Home » Sudamerica » Brasile » Cosa fare a Rio de Janeiro: a cidade maravilhosa

Cosa fare a Rio de Janeiro: a cidade maravilhosa

Rio de Janeiro Morro dois Irmaos

Cosa fare a Rio de Janeiro? Cosa vedere in questa meravigliosa città del Brasile?

Rio de Janeiro

Se dico Rio de Janeiro, la prima cosa che mi viene in mente sono le bellissime spiagge di Ipanema, popolata da avvenenti ragazze carioca (che significa appunto native di Rio) e subito dopo, quella di Copacabana, strapiena di ragazzini brasiliani che giocano a calcio sognando un giorno di calcare il prato del celeberrimo stadio cittadino, il Maracanà (alzi la mano chi di noi calciofili non abbia sognato almeno una volta di scorrazzare sulle spiagge verdeoro come Ronaldo “O fenomeno” nel celebre spot Nike anni’90).

E ancora il Cristo Redentore, situato all’apice del colle Corcovado nonché una delle 7 meraviglie del mondo moderno, che svetta sulla baia (la vera meraviglia del mondo, quando ammirerete la vista da lì sopra: ne riparleremo!) imprimendo un senso di protezione a chiunque lo ammiri.

Sono stato 3 volte a Rio, unico posto fuori dai confini europei visitato più di una volta e dove tornerei ancora (ho all’attivo circa 25 viaggi intercontinentali).

Rio-de-janeiro-Arpoador-view-on-Ipanema

Vista su Ipanema da Pedra do Arpoador

View-from-corcovado-christ-the-redeemer

Vista dal Corcovado, la collina da cui svetta il Cristo Redentore

L’ho vista d’estate e d’inverno (che poi, parliamone del freddo inverno brasiliano con temperature tra i 18 e 25 gradi!), l’ho vissuta due volte durante i pirotecnici fuochi di artificio di capodanno sulla spiaggia di Copacabana (non perdete il video più avanti), l’ho vissuta di giorno e di notte, l’ho vista persino in elicottero: devo dire che ogni volta ha saputo sorprendermi in modo diverso.

È riduttivo dire che Rio de Janeiro sia una città meravigliosa, Rio de Janeiro è LA città meravigliosa; è perfetta per i single, è perfetta per le coppie, è perfetta per le famiglie, è perfetta per chi vuole visitare e scoprire.

Rio de Janeiro è il Brasile e il Brasile è Rio de Janeiro.

Città meravigliosa ma ricca di contraddizioni; ci sono persone estremamente ricche che vivono nel benessere più sfrenato nei quartieri più lussuosi (Ipanema e Leblon) e a pochi passi  ci sono sterminate distese di favelas, impressionanti agglomerati urbani che definire zone popolari è a dir poco benevolo. C’è da dire che non tutte le favelas sono pericolose, anzi la maggior parte sono dotate dei panorami più belli per ammirare la baia e vengono organizzati tour appositi per visitarle! Io, come sempre, consiglio di visitare sempre tutto per farsi un’idea propria piuttosto che sentire il racconto di un altro.

Rio-de-Janeiro-View-from-Sugar-Loaf-Mountain

Spettacolare vista dal Pan di Zucchero

Cosa fare a Rio de Janeiro?

E qui, apriti cielo! Ho soggiornato complessivamente un mese a Rio e ancora non ho finito di visitare tutti i luoghi e le attrazioni principali.

La prima cosa da fare a Rio è, ovviamente, recarsi sul Corcovado per vedere il Cristo Redentore e godere dell’impagabile vista sulla baia (P.S. Nota di Monica: e fare una foto a braccia spalancate è la n. 56 delle mie 100 cose da fare prima di morire!).

Come visitare il Cristo di Rio? In trenino o in minibus?

Rio-de-Janeiro-Christ-the-Redeemer

Immancabile foto col Cristo Redentore

La seconda è salire sul Pan di Zucchero, celebre colle situato a circa 400mt di altezza, raggiungibile attraverso la funivia “Bondinho”. Vista a 360° sulla città incluso il Cristo Redentore. E qui, in compagnia dei miei amici Valerio e Pasquale, durante il primo soggiorno, ho effettuato un giro in elicottero della baia, l’unico modo per vedere contemporaneamente il Cristo e la baia (visto che il Cristo è rivolto proprio verso la baia). Non aggiungo altro, guardate il video!

