Home » Italia » Toscana » Fiorenza Nera, tour noir alla scoperta di Firenze

Fiorenza Nera, tour noir alla scoperta di Firenze

Ponte Vecchio Firenze

Avete mai fatto una passeggiata per Firenze sulle tracce degli omicidi più efferati della città del giglio? Se la risposta è no, prenotate il prima possibile “Fiorenza nera“, un walking tour da brivido che vi farà fare un salto tra Medioevo e Rinascimento mappando i luoghi in cui avvennero assassini e congiure che hanno fatto la storia.

Il viaggio nel lato più oscuro di Firenze inizia nei pressi del Ponte Vecchio dove il giovane Buondelmonte dei Buondelmonti venne brutalmente ucciso nel 1216 per non aver onorato l’impegno a contrarre matrimonio con una discendente degli Amidei per sposare la bellissima figlia di Forese Donati. L’efferato omicidio viene ricordato anche da Dante che fa pronunciare a Cacciaguida delle parole di condanna molto forti contro la vittima perché il suo disdicevole comportamento scatenò una guerra civile (la lotta tra Guelfi e Ghibellini) che compromise pesantemente, per decenni, il benessere di quella che nonostante tutto riuscì a risorgere, come una splendida fenice, diventano la Culla del Rinascimento.  L’omicidio avvenne nei pressi di una “pietra scema che guarda ‘l ponte” e cioè di fronte ai resti di una statua di Marte lì ubicata quando i fiorentini si convertirono al Cristianesimo e decisero di costruire il Battistero dedicandolo al nuovo protettore della città, San Giovanni.

Tondo-Savonarola-Firenze

Il tondo che ricorda la morte di Savonarola

Il walking tour prosegue in piazza della Signoria dove si possono ascoltare due storie altrettanto avvincenti: la morte del Savonarola (ricordata in un tondo  incastonato nel pavimento) e il (presunto?) omicidio di Francesco I e Bianca Cappello. Non vi vogliamo però svelare altro, di queste due tappe, per lasciare a Claudia, la brava guida che ci ha accompagnati nella passeggiata, il gusto di raccontare qualche chicca singolare!

Duomo-Firenze

Cattedrale di Santa Maria nel Fiore

Ci spostiamo quindi in piazza del Duomo, di fronte alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, per pendere letteralmente dalle sue labbra alla descrizione di uno degli assassinii più famosi della storia rinascimentale. Vittima della Congiura dei Pazzi (ricca famiglia di banchieri che voleva soppiantare la storica famiglia rivale),  il 24 aprile del 1478 fu il bellissimo Giuliano de’ Medici; solo ferito fu il colto Lorenzo.

Leonardo_da_Vinci_-_Hanging_of_Bernardo_Baroncelli_1479

Il disegno di Leonardo dell’esecuzione Di Leonardo da Vinci – http://www.executedtoday.com/images/Hanging_of_Baroncelli.jpg Text, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=12633620

 

La risposta di Lorenzo fu talmente sorprendente (il giovane decise di non vendicarsi del fratello ma di piangerne la morte) che fu la popolazione a farlo al suo posto, accanendosi contro i congiurati. In quattro furono impiccati nel giro di poche ore e i corpi di due furono gettati nell’Arno. Il cadavere del quinto, Bernardo Bandini Baroncelli, venne ritratto da Leonardo da Vinci visto che il maestro assistette alla sua esecuzione nel Bargello (altra tappa del tour) oggi Museo nazionale del Bargello dedicato alla scultura ma all’epoca sede del Capitano del Popolo e successivamente del Podestà (e finanche carcere).

Come prenotare il tour Fiorenza Nera? Andate sul sito Ti porto a Firenze e contattate Claudia, la guida che vi farà vedere Firenze con occhi diversi. Ma davvero!

Per approfondimenti

Dove dormire a Firenze: la nostra esperienza al Rodo Fashion Delight

Cosa vedere di insolito a Firenze tra farmacie, teste pietrificate e giardini

Tour Inferno a Firenze: sulle tracce del professor Langdon e la bella Sienna

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento