Home » Europa » Olanda » Le spiagge in Olanda: tappa a Scheveningen!

Le spiagge in Olanda: tappa a Scheveningen!

Spiagge Olanda Scheveningen Pier ruota

Dopo Kijkduin, il nostro tour delle spiagge in Olanda continua a Scheveningen. I nostri due weekend tra Rotterdam e L’Aia ci hanno regalato delle esperienze davvero superlative!

Le spiagge in Olanda

In autunno abbiamo scoperto la tranquilla Kijkduin e le sue deliziose beach house (leggete Dormire sulla spiaggia in Olanda) mentre qualche giorno fa, in un assolato sabato di fine giugno, ci siamo imbattuti in Scheveningen, la località balneare più rinomata del paese!

Spiagge-Olanda-Scheveningen-Kurhaus

La spiaggia con il palazzo del Kurhaus, l’ex stabilimento termale oggi hotel di lusso

Scheveningen è la star delle spiagge in Olanda grazie al Kurhaus, il molo e le decine di stabilimenti in cui si ritrovano local e turisti per godersi una giornata di sole!

Le spiagge in Olanda: il molo di Scheveningen.

The Pier è il polo attrattivo della famosa spiaggia olandese: riaperto dopo una completa ristrutturazione nel 2015, ospita locali, negozi e un’appendice su cui sono installati una ruota panoramica e una torre per il bungee jumping e la zipline. Il molo è diviso in una zona commerciale al piano inferiore, con finestre a tutta altezza che regalano una luce impagabile (e comodi accessi su balconcini vista mare se si vuole mangiare all’aperto) e una terrazza, al piano superiore, con chioschi dove consumare drink o spuntini veloci.

Spiagge-Olanda-Scheveningen-Pier-locali

Lo spazio commerciale al piano inferiore di The Pier, il molo di Scheveningen

Quest’anno Scheveningen spegne ben 200 candeline: era il 1818 quando venne aperto il primo lido pubblico e da allora la cittadina non ha fatto altro che crescere e reinventarsi. Il calendario 2018 è fittissimo. L’appuntamento più atteso è per il Festival Internazionale dei Fuochi d’Artificio nel mese di agosto ma le sorprese non finiscono con l’estate. Nel mese di ottobre, infatti, con Kind aan Zee (Bambini al mare) le famiglie saranno in festa! Consultate la pagina dedicata a Scheveningen sul sito dell’ente del turismo de L’Aia (in inglese) e non perdete neanche uno degli eventi in programma!

Noi, avendo fatto una colazione super calorica a base di pancake alla nutella (leggete Dove mangiare a Rotterdam) ci siamo limitati a bere una birra con qualche tortilla a uno dei bar all’aperto. Siamo rimasti seduti lì per almeno un’ora a chiacchierare, a guardare il viavai di persone intente a raggiungere la fine del molo (il punto più panoramico per immortalare la spiaggia) o semplicemente per raggiungere la torre per vivere un’avventura davvero adrenalinica!

Spiagge-Olanda-Scheveningen-Pier

I chioschi sulla terrazza del molo di Scheveningen dove sorseggiare un drink e il punto di “atterraggio” della zipline

Dopo un giro di shopping al piano inferiore e il più buon gelato mangiato all’estero (da The Ice the Cube The Pier) ci siamo buttati nella movida di Scheveningen lungo il litorale punteggiato da stabilimenti balneari uno più bello dell’altro!

Le spiagge in Olanda: il lungomare di Scheveningen.

La promenade, interamente pedonale, è enorme! Da un lato locali, ristoranti, l’imponente struttura del Kurhaus (l’antico stabilimento termale oggi trasformato in un lussuoso hotel), il futuro Lego Store (i lavori sono attualmente in corso) e il mondo marino di SEA Life e dall’altro stabilimenti, sabbia e mare! Scheveningen sabato brulicava di gente (era persino il weekend di chiusura della Volvo Race 2018!) eppure non abbiamo percepito la confusione tipica delle nostre spiagge: né urla, né musica a tutto volume, né folla. Un caos ordinato e pacifico che ha reso più piacevole e godibile la giornata.

spiagge-olanda-scheveningen-stabilimenti

Uno degli stabilimenti balneari di Scheveningen

Le spiagge in Olanda: tra sport e arte vista mare!

Non solo tintarella però sulle spiagge in Olanda! Come Kijkduin, anche Scheveningen è la meta degli amanti degli sport acquatici (su tutti, il surf, basto pensare che ci sono anche una scuola e un surfer’s village) e di quelli “on the beach” come la beach volley, beach soccer e tennis (tra metà maggio e metà settembre andate a vedervi una agguerritissima partita presso il Beach Stadium: l’ingresso è gratuito!).

Adorabile poi la presenza di sculture che annunciano la presenza, oltre la collinetta, di Beelden aan Zee (Sculture al mare) un parco artistico incastonato tra le dune attorno a un padiglione ottocentesco. Fermatevi a visitare la collezione (frutto della passione di Theo e Lida Scholten) perché resterete piacevolmente colpiti!

Parco-delle-sculture-Scheveningen

Il parco delle sculture vista mare di Scheveningen

Come arrivare a Scheveningen

Le spiagge in Olanda sono ottimamente collegate con i centri vicini grazie a efficientissime piste ciclabili. Se non vi sentite particolarmente in forma (per raggiungere Scheveningen da L’Aia, ad esempio, dovreste pedalare per 45 minuti circa) potete prendere il tram n. 1 della HTM che parte da Delft e arriva al mare in 40 minuti (le fermate intermedie sono 25).

Le due più gettonate de L’Aia sono Den Haag Hollands Spoor (la vecchia stazione cittadina) e Den Haag Central. Se potete, preferite la prima perché, d’estate, il tram tende a riempirsi velocemente e il rischio, presso la stazione centrale, è di restare a terra e dover attendere il successivo.

Cosa vedere a L’Aia in un giorno?

La vostra destinazione finale sarà la fermata di Keizerstraat. Quando siamo andati noi, a causa di una parata nel centro de L’Aia, tutti i mezzi pubblici sono stati deviati quindi siamo stati costretti a scendere dal tram n. 1 a Hollands Spoor e a prendere il n.9 (scendendo alla fermata Kurhaus di Scheveningen). Prezzo biglietto: singola corsa 3,50€ (durata 60 minuti dalla prima vidimazione); one-day ticket 6,50€. Il biglietto può essere fatto a bordo.

La chicca: il tram n.1 copre una distanza di 20 chilometri e le sue fermate sono studiate in maniera strategica per connettere ben 20 siti imperdibili (che potete scaricare qui).

POTREBBERO INTERESSARTI...

2 commenti

Mauro 4 Luglio 2018 - 8:01

Cara Monica, non per fare il pignolo, ma… o compie 200 o il primo lido pubblico è del 1918: uno dei due numeri è sbagliato 😉

Rispondi
Monica Nardella 4 Luglio 2018 - 18:48

Mauro, se non ci fossi, bisognerebbe inventarti! 1818 – 1818 – 1818 ora me lo tatuo 🙂 Errore di digitazione, bravo che sei così attento sempre!

Rispondi

Lascia un commento