Vi consiglio poi di andare a Lapa, quartiere centrale, per un rapido giro del centro che non ha nulla di particolare (anche la Cattedrale non è indimenticabile) se non l’imperdibile Escadaria Selarón, una scalinata fatiscente trasformata in opera d’arte dall’artista cileno Jorge Selarón.

Rio-Escadaria-Selaron-Lappa

La coloratissima Scalinata Selarón a Lapa

Uno dei posti più belli di Rio è sicuramente Parque Lage, nel quartiere Jardim Botânico, ai piedi del Corcovado. La casa, circondata dalla foresta sub-tropicale del Parque Nacional da Tijuca , era inizialmente dimora dell’industriale Enrique Lage e fu successivamente convertita in un parco pubblico. È inspiegabile come questo posto sia molto più frequentato dai locali che dai turisti.

Rio-de-Janeiro-Parque-Lage

Le suggestive atmosfere del Parque Lage,

Se avete tempo, organizzate proprio un’escursione nella foresta del Parque Nacional da Tijuca, un polmone verde che abbraccia una larga parte della città nella zona adiacente al Cristo, ricco di cascate, fiumiciattoli e viste mozzafiato come la celebre Vista Chinesa.

Rio-de-Janeiro-Vista-Chinesa

Vista Chinesa dalla foresta da Tijuca

Last but not least, indubbiamente il mio posto preferito. Avete presente la classica foto della spiaggia di Ipanema, dove sullo sfondo si scorgono quelle due montagnelle verdi che sovrastano la spiaggia? Bene, quello è Morro Dois Irmãos (“Colle dei due fratelli”).

Sono riuscito ad arrivare lì sopra solamente al terzo viaggio a Rio e me ne pento. È assolutamente il posto più bello della città e da dove si gode la visuale migliore. Non è però agevole da raggiungere: dovrete innanzitutto addentrarvi con una guida locale all’interno della favela di Sao Corrado e raggiungere l’inizio della “Trilha” (sentiero).

Da lì vi dovrete cimentare in una faticosa scalata di 45 minuti tra la fitta vegetazione per godere, sì godere, il panorama più bello di Rio. (video)

Rio-de-Janeiro-Morro-dois-Irmaos

La più bella vista di Rio da Morro dois Irmãos

Andate a visitare il quartiere Santa Teresa, possibilmente fate un giro con il famoso tram e poi al tramonto andate a fare un aperitivo all’esclusivo Bar dos Descasados, all’interno dell’hotel Santa Teresa. Mi ringrazierete!

Se avete tempo, fate un giro attorno alla “Lagoa” e al giardino botanico. Ciliegina sulla torta, tra le cose da fare a Rio, andate a vedere una partita al Maracanà, ne vale la pena. Noi abbiamo visto il derby Fluminense -Vasco da Gama, un grande spettacolo (con breve video)!

Le spiagge di Rio de Janeiro

Ipanema tutta la vita, per bellezza, qualità della frequentazione e per tutto il contorno. D’altronde la celebre canzone “Garota de Ipanema” di Antônio Carlos Jobim mica è stata scritta per caso. Bevete acqua di cocco come se non ci fosse un domani, sono tutti freschi e dal sapore eccezionale. Leblon, che è la prosecuzione di Ipanema, è più tranquilla e piena di famiglie.

Rio-de-Janeiro-Ipanema-beach

La spiaggia di Ipanema

Copacabana, più rustica e popolare, merita un bagnetto e due calci a un pallone insieme ai tanti “meninos brasileiros” che la affollano.

Arpoador (dove è stata scattata la foto copertina dell’articolo), l’anello di congiunzione a punta tra Ipanema e Copacabana, è nota per essere il ritrovo dei surfisti. Vi consiglio di andare lì al tramonto per l’aperitivo.

Flamengo e Botafogo, spiagge dei rispettivi quartieri frequentate esclusivamente dai residenti, meritano una passeggiata e qualche bellissimo scatto dal basso all’adiacente Pan di Zucchero.

Infine la spiaggia di Barra da Tijuca, quartiere di nuova costruzione a circa 25 minuti di auto da Ipanema. Una spiaggia lunga 15km, bellissima e dove ci sono solo persone del posto. Ve la consiglio vivamente. In particolare c’è uno stabilimento che si chiama Praia do Pepe, proprio all’inizio, molto ben frequentato.

Rio-de-Janeiro-Copacabana-beach-

La bellissima spiaggia di Copacabana

Dove dormire a Rio de Janeiro

Quando andare a Rio de Janeiro?

L’estate brasiliana, da dicembre a marzo, è sicuramente il periodo più indicato per chi desidera godere di una vacanza all’insegna del mare, del sole e del divertimento; in questo periodo infatti sono previsti i due eventi principali, il Capodanno e il Carnevale, senza alcuna ombra di dubbio i più famosi ed importanti di tutto il mondo. Di contro, fa molto caldo (le temperature arrivano agevolmente a 40° e l’umidità raggiunge picchi elevati), c’è tantissima gente, le spiagge sono super affollate e i prezzi sono ogni anno più alti, boom dovuto anche alle recenti manifestazioni sportive (olimpiadi 2016 e campionati del mondo di calcio 2014).

Il restante periodo dell’anno ha temperature molto vicine alla primavera italiana, non c’è la ressa di turisti, i prezzi sono molto più abbordabili e, se siete appassionati di foto come me, si riescono a realizzare scatti molto più suggestivi, in quanto il cielo è più terso per la mancanza di quella cappa di umidità estiva che spesso ne pregiudica la nitidezza. Il mio primo soggiorno l’ho fatto proprio ad agosto (inverno brasiliano) e devo dire che sono riuscito a godermi maggiormente i tanti luoghi da visitare come turista. Le due volte successive, a capodanno, io ed i miei amici ci siamo lasciati contagiare dal clima vacanziero e dall’esuberanza straripante del popolo brasiliano. Guardate questo video per credere!

Rio-de-Janeiro-View-from-Sugar-Loaf-Mountain-

Vista dal Pan di Zucchero

Rio de Janeiro è sicura?

Una delle domande che mi sono sentito rivolgere poco prima di ogni partenza: non è pericoloso andare a Rio? Premesso che sono napoletano (quindi non propriamente svizzero) e ho sempre biasimato i pregiudizi e luoghi comuni spesso ingiustificati sulla mia città, vi dico di no, non è pericoloso. Basta rispettare le più elementari regole di sicurezza da adottare in qualunque viaggio all’estero: vestire in maniera poco appariscente, evitare ogni tipo di accessorio, avere pochi soldi contanti con sé ma, soprattutto, tenersi lontani dai luoghi isolati e poco turistici. Per il resto l’unico problema serio sono i ladruncoli di spiaggia, di una abilità e velocità che rasenta il paranormale, vi giuro (chiedere ai miei amici Pasquale e Milos per conferma…). Non vi addentrate mai nelle favelas se non siete accompagnati da persone del posto.

Vita notturna

La vita notturna, per noi turisti, si svolge principalmente per le stradine di Ipanema e Leblon, che pullulano di locali con musica dal vivo. Non ve ne consiglio uno in particolare, girate e seguite il vostro cuore…

Nel quartiere centrale di Lapa ci sono locali più caratteristici (e anche più rustici, non vi acconciate tropo per le feste, sembrereste delle mosche bianche) tra i quali l’immancabile (e super turistico) Rio Scenarium, un locale bellissimo su più piani con differenti sale di musica dal vivo e il Bar Carioca da Gema, con travolgente musica brasiliana “au vive”.

Cosa mangiare a Rio de Janeiro

Ah in conclusione sfatiamo un altro mito: le brasiliane sono estroverse, ma non “disponibili”; sappiate sfoderare il fascino romantico e galante dell’uomo latino, merce rara da queste parti, e potreste conquistare un cuore carioca!

I love Rio!!!

Articolo redatto da Gigilatrottola

POTREBBERO INTERESSARTI...

3 commenti

Alessandro 21 Novembre 2018 - 19:21

Un post molto interessante che rafforza la mia convinzione di andare in Brasile quanto prima 🙂 Complimenti anche per le foto 😉

Rispondi
Monica Nardella 25 Novembre 2018 - 21:02

Grazie mille Alessandro 🙂

Rispondi
micol 25 Marzo 2019 - 22:03

Bravissimo Gigi!

Rispondi

Lascia un commento