite il link arrivato all’indirizzo email indicato
  • compilare ed inviare il dPLF rispondendo alle varie domande

All’indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione, il passeggero riceverà il dPLF in formato pdf e dotato di QRcode che potrà mostrare dal cellulare al momento dell’imbarco o stampare e portare con sé.

Nei casi di oggettiva difficoltà a compilare digitalmente il PLF, sarà possibile compilare il modulo cartaceo

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento