Home » Italia » Sicilia » Alcantara in quad: avventura con Sicilying

Alcantara in quad: avventura con Sicilying

Visita delle Gole dell'Alcantara in quad

Alcantara in quad

Visitare le gole dell’Alcantara in quad è un’esperienza che consigliamo a tutti quelli che vogliono scoprire questo spicchio di Sicilia in maniera più divertente!

Le Gole dell’Alcantara in quad

Se siete in partenza per la Sicilia, consultate Sicilying una specie di catalogo online con tante esperienze da fare sull’intera isola!

 

Le gurne

Le gurne dell’Alcantara [Tutte le foto di questo articolo sono di Turista di mestiere – i diritti sono riservati]

Tra i filtri presenti nel portale (Arte & Cultura, Cantine & Vigne, Corsi di cucina, Relax & Benessere, Natura solo per citarne alcuni) abbiamo orientato la ricerca sul tema Avventura.

Ci ha subito intrigati il percorso che, da Francavilla di Sicilia (in provincia di Messina) ci ha poi permesso di ammirare la Valle dell’Alcantara (accento sulla seconda “a”) solitamente ignorata dai turisti, notoriamente più intrigati dalle Gole.

Per rendere più speciale il viaggio lungo la Valle, abbiamo voluto assolutamente sperimentare l’avventura in quad attraverso sterrati, strade secondarie e panorami molto diversi tra loro (decisamente brulli in alcune zone e ricchi di vegetazione in altre).

L’escursione è durata 1,5h ma per gli appassionati, è possibile scegliere anche altri percorsi che si snodano su tratti esclusivamente off-road direzione Montagna Grande o Etna (durata minima 3 ore)!

Tutte le foto di questo articolo sono di Turista di Mestiere - i diritti sono riservati -

Escursione nella Valle dell’Alcantara

Giunti all’appuntamento, prenotato online, abbiamo conosciuto Salvatore, il simpatico titolare del noleggio quad.

Pochi minuti per sbrigare le pratiche relative all’assicurazione e siamo partiti, con suo figlio Giuseppe, alla scoperta della Valle.

Per garantire l’assoluta sicurezza, l’escursione prevede una guida in testa alla colonna di quad e la sua conoscenza del territorio ha soddisfatto la nostra curiosità con aneddoti curiosi e informazioni interessanti durante il tour.

Alcantara-in-quad-sicilia-2

Escursione nel letto del torrente Zavianni

Dettagli sul tracciato

Il percorso si snoda lungo il letto del torrente Zavianni (affluente attualmente in secca dell’Alcantara ), con l’Etna sempre incombente in lontananza.

Qui si corre in uno scenario quasi lunare, su una superficie piatta, sbiancata, caratterizzata da rocce sbriciolate che rendono l’attraversamento in quad più divertente.

 

Escursione nel letto del

Escursione nel letto del torrente Zavianni

Quando ci siamo quindi spostati più a monte, abbiamo parcheggiato e a piedi, lungo un sentiero discretamente segnalato, abbiamo raggiunto le bellissime gurne, i laghetti verde smeraldo formatisi nel letto lavico del fiume.

Per una foto ricordo davvero incantevole, salite sulla passerella metallica della centrale Enel, realizzata per sfruttare la potenza delle acque nella valle dove sono sorti molti mulini fin dalla fine dell’800.

Gurne, Alcantara

Le gurne dell’Alcantara

I resti del Castello di Francavilla di Sicilia

I resti del Castello di Francavilla di Sicilia

 

Ad incorniciare le gurne, la collina che domina Francavilla e sulla cui cima si intravedono i resti dell’antico castello normanno.

Inforcati nuovamente i quad, siamo tornati nel centro di Francavilla passando per uno sterrato attraversato da rigagnoli che ci hanno regalato l’impressione di un “guado” alla Indiana Jones.

Terminato il giro (il tempo è davvero volato!) abbiamo riportato i quad a Salvatore e abbiamo voluto completare l’avventura con una visita delle Gole dell’Alcantara.

Questo strepitoso strepitoso canyon, alto fino a 25 metri e largo fino a 5, è frutto dell’erosione da parte del fiume omonimo di una superficie su cui si sono riversate – in epoche successive – le colate laviche provenienti dal basso versante settentrionale dell’Etna.

 

Alcantara-in-quad-turista

Informazioni pratiche

Prezzi: 45€ a quad (incluso carburante, assicurazione e guida). E’ richiesta la patente B o, nel caso di ragazzi dai 16 anni in su, la A1 (MA i minorenni non possono portare passeggeri).

E’ consigliabile un abbigliamento adeguato: scarponcini resistenti (noi abbiamo indossato quelli da trekking) e k-way.

P.S. NON è così semplice guidare il quad quindi i primi 10-15 minuti sono da considerarsi di “test”. Non rinunciate. Appena avrete “preso la mano”, vi divertirete tantissimo! Se avete bisogno di chiarimenti, a questa pagina trovate tutte le info utili per il noleggio di un quad per vivere l’esperienza dell’avventura sull’Etna! Ringraziamo Sicilying per averci offerto questa esperienza così insolita!

POTREBBERO INTERESSARTI...

16 commenti

Loredana 24 Novembre 2014 - 10:41

Ciao ragazzi 🙂 vi aspettiamo! La Sicilia è una terra magica…

Rispondi
Monica Nardella 25 Novembre 2014 - 9:22

Noi torneremo di sicuro!!! 😀

Rispondi
Mary 18 Novembre 2014 - 10:55

Ma oltre il costo del quad che include le cose che hai elencato,per caso ci sono altri costi da aggiungere come i caschi ecc? 🙂

Rispondi
Monica Nardella 18 Novembre 2014 - 16:08

No no, il prezzo è FINITO! Ottimo, no?

Rispondi
Mary 18 Novembre 2014 - 16:10

Assolutamente!!! Ci andrò prossimamente senza alcun dubbio! 😀

Rispondi
Monica Nardella 19 Novembre 2014 - 9:26

Allora spetto una foto per #onemmilionphotos 😀

Rispondi
Lucia 17 Novembre 2014 - 8:57

Ho pensato la stessa cosa di Alessandro: sembra primavera dalle immagini 😀
La strada sembra molto tranquilla poi (niente salite o sentieri pericolosi… o sbaglio?)… ho anche scoperto – finalmente – dove va l’accento giusto 😀

Rispondi
Monica Nardella 17 Novembre 2014 - 20:53

ahhahahahah quella dell’accento è una cosa che ho voluto scrivere perché spesso si sbaglia (anche noi, lo confesso!). La strada è sterrata ma non pericolosa, almeno nel tratto che abbiamo percorso noi, quindi… prova anche tu!!!

Rispondi
cristina pasin 15 Novembre 2014 - 13:19

Che super esperienza! Andrà a finire direttamente nella mia to do list 🙂

Rispondi
Monica Nardella 17 Novembre 2014 - 21:01

grande Cristina, aspetto una tua opinione… magari dall’Etna!

Rispondi
Alessandro @ Girovagate 14 Novembre 2014 - 18:56

sono una parola: bellissime! Dalle foto sembra che ci siete stati a primavera 🙂 Che bel sole!!!
Non dev’essere male nemmeno farci un bagno in estate!

Rispondi
Monica Nardella 17 Novembre 2014 - 22:02

uno spettacolo Ale, davvero! Siamo stati particolarmente in quel week end 😀

Rispondi
Milly 12 Novembre 2014 - 12:46

Ecco, a me questa esperienza piacerebbe tantissimo! Le strade che avete percorso sono molto dissestate o credi che sia fattibile con bimba di 7 anni?

Rispondi
Monica Nardella 13 Novembre 2014 - 10:17

Non credo che vi siano delle restrizioni per i minori come passeggeri perché il percorso è assolutamente SICURO e la velocità non è mai elevata: secondo me si divertirebbe tantissimo!

Rispondi
83saretta - Viaggio AnimaMente 12 Novembre 2014 - 0:58

Ho visto solo le Gole … Ma la Valle dal tuo racconto e dalle tue foto sembra stupenda *_*

Rispondi
Monica Nardella 12 Novembre 2014 - 10:09

Si Sara, è un vero incanto! Per noi che abbiamo visto prima la Valle e poi le Gole, siamo rimasti piacevolmente sorpresi! Da vedere assolutamente le Gurne, quei laghetti dall’acqua cangiante e cristallina!!!

Rispondi

Lascia un commento