Home » Italia » Umbria » Dove dormire sul lago Trasimeno

Dove dormire sul lago Trasimeno

tramonto isola polvese

Se state cercando un posticino dove dormire sul Lago Trasimeno, leggete questo articolo perché vi racconteremo il nostro weekend in un resort che non potrà che lasciarvi incantati!

Tutti di solito consigliano di dormire in prossimità del Trasimeno o in strutture vista lago. Noi invece, fedeli al nostro spirito avventuroso e mai banale, abbiamo scovato una struttura NEL lago!

Pochi sanno che il lago Trasimeno è puntellato da tre isole:

  • Isola Polvese,
  • Isola Maggiore (l’unica abitata),
  • Isola Minore,
  • + Punta Navaccia di Tuoro
Isola-Polvese-Lago-Trasimeno

Isola Polvese

Isola Polvese, la più grande delle tre, dal 1973 è stata nominata Parco scientifico-didattico. Vi si svolgono cioè attività di ricerca scientifica, sperimentazione e didattica ambientale. Forse questa sua peculiarità l’ha tutelata dal turismo di massa rendendola una meta più di nicchia.

Scesi dal traghetto che quotidianamente fa la spola tra San Feliciano e Isola Polvese (10 minuti scarsi di navigazione), vi sembrerà di essere approdati in Paradiso!

A Isola Polvese non circolano macchine (a parte quelle al servizio delle strutture). E’ un vero tripudio di natura, tra lago,  canneto e bosco di lecci e roverelle! In estate, il sottofondo costante delle vostre giornate saranno le cicale. In inverno, il silenzio.

Percorso il lungo viale alberato, vedrete una bellissima villa e capirete di essere giunti a Isola Polvese Resort!

dove-dormire-sul-trasimeno

Villa Polvese Resort immersa nel giardino vista lago

Questo hotel è stato ricavato all’interno della residenza di proprietà del Conte Giannino Citterio. Dopo un attento restauro di tutto il complesso (comprensivo dell’adiacente Villino Polvese, della foresteria e della fattoria), il Resort oggi vanta diverse tipologie di camere vista lago e vista parco, un delizioso ristorante dove vengono servite prelibatezze lacustri con ricette umbre e un bar per snack sfiziosi.

Scegliere questa struttura per dormire sul lago Trasimeno significa regalarsi una vacanza detox, lontano dal caos e dalla folla, per immergersi in un contesto naturalistico protetto (vi ricordiamo che l’isola fa parte del Parco Regionale istituito nel 1995).

dove-dormire-sul-trasimeno

Qualche scatto di Villa Polvese Resort

La nostra camera, nel villino Polvese, era semplicemente perfetta. Ampia, luminosa e con un letto comodissimo dove abbiamo schiacciato persino qualche sonnellino pomeridiano! Il frigo bar – udite! – è a disposizione gratuitamente. E non parliamo di acqua ma di bevande (anche alcoliche) che dimostrano una grandissima attenzione per il cliente. Un’altra coccola è la linea di cortesia con prodotti a base di olio nel rispetto della lunga tradizione tramandata dagli olivetani sull’isola.

Per i pasti, a meno che non vogliate andare sulla terraferma, si mangia o al ristorante dell’hotel, o al bar o al ristorante della Fattoria Il Poggio (l’unica altra struttura dell’isola Polvese). Noi consigliamo assolutamente di sperimentare la cucina dello chef perché il menù, come dicevamo, esalta le tipicità regionali e di stagione proponendo piatti davvero squisiti!

isola-polvese-castello

Castello e chiesa di San Giuliano

Le giornate scorrono lente, alla scoperta delle sorprese che riserva questo luogo magico!

Potrete sedervi all’ombra di un albero a leggere un buon libro. Prendere la tintarella sulla spiaggia privata. Fare un bagno nelle acque cristalline del lago. Percorrere il periplo dell’isola (circa 3,5km) lungo un sentiero immerso nella lecceta quasi interamente vista lago oppure seguire le indicazioni per i siti di maggiore interesse.

periplo-isola-polvese

Passeggiata lungo il periplo dell’isola Polvese

Noi, avendo a disposizione due giorni pieni, abbiamo sia passeggiato lungo il periplo (tempo di percorrenza 1h30) che visitato i punti turistici ben segnalati:

  • il Castello medievale del IV secolo (una fortezza-recinto in cui si può entrare gratuitamente che costituiva un rifugio per gli abitanti in caso di pericolo);
  • la chiesa di San Giuliano dell’XI secolo (purtroppo chiusa ma in una bella posizione panoramica);
  • il monastero di San Secondo dove i monaci olivetani producevano l’olio “Dolce Lago” (ancora oggi i 6000 ulivi producono un olio che potrete acquistare nel resort);
  • le rovine della chiesa di San Secondo (dal sagrato si godono i più bei tramonti dell’isola: non ve li fate scappare);
  • i resti della chiesa di Santa Maria della Cerqua;
  • la piscina Porcinai, un “giardino delle piante acquatiche” realizzato da Pietro Porcinai (l’architetto del paesaggio italiano) su commissione del Conte Citterio.
isola-polvese-chiesa-san-secondo

I resti della chiesa di San Secondo e una scultura di Wolfgang Aleksander Kossuth

Fino al 10 settembre 2022 divertitevi a individuare gli speciali hotspot in cui sono state installate le opere di Isola Prossima. Giunta alla seconda edizione, questa mostra mette in relazione la creatività degli artisti con la conformazione naturalistica e architettonica dell’isola.

Se vuoi prenotare una camera a Isola Polvese Resort clicca qui!

Come arrivare all’isola Polvese

Con il traghetto! I biglietti possono essere acquistati presso la biglietteria di San Feliciano (noi abbiamo acquistato il ticket A/R perché è più economico e può essere utilizzato in giorni diversi). In una decina di minuti potrete approdare al molo dell’isola. Per chi avesse esigenze particolari in termini di orario, può concordare con la struttura un transfer privato in motoscafo per soli 10€ a persona.

L’accesso naturalmente non è riservato solo a coloro che dormono nel resort. Chiunque voglia visitare l’isola (in autonomia o con una guida) può programmare questa particolare giornata al lago!

La visita guidata dura 1h e costa 5€ (ridotto 3€). Prenotazione obbligatoria tramite mail info@plestina.it o messaggio whatsapp al 3478489578. Potete consultare sul sito ufficiale il calendario delle visite.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento