Home » Sudamerica » Brasile » Brasile: Ouro Preto, la capitale barocca!

Brasile: Ouro Preto, la capitale barocca!

Ouro Preto Brazil

Un nuovo viaggio in Brasile (specialmente per chi chi è già stato più volte) potrebbe diventare un’occasione per visitare delle regioni del paese poco conosciute che avrebbero molto da raccontare!

Brasile da scoprire: Belo Horizonte

Ad esempio Belo Horizonte: vi siete chiesti il perché di questo nome? Potreste scoprirlo, percorrendo la bellissima e interessante strada barocca che attraversa Minas Gerais!

Questa regione orientale del paese verdeoro, grande quanto la Francia, è ricca di miniere e vanta un grappolo di città coloniali dove il tempo pare essersi fermato.

L’intera area, oggetto di intenso sfruttamento minerario durante la corsa all’Oro, trova il suo più fulgido esempio in Ouro Preto.

Mentre infatti molte delle città storiche, Congonhas e Sabará soprattutto, hanno subito una revisione urbanistica nell’ultimo secolo, Ouro con il (fortunato) trasferimento della capitale a Belo Horizonte nel 1897 si è preservata come un gioiello in uno scrigno. 

Ouro Preto, città coloniale lungo la Strada Barocca, Brasile

Ouro Preto, città coloniale lungo la Strada Barocca, Brasile – foto | Zaida Machado

 

Ouro Preto, la capitale barocca del Brasile

Mai metafora fu più indovinata! Il nome rievoca l’Oro Nero della Vila Rica che nel XVIII secolo ha attirato avventurieri di ogni sorta, convinti (alcuni a ragion veduta) di arricchirsi con le pepite d’oro che la leggenda racconta si trovassero ovunque!
La grande disponibilità di denaro consentì la committenza di grandi opere e di preziosi decori tanto che l’Unesco nel 1980 si persuase a preservare il più importante patrimonio barocco del Brasile.
Ma andiamo con ordine.
La fisionomia di Ouro  è già di per sé molto singolare: stradine tortuose si aggrappano al terreno disegnando ripidi saliscendi. 

Ouro Preto, città coloniale lungo la Strada Barocca, Brasile

Ouro Preto, città coloniale lungo la Strada Barocca, Brasile – foto | chris.diewald

Camminando – rigorosamente con scarpe comode – tra le case bianche adornate con colorate porte e finestre, noterete ben 13 chiese, sparse sul fianco della collina.
Un tour che contempli la visita di tutti gli edifici religiosi sicuramente si rivelerebbe faticoso, oltre che suggestivo quindi, se proprio foste nella necessità di fare una selezione,  vi consigliamo di optare per la chiesa di San Francesco d’Assisi il capolavoro di Aleijadinho, l’architetto e scultore brasiliano che ne ha realizzato la facciata, la cappella maggiore, gli altari laterali, le sculture del portale e dei pulpiti (mentre sul tetto si trova il capolavoro di Manuel da Costa Ataide, il dipinto dell’Assunzione della Madonna).
Imperdibile anche Nostra Signora del Pilar, famosa per i 400 kg di oro (e altrettanti di argento) utilizzati a scopo decorativo e 400 angeli che ne affollano le nicchie.

Ouro Preto, città coloniale lungo la Strada Barocca, Brasile

Ouro Preto – foto | Claudio Tebaldi

Altra caratteristica del villaggio sono le numerose fontane in pietra, alcune ancora perfettamente conservate con belle iscrizioni in latino!
La più famosa è la fontana dos Contos, in piazza Tiradentes, dove si trova anche la Casa dos Contos (una delle più fotografate della regione)!
Il nome di fontana e casa rievocano il nome della moneta coloniale  portoghese: qui aveva sede infatti la Zecca di Ouro!
Se volete scoprire qualcosa di più delle miniere e del tentativo di rivolta delle città coloniali alla pressante tassazione imposta dalla Corona portoghese, vi consigliamo la visita alla miniera di Chico Rei e al Museo Inconfidencia.
Alla cospirazione partecipò Joaquim José da Silva Xavier, un valoroso patriota meglio conosciuto come Tirandentes (per la professione di dentista) che venne giustiziato pubblicamente per sedare immediatamente ogni forma di protesta (il giorno della sua morte è festa nazionale!).

Ouro Preto, città coloniale lungo la Strada Barocca, Brasile

Ouro Preto – foto | adrivdm

Per tornare del giusto umore (siete sempre in Brasile!) avventuratevi   tra le caffetterie e i negozi della Rua Direita!
Se non la trovate sulla cartina, tranquilli: quasi tutte le strade di Ouro hanno un doppio nome, uno ufficiale, troppo lungo e poco usato, e uno popolare, più breve e colloquiale.
Chiedete dunque e ve la indicheranno!
Se pensate che la Vila Rica sia una meta esclusivamente per amanti della storia e dell’arte coloniale, vi sbagliate di grosso! Le serate sono spesso animate dagli oltre 5000 studenti dell’Università Federale, attivi soprattutto il 12 ottobre, in occasione della Festa dell’Università a cui partecipano anche gli ex studenti.
Evidente retaggio del colonialismo portoghese sono le republicas, le case dello studente (private e pubbliche) che non si trovano in nessun’altra città brasiliana.

Ouro Preto, città coloniale lungo la Strada Barocca, Brasile

Ouro Preto  – foto | Glauco Umbellino

Se avete qualche giorno in più a disposizione, prendete il tipico trenino a vapore che, oltre a regalarvi panorami incantevoli vi condurrà nella vicina Mariana, altra città storica (partenze venerdì – domenica e festivi alle ore 10 da Ouro e alle 14 da Mariana. Prezzo 40 rs -circa 13€-, gratis under 5 e over 60).
La chicca: Ouro Preto possiede anche il più antico teatro del Brasile, il Teatro Municipal, capace di ospitare fino a 300 spettatori e dotato di un’acustica perfetta!

Quando andare a Ouro Preto

Ouro si trova a oltre 1000 metri slm e quindi le temperature variano dai 2 ai 28 gradi.
I mesi più piovosi sono senza dubbio dicembre e gennaio. Il periodo migliore va da marzo ad agosto (perfetto dunque per i Mondiali del 2014!).
La Semana Santa prevede delle celebrazioni molto sentite dai fedeli e molto partecipate anche dai turisti per la tipica usanza di decorare i 3 km di strade lungo cui passa la processione con tappeti di fiori, caffè, segatura. 
Se preferite godere della città in momenti di minore afflusso turistico, evitate il Carnevale, la Pasqua e la Festa degli Universitari.

Ouro Preto, città coloniale lungo la Strada Barocca, Brasile

Ouro Preto – foto | Pedro Pochio

Come arrivare a Ouro Preto

L’aeroporto più vicino, a 107 km, è il Tancredo Neves International di  Belo Horizonte.
Potete raggiungerlo con TAM (la più grande compagnia aerea del paese che ha fortemente incrementato i voli – circa 750! – per garantire la massima copertura di questo straordinario evento) da Roma Fiumicino (con scalo a Francoforte e a Rio – circa una ventina di ore di viaggio) o da Milano Malpensa (con scalo a San Paolo e Rio – circa 17 ore di viaggio).
Dal Tancredo Neves, potrete affittare un’auto oppure prendere un bus della linea Passaro Verde (tempo di percorrenza 2 ore, 17rs -circa 5,50€-, corse tutto il giorno).
In alternativa, potete atterrare direttamente a Rio de Janeiro e raggiungere Ouro preto in bus (tempo di percorrenza circa 7 ore, 57rs -circa 18,50€-, una corsa al dì la sera) o da Sao Paulo (tempo di percorrenza 10 ore, 88rs -circa 29€-, una corsa al dì al mattino).

Mai visitato Rio? Scopri allora Cosa fare a Rio de Janeiro?

Info utili
Indirizzo San Francesco d’Assisi: largo da Coimbra
Prezzi: a pagamento
Orari: dal martedì alla domenica 8:30-11:45 e 13:30-17
Indirizzo Nostra Signora: Monsenhor Castilho Barbosa
Prezzi: a pagamento
Orari: dal martedì alla domenica 9:0-12:00 e 12:45-16:45

POTREBBERO INTERESSARTI...

1 commento

Deyse Ribeiro 28 Luglio 2015 - 0:55

Sono nata in una città molto vicina ad Ouro Preto. Bello leggere della mia altra terra qua! bello!!!

Rispondi

Lascia un commento