Home » Press Tour » Week end a Ischia in bici: #Ischiabike

Week end a Ischia in bici: #Ischiabike

weekend a Ischia in bici

Il nostro weekend a Ischia in bici ci ha veramente conquistati! Un’isola che conoscevamo solo per il mare e per le terme, a bordo delle nostre due ruote ha rivelato bellezze sorprendenti: boschi, sentieri, vicoli e panorami mozzafiato!

Weekend a Ischia

Noi non siamo degli sportivi e temevamo che non fosse un tipo di vacanza adatta al nostro (non) allenamento invece possiamo confermare il vecchio adagio “Andare in bici non si scorda mai”!

 

Hotel-Le-Canne-Ischia

L’Hotel Le Canne di Ischia

Hotel-Le-Canne-camera

La nostra camera all’Hotel Le Canne

Hotel-Le-Canne-piscina

La piscina dell’Hotel Le Canne

 

Chi dobbiamo ringraziare per questo “amore a prima vista”? Sicuramente la signora Elena, vulcanica proprietaria del Family Hotel Spa Le Canne di Forio che ci ha ospitati e CicliScotto che ha messo a nostra disposizione una guida eccellente: il mitico Gino!

L’avventura è iniziata già venerdì sera quando, di fronte a uno sfizioso aperitivo, abbiamo concordato con Gino il percorso da effettuare l’indomani. Siccome era in programma una intera giornata in MTB (dalle 9.30 alle 16.30 circa) ci siamo preoccupati di barattare un percorso che potesse far sbocciare un immediato feeling con le due ruote.

 

mappa-ischia

La mappa di Ischia

 

Rassicurati sulla fattibilità del tour, ci siamo messi a tavola e abbiamo scoperto un feeling molto più prosaico: quello col cibo! Piatto dopo piatto, abbiamo riscoperto i sapori e i colori del sud ben armonizzati nelle pietanze che ci hanno servito e solo allora ci siamo resi conto di essere al mare, su un’isola meravigliosa!

L’indomani, dopo una sostanziosa colazione, abbiamo inforcato le nostre bici e, nonostante una caduta a 20 metri (sottolineo, 20 metri!) dall’hotel, non ci siamo persi d’animo e ci siamo avventurati alla scoperta della costa sud-occidentale dell’isola (Forio città – Citara – Sant’Angelo d’Ischia – Spiaggia dei Maronti e ritorno). 

 

frutta-verdura-Ischia

Bancarelle di frutta e verdura a Forio

Forio-Panorama

Panorama Forio e sul Monte Epomeo

 

Forio ci ha letteralmente rapiti con i vicoli stretti, le piazzette colorate con i banchi di frutta e verdura, la profumata esplosione di glicine sul bianco dei muri, le torri di avvistamento e gli spicchi di mare che rendono i suoi scorci come quadri da incorniciare!

La cosa che ci ha colpiti di più è stata sicuramente la Chiesa del Soccorso, dedicata a Santa Maria della Neve. Eretta sull’omonimo promontorio, la chiesa è circondata su tre lati dal mare e spicca nel suo candore dall’alto della scalinata maiolicata che si deve percorrere per accedervi.

 

Chiesa-Soccorso-Ischia

La Chiesa del Soccorso

Chiesa-Soccorso-Ischia

La Chiesa Soccorso

 

Dopo una lunga sgambettata, quando già vedevamo i colori di Sant’Angelo d’Ischia, ci siamo fermati in un chioschetto per sorseggiare una “premuta” rinfrescante (una spremuta d’arancia con l’aggiunta di una granita al limone, prezzo 2,50€).

 

Arance-Ischia-premuta

Premuta freschissima di arance

 

Questa sosta ci ha permesso di conoscere Enzo, un vero e proprio “personaggio” dell’isola che ci ha illustrato la sua visione dei rapporti uomo/donna e ha omaggiato Veronica di un simpatico cadeau!

 

Bikers-Ischia

Bikers a spasso per Ischia col mitico Enzo

 

La premuta ci ha dato la giusta sferzata di energia per raggiungere l’antico borgo di pescatori, famoso a Ischia per essere una meta turistica molto apprezzata.

 

Torre-Sant-Angelo-Ischia-

Torre Sant’Angelo

 

Per gli appassionati di fotografia, consigliamo una tappa a Sant’Angelo perché è un luogo straordinariamente fotogenico! In piazzetta abbiamo parcheggiato le nostre bici e consumato un ottimo pranzetto, a base di panini e frutta, preparato dall’hotel.

A riprova della natura vulcanica del territorio ischitano (risorsa probabilmente non ancora ampiamente messa a frutto negli stabilimenti termali per le straordinarie proprietà terapeutiche delle acque) siamo scesi sulla spiaggia chiamata, non a caso, Fumarole – Petrelle, famosa, appunto, per le fumarole.

Prestate attenzione quando vi avvicinate ai tratti di sabbia da cui sbuffa il vapore acqueo (in ogni caso cinte da cordoni ben visibili) perché potreste scottarvi i piedi!

Pensate che le temperature sono talmente alte da rendere possibile la cottura di alcuni cibi, opportunamente confezionati, se vengono messi sotto questi strati di sabbia!

 

Bikers-Ischia

I biker continuano a scorrazzare per l’isola

 

Dopo aver toccato con mano il potere delle fumarole, ci siamo avviati verso l’hotel con un’idea precisa in testa: approfittare dell’area benessere!

La struttura, infatti, vanta una bella piscina esterna con area solarium, una vasca idromassaggio, una piscina interna di acqua termale e delle salette massaggi dove rigenerarci nel corpo e nello spirito!

Questo momento di relax è stato utile anche per confrontarci sull’esperienza in bici e sulla fattibilità per chiunque di cimentarsi in una simile impresa perché l’isola consente itinerari molto suggestivi sia per quelli più allenati (vedi l’ascesa del maestoso monte Epomeo) sia per quelli meno in forma (vedi i tratti lungo costa).

Il progetto dell’Hotel Le Canne incontra il desiderio diffuso tra i viaggiatori di coniugare, all’interno della medesima vacanza, ecosostenibilità, sport e natura: siamo certi che molti risponderanno positivamente a questa idea!

Per l’aperitivo, siamo stati invitati a una lezione di degustazione e dobbiamo confessarvi che, per quanto poco approfondita – per ovvi motivi di tempo – abbiamo imparato diverse chicche che non mancheremo di sfoggiare la prossima volta che sorseggeremo un vino: grazie Genesio!

A suggellare la serata, una magnifica cena ischitana: lo sapevate che il piatto tipico dell’isola è il coniglio?

 

Coniglio-all-ischitana

Coniglio all’Ischitana

 

L’indomani Gino ci ha portati alla scoperta dell’altra parte dell’isola, con un tour meno impegnativo del precedente: abbiamo ammirato la spiaggia di San Francesco dall’alto, “respirato” la pineta, osservato incantati la mezzaluna di San Montano (una baia di sabbia chiara, lambita da acque turchesi e protetta dalla vegetazione lussureggiante di Monte Vico e Zaro), la curiosa roccia a forma di fungo nella Baia di Lacco Ameno e il superbo Castello Aragonese, situato su un isolotto di origine vulcanica collegato a Ischia da un ponte lungo circa 200 metri.

 

Baia-San-Montano-Ischia

Baia di San Montano

Roccia-Fungo-Ischia

Il Fungo di Lacco Ameno

Castello-Aragonese-Ischia

Il Castello Aragonese

 

Le ultime ore sull’isola abbiamo voluto trascorrerle nel parco dell’hotel, seduti a un tavolino assolato, studiando una strategia per non partire e allungare il piacere di quelle emozioni (voi non avreste fatto lo stesso?).

 

Hotel-Le-Canne-esterno

Il parco dell’Hotel Le Canne

 

La chicca: a Forio, fermatevi ad acquistare un oggetto in ceramica “Pithos” (da Pithecusae, il nome dell’antica Ischia che deriverebbe dal greco “pithos”, vaso e cioè Isola dei Vasai).

La chicca 2: se siete amanti della bicicletta con prole, l’Hotel Le Canne è la soluzione che fa per voi: si tratta infatti di un family hotel con una serie di servizi accattivanti per le famiglie! Mentre voi sarete in giro con la vostra bicicletta o a rilassarvi nel centro benessere, ad esempio, i bambini saranno intrattenuti nel miniclub. Per i pasti, lo chef avrà il piacere di studiare un menù specifico per i gusti e le esigenze degli ospiti più piccoli e, per chi vuole raggiungere il mare, è garantito un servizio navetta dal mitico Tommaso! Cosa aspettate a prenotare la vostra vacanza?

Info utili
Come arrivare: arrivate a Napoli e da qui, partite alla volta di Ischia in aliscafo (30 minuti) o in traghetto (1 ora e 30 minuti) dal molo Beverello oppure dal Terminal Mergellina in aliscafo (40 minuti). Prezzi traghetto MEDmar NAVI: 11,30 adulti e 7,50€ bambini, 70€ auto al seguito fino a 4 metri. Prezzi aliscafo Snav: 18,10€ adulti, 12,90€ bambini, 3,36€ infant.

Per una tappa golosa a Forio: Bar Pasticceria “Fratelli Calise” Via F. Regine.
Per l’acquisto di un souvenir a Forio: La Conchiglia, Via Erasmo di Lustro 17.

POTREBBERO INTERESSARTI...

3 commenti

Vero 22 Aprile 2013 - 7:57

Mitica Monica, tu e Salvatore siete stati fantastici sui pedali^^ è stata proprio una bella esperienza, bella l’idea dell’hotel Le Canne di diventare Bike hotel, ottima compagnia, posti fantastici ed una bicicletta come cavallo di battaglia… cosa si vuole di più dalla vita?=)))

Rispondi
Anonymous 20 Aprile 2013 - 20:28

Che voglia di partire!!! Emma

Rispondi
Sara... 20 Aprile 2013 - 8:55

Posso provare invidia??? be’ si… piacerebbe anche a me…. davvero!!!
Bellissimo giro e bellissime esperienze, da tenere nel cuore e poi… ISCHIA!!!
Belli e bravi!!
Ciao Monica!!

Rispondi

Lascia un commento