Home » Italia » Umbria » Il Gusto di Viaggiare: viaggio tra i sapori del Lago Trasimeno

Il Gusto di Viaggiare: viaggio tra i sapori del Lago Trasimeno

Fagiolina del trasimeno Umbria

L’itinerario del gusto sul lago Trasimeno è ricco di tappe e percorsi, ma il punto di partenza è senz’altro l’olio extravergine di oliva, il prodotto simbolo di questi luoghi conosciuto e apprezzato anche oltre confine, pensate infatti che la sola Umbria ha circa 30.000 ettari di uliveto, un numero cospicuo di frantoi e ben 8.000 certificazioni DOP. 

I Sapori del Lago Trasimeno

Il territorio collinare che circonda il lago è quasi completamente coltivato a ulivo per lo più della specie “agogia”, qualità esclusiva del DOP “Colli del Trasimeno” che fornisce al prodotto un gusto squisitamente leggero; quest’olio si sposa perfettamente con la cucina del luogo, caratterizzata da cibi semplici e genuini.

 

L’olio del Trasimeno

 

Bruschetta-olio-Umbria

Bruschetta con olio umbro

 

È un olio dal sapore morbido e delicato, è un extravergine ma sembra quasi filtrato per il suo tipico colore chiaro, un aroma netto e deciso di olivo con un leggero retrogusto piccantino, ideale abbinato a primi piatti tradizionali e verdure o per condire a freddo legumi e grigliate, speciale sulla bruschetta (per approfondimenti: Strada dell’Olio DOP Umbria).

Se volete sapere che cosa condire con questo superbo olio, vi garantiamo che la varietà enogastronomica è ricchissima e c’è solo l’imbarazzo della scelta tra i prodotti del luogo che sono intimamente legati alle caratteristiche dell’ambiente del lago e i suoi dintorni.

 

Piatti tipici a base di pesce del lago

Le specie di pesce sono quelle tipiche di acqua dolce come persico, tinca, carpa e anguilla dalle carni saporite e allo stesso tempo delicate con cui vengono preparate delle pietanze assolutamente da assaggiare, tra cui vi consigliamo la famosa zuppa chiamata “tegamaccio” – saporito melange di pesci di lago cotti nel tipico coccio – le frittelle di latterini o la carpa “porchettata”.

 

Frittura del Lago Trasimeno

Frittura del Lago Trasimeno [photo credit payhere]

Piatti tipici della zona

La campagna offre una vasta produzione in cui spiccano legumi e ortaggi del tutto originali, non perdetevi la fagiolina bianca del Trasimeno, un particolare tipo di fagiolo molto piccolo quasi tondeggiante e con un tipico “occhio nero” , infatti viene detto anche “fagiolo dall’occhio”, che viene cotto nel coccio o nel tipico fiaschetto di vetro e ovviamente condito a freddo con lo speciale olio di oliva; e le camette una sorte di cime di rapa che crescono esclusivamente su queste terre; inoltre le sponde del lago ospitano coltivazioni sperimentali di vari prodotti da agricoltura biologica quali fagiolo “zolfino”, fagiolo borlotto, lenticchia umbra e cicerchia per rimanere sui legumi, ma anche cipolla piatta, cavolo nero, cavolo cappuccio e zucca tra gli ortaggi.

Ristorante-Umbria-Antipastissimo-La-Pergola-300x207

Antipastissimo al Ristorante La Pergola.

 

Le carni da allevamenti locali

Non vi preoccupate se state pensando che al lago Trasimeno potete soddisfare il fabbisogno di proteine solo con il pesce o con un abbuffata di legumi perché il suo territorio confina con la Val di Chiana ad ovest e con le Marche ad est, patria della “Scottona”; pertanto è inutile dire che gli amanti del manzo alla griglia possono raggiungere la soglia del paradiso tra bistecche alla buttera, entrecôte e tagliate di ogni genere ed in ogni salsa; non mancano, ovviamente, ottimi piatti di pollame e cacciagione di chiaro retaggio medievale, come da migliore tradizione dei vicini borghi umbri, da provare una faraona o un petto d’anatra ripieno.

Funghi e formaggi del Trasimeno

Le vicine zone collinari e montane sono anche territorio preferito dai cercatori di funghi porcini, che potrete gustare assoluti o come condimento di ottime paste fatte in casa, e di tartufi freschi usati spesso come guarnizione ad arricchire piatti già squisiti; infine, va ricordato che il Trasimeno è tra Norcia, Siena e Arezzo, pertanto il tagliere di salumi e formaggi è di infinita ricchezza e bontà, ciauscolo, schiacciata, soppressata toscana, cacciatorini tipo siena al tartufo, solo per citare alcuni salumi… tra i formaggi da provare caciotta di Norcia e pecorino “Pienza” alle tre stagionature.

I Vini del Trasimeno

Questa copiosa ed invitante gastronomia non può non essere accompagnata da ottimi vini ed infatti la vocazione vitivinicola rende la varietà e qualità dei vini prodotti pari alla varietà e qualità dei cibi che vi abbiamo già descritto; la zona di produzione della DOC Colli del Trasimeno è quella che si estende lungo il lago e sulle colline circostanti e le origini di tale coltivazione si devono addirittura agli antichi etruschi che avevano esteso fino a quelle terre i loro domini.

Si produce prevalentemente vino rosso ma è discreta anche la resa di vino bianco; il rosso è costituito maggiormente da uve sangiovese e ciliegiolo, ma anche gamay, merlot e cabernet, il vitigno predominante nei bianchi è ovviamente il grechetto; quasi tutti i produttori della zona sono consorziati per la tutela del marchio DOC ai fini del costante miglioramento delle tecniche di produzione e l’affinamento delle qualità del prodotto; questo vino fa anche parte del programma Strada dei Vini dei Colli del Trasimeno che vi consigliamo vivamente di percorrere… 

 

Lago Trasimeno e le isole

Lago Trasimeno e le isole

 

Tra i rossi gli amanti della degustazione non possono perdersi il rosso del Trasimeno “riserva”, ma andrebbe testato anche un Gamay “riserva” monovitigno, tra i bianchi vi suggeriamo lo spumantino “classico” o un grechetto.

Se tra il mangiare e il bere vi rimane un po’ di tempo da spendere in turismo vi suggeriamo alcune escursioni di discreto interesse.

Definito a ragione l’ombelico d’Italia, questo lago vulcanico è il maggiore per estensione dopo i tre grandi del nord.

Si trova nei pressi del confine tra Umbria e Toscana ed è ricco di storia e tradizioni, basti pensare che fu teatro dell’ importante e sanguinosa battaglia romano-punica in cui Annibale nel 217 a.c. tese un’imboscata e diede una terribile lezione alle truppe di Caio Flaminio; partendo dal lungolago di Tuoro sul Trasimeno potrete ripercorrere ad una ad una le varie tappe dello scontro facendo un vero e proprio viaggio nella storia.

 

Embarcadero-di-Tuoro-Trasimeno-300x225

Embarcadero di Tuoro del Trasimeno

 

Oltre al già citato Tuoro, vi si specchiano altri pittoreschi paesini come Castiglione del Lago o Passignano sul Trasimeno, ideali per una passeggiata lungolago o per chi cerca comunque un po’ di “movida” serale o notturna.


Un capitolo a parte meritano gli splendidi borghi medievali collinari come Panicale, Paciano e Magione, da cui potrete contemplare uno splendido panorama; non perdetevi il piccolo borgo di Panicale patria del grande Masolino e dalle cui mura si può godere una vista sul lago senza paragoni. 

Se siete stanchi della terraferma il lago comprende tre isolotti che formano una riserva protetta, l’Isola Polvese è la più grande ed è titolare di una DOP esclusiva dell’olio d’oliva con 40 ettari di coltivazione ed una spremitura che segue ancora il metodo tradizionale in tutte le sue fasi; poi ci sono Isola Maggiore e Isola Minore, le prime due sono collegate con i traghetti da Tuoro e Castiglione, la terza è privata e disabitata.

 

Passignano-sul-Trasimeno

Passignano sul Trasimeno [photo credit jsarcadia tutti i diritti sono riservati]

DOVE MANGIARE SUL LAGO TRASIMENO

“La Pergola” – Tuoro

Nel centro del piccolo borgo collinare una trattoria tipica con pochi coperti sia all’interno che sotto al pergolato esterno. Già i profumini che investono i clienti all’entrata lasciano intendere che le aspettative non saranno deluse e il personale è gentile e accomodante, se siete insieme al vostro amico a quattro zampe non preoccupatevi perché verrà accolto anche meglio di voi! Da provare “l’antipastissimo” della casa con salumi e formaggi di alta qualità e sfiziosità varie, ottimo e abbondante.

Ristorante-Umbria-La-Pergola-Raviolo-300x184

La Pergola, Raviolo

 

Raviolo fatto in casa con radicchio, speck e pecorino romano veramente invitante sia come ripieno che come manifattura, ma non potete perdervi la tagliata, il nirvana per gli amanti della carne di manzo o vitellone, cotta alla perfezione e condita solo con l’eccellente olio d’oliva della zona e dei rametti di rosmarino per esaltare al meglio il superbo sapore della pregiata “Chianina”. Per chi ama il pesce, un ricco e vario menu fisso proposto dallo chef sia con piatti di lago che pesci di mare. Cantina più che discreta, con una scelta non vastissima ma composta da etichette di una certa levatura; si consiglia di rimanere sui vini del luogo che non hanno molto da invidiare ai “vicini” toscani. Il rosso locale è molto buono, oppure andate sul sicuro con un Montefalco rosso o con un Torgiano DOC. Se poi volete deliziare le vostre papille gustative, scegliete tra uno dei “Sagrantino di Montefalco” proposti, il prezzo lievita ma di pari passo al livello di qualità.

“Osteria del Carro” – Passignano.

La denominazione di osteria può creare un po’ di confusione poiché non è molto economico e l’arredamento e lo stile si avvicinano di più a quello di un ristorante. Si trova nel centro del paese a due passi dal lungolago ed è da provare per chi ama la brace ma si può in alternativa gustare anche una discreta pizza cotta a legna. L’antipastone del Carro con salumi di Norcia e formaggi, crostini alla Toscana e assaggini di piatti del giorno è veramente abbondante e variegato, più che sufficiente per due persone. I primi sono intriganti e saporiti, ma se siete seguaci dei piaceri della carne, non perdetevi la brace di manzo o anche mista con condimenti per tutti i gusti, interessanti anche le proposte di pollame e cacciagione varia; le chicche per veri intenditori sono la fagiolina bianca del Trasimeno e l’immancabile tartufo in base alla stagione, come vi avevamo già anticipato.

SOSTA GOLOSA

Se siete in giro sulla strada del lago, vale la pena una sosta presso l’Hotel Faliero in località San Feliciano per assaggiare sfizi vari come la rinomata Torta al Testo dalla Maria, la tradizionale schiacciata farcita il cui nome deriva dal “testo”, la particolare pietra piatta refrattaria su cui si cuoceva a fuoco nella ricetta originale.

SOUVENIR DA BERE

Sagrantino di Montefalco DOCG. È un vino di struttura, molto corposo con un rosso carico, quasi sanguigno. Va stappato almeno un’ora prima del servizio o in decanter per 15/20 minuti. È un 14,5%, gradazione che solo un’attenta stagionatura permette di raggiungere; va abbinato a carni nobili, cacciagione, formaggi molto stagionati. Ottimo anche da meditazione. Il rapporto qualità/prezzo è di tutto rispetto, 25-45 €.
Rosso di Torgiano DOC. Per i palati ugualmente esigenti, ma a prezzi più accessibili, un ottimo rosso equilibrato e di colore rubino con un carattere deciso e un bouquet di spezie e confettura a bacca rossa, di grande bevibilità. Varia da 13 a 13,5% a seconda dell’annata. Abbinatelo a salumi di Norcia, funghi porcini o sottaceti e formaggi a pasta dura; adatto anche a primi piatti sostanziosi. Il prezzo è decisamente in giusto rapporto con il livello di qualità, 8/15 €.

 

DOVE DORMIRE SUL LAGO TRASIMENO

B&B Villa Sensi (Tuoro sul Trasimeno)

Panorama-Trasimeno-Villa-Sensi

Panorama del Trasimeno da Villa Sensi

Immerso del verde di una riserva naturale e con un’ampia veduta panoramica del lago e delle sue isole, è una casa colonica rimessa a nuovo con due strutture di cui una adibita a bed & breakfast e l’altra a country house/relais. È circondata da un ampio giardino privato e ha una piscina panoramica con una piccola cascata per la stagione estiva. Colazione discreta, prevalentemente continentale, ma con qualcosa anche di salato. Da provare le crostate fatte in casa; calorosa accoglienza, disponibilità e cortesia da una gestione a carattere prevalentemente familiare. Camere pulite e confortevoli e la fortuna di potersi svegliare solo con il canto degli uccelli e farsi una boccata d’aria sana. Particolare molto apprezzato per chi cerca una breve fuga dallo stress cittadino. Ottimo rapporto qualità/prezzo.

Panorama-B-amp-B-Villa-Trasimeno

Panorama dal B&B Villa Trasimeno

B&B Villa Trasimeno (Passignano) Elegante villa sul lungolago poco fuori Passignano, verso San Feliciano con B&B di una coppia di italoamericani molto affabili e cordiali e scrupolosi nella gestione; le camere sono tutte calde e accoglienti e la maggior parte ha l’affaccio su quasi tutto il lago. Se volete concedervi un piccolo lusso prenotate la camera “Emanuele Filiberto”: a meno di 100 euro avrete una junior suite con letto fuori misura, vasca e doccia idromassaggio con dispenser di saponi aroma therapy, toeletta rinascimentale da signora; per finire un’intera balconata con una magnifica vista sul lago e sulle colline circostanti, roba da sceicchi! Colazione ricca sia dolce che salata, in veranda o in giardino, dipende dalle condizioni meteo, ma condita comunque dal pacifico panorama sul lago.

Articolo redatto da Fabio e Irene

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento