Home » Italia » Lazio » Le Terme di Roma

Le Terme di Roma

Terme Roma tivoli piscina

Le Terme di Roma? Una piacevole scoperta! Non so neppure io quante volte sono passata davanti agli stabilimenti termali delle Acque Albule di Tivoli (sì perché, per la precisione, le terme sono a Tivoli, a una trentina di chilometri dalla capitale) eppure non vi ero mai stata prima. Anzi, ad essere sincera, non mi ispiravano proprio!

Alla scoperta delle Terme di Roma

Terme-Roma-tivoli

A mollo in una delle piscine delle Terme

 

L’idea (sbagliata) che ne avevo era di un posto per anziani (come spesso accade per le località ad alta vocazione termale, come Fiuggi). Da quando ho trascorso presso il centro un’intera giornata di relax, mi rendo conto di cosa mi sia persa fino ad oggi: altro che per anziani, le Terme di Roma sono davvero per tutti e associano l’aspetto ludico-ricreativo a quello curativo!

 

Terme-Roma-tivoli-piscina

Una delle piscine con i getti d’acqua “massaggianti”

 

Anche senza sottoporsi a cure specifiche, ma semplicemente facendo il bagno in una delle quattro grandi piscine esterne, si ha un effetto benefico sulla pelle e sul sistema respiratorio: il tutto, divertendosi e quando parlo di grandi piscine non esagero! La superficie totale è di circa 6000 metri quadrati. Ognuno può scegliere quella che preferisce visto che non sono tutte uguali. Variano di temperatura e profondità, quindi trovate anche quelle più o meno adatte ai bambini.

 

Terme-Roma-tivoli-giardino

Il giardino rigoglioso del complesso termale

 

Tutto intorno, giardini curati, palme e ogni comfort e servizio che si possa desiderare: bar, punti ristoro, tavola calda, cabine, spogliatoi, docce, bagni e ovviamente un servizio di assistenza bagnanti.
C’è anche la possibilità di noleggiare un lettino, ma sono molti quelli che preferiscono stendere l’asciugamano sul morbido manto erboso anche perché, rispetto alla spiaggia, non c’è la noia della sabbia. Una valida alternativa al mare, per molti anche grazie ai costi contenuti dell’ingresso che variano dai 13€ dei giorni feriali ai 17 dei festivi ma, per i più affezionati, sono disponibili delle convenienti formule di abbonamento, oltre allo sconto per chi abita in zona.

 

Terme-Roma-tivoli-ingresso

Il banco accettazione

Passare una piacevole giornata all’aria aperta a mollo in acqua è solo uno dei validi motivi per frequentare il complesso termale. Quello più importante è senza dubbio l’aspetto benefico di queste acque, note fin dall’antichità. Non a caso il nome di acque albule deriva dalla parola latina albula che significa “biancastra”, un chiaro riferimento a una delle caratteristiche di queste acque. L’acqua giunge qui dalle sorgenti che si trovano più a nord, presso i due laghi Regina e Colonnelle, dove sorgono ad una temperatura costante di 23 gradi e arrivano alle terme nella quantità di 3.000 litri al secondo. I Romani, grandi intenditori di acqua e di terme, ne conoscevano le proprietà e tra gli utilizzatori più celebri anche due imperatori: Nerone e Adriano. Nerone le deviò addirittura fino a Roma, per la sua Domus Aurea; Augusto invece le utilizzò per alimentare le terme della vicina Villa Adriana dove era solito bagnarsi per guarire dalla gotta. Anche lui aveva capito il vantaggio del binomio curarsi divertendosi!

 

Terme-Roma-Tivoli-spa

L’idromassaggio nella SPA

 

Come ho già detto, anche solo il fare il bagno in queste acque fa bene alla salute, ma lo stabilimento termale offre sia cure specifiche, alcune convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, che trattamenti di benessere e di estetica.

Le cure convenzionate sono di quatto tipologie:

Cure inalatorie

  • Balneoterapia
  • Fangobalneoterapia
  • Sordità rinogena

Per averne diritto, pagando esclusivamente il ticket, è necessaria una prescrizione medica relativa a specifiche patologie. Tra le strumentazioni a disposizione, anche apparecchiature all’avanguardia come ad esempio quello per le insufflazioni endotimpatiche in grado di intervenire sulla sordità rinogena con un miglioramento certificato dell’udito.
Tra le novità di quest’anno la lampada UVB a banda stretta. Si tratta di un trattamento, non in convenzione, per la cura della psoriasi e di altre problematiche dermatologiche.
Noi ci siamo limitati a provare personalmente, oltre alle piscine, l’ambiente SPA le Vie del bBnessere, con un percorso fatto, tra le altre cose, di sauna, bagno turco, docce aromatizzate, vasche kneipp, piscina termale riscaldata e idromassaggio lombare. Qui è obbligatoria la cuffia che viene fornita dal centro. Il percorso si conclude sui lettini della sala relax sorseggiando una tisana, il modo migliore per affrontare il (faticoso) rientro alla realtà nel momento in cui si varca l’uscita.
La SPA è aperta dal mercoledì al lunedì dalle 10 alle 17, il sabato orario prolungato fino alle 19. Il costo è di 40€ nei giorni feriali e 45 nei festivi. Per chi preferisce farsi coccolare anche con massaggi e trattamenti specifici, singoli o di coppia, sono disponibili particolari pacchetti benessere a partire da 50€.

Non mancano poi spazi dedicati alla medicina estetica, che vanno dal trattamento con la tossina botulinica alla mesoterapia e molto altro ancora. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per un vero turismo termale che alla cura del corpo associa anche il divertimento. Nelle sere d’estate il parco delle terme ospita un programma di concerti.

Tivoli, che offre anche interessanti visite culturali a partire dal centro storico, è famosa per tre importanti ville: Villa Gregoriana, Villa d’Este e Villa Adriana, queste ultime patrimonio dell’Umanità Unesco. Musica, cultura, relax che altro chiedete? Un po’ di attività all’aria aperta all’insegna della natura?

Bene, c’è anche questo. Chi preferisce una vacanza più green può scegliere di fare un’escursione in giornata alla vicina riserva di Monte Catillo o spingersi fino ai Monti Lucretili o Prenestini (a tal proposito, cosa vedere a Genazzano? Un interessante trekking urbano vi mostrerà tutte le chicche di questo delizioso borgo della campagna romana e se siete delle buone forchette, vi consigliamo di leggere dove mangiare a Olevano Romano per scoprire un posticino dove tornerete volentieri!).

Dove dormire? Proprio accanto allo stabilimento termale è situato l’hotel Victoria (4 stelle) con comodo parcheggio interno.

Indirizzo: Via Tiburtina Valeria, km 22,700. Chi viene in auto, può utilizzare l’autostrada Roma – l’Aquila, uscita Tivoli o Lunghezza, oppure uscita 13 del Grande Raccordo Anulare direzione Tivoli. Da Roma, le Terme sono raggiungibili anche con il pullman Cotral, partenza da Ponte Mammolo, con fermata proprio davanti lo stabilimento termale o in treno dalla stazione Tiburtina (linea Roma – Pescara). Per maggiori informazioni, consultate il sito internet www.termediroma.org

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento