Home » Europa » Francia » Mont Saint Michel: stop alle auto dal 28 aprile!

Mont Saint Michel: stop alle auto dal 28 aprile!

Mont Saint Michel

Il 27 aprile 2012 è stato l’ultimo giorno in cui i turisti sono arrivati a Mont Saint-Michel sulla propria auto: infatti, per salvaguardare questo patrimonio targato Unesco, si può raggiungere il promontorio-isola esclusivamente con navette grigio metallizzate chiamate Passeur.

Se raggiungerete l’area con la vostra macchina o camper dovrete fermarvi in un parcheggio a 3 chilometri, sulla terraferma, e percorrere a piedi i 750 metri che vi dividono dal “capolinea” degli autobus (ovviamente per le persone con disabilità sono predisposti servizi ad hoc).

Il progetto (allo studio da molti anni, ma rinviato per le inevitabili polemiche che ha scatenato per i costi e per le reazioni dei turisti alle novità) si è reso necessario perché il suggestivo effetto creato dalle maree nel tempo aveva perso spettacolarità a causa dei detriti rilasciati dal fiume Couesnon e dagli stessi automobilisti.

Pensate che i giorni in cui il Mont diventava isola si era drasticamente ridotto, dai 155 ai 53 negli ultimi anni. Nel 2015 si completerà l’opera di salvaguardia, con la costruzione di un ponte passerella in sostituzione della diga-strada.

Sicuramente i margini di miglioramento ci sono ma era davvero indispensabile un intervento più drastico. Per un articolo aggiornato, leggete Come arrivare a Mont Saint Michel.

POTREBBERO INTERESSARTI...

4 commenti

Lila 13 Maggio 2012 - 19:43

quando ci sono stata, ormai 15 anni fa, non potevamo tornare in bus, o avremmo perso la marea, e non potevamo permetterci un albergo, così abbiamo dormito all’addiaccio. una delle notti più speciali della mia vita! Non so se ci tornerò, ma credo abbiano fatto bene a togliere l’accesso alle auto.
un abbraccio
Lila

Rispondi
Ser Vlad 2 Maggio 2012 - 12:27

Un luogo che ho sempre voluto visitare..buono a sapersi che in auto non ci posso più andare! 😉 Sempre bello passare di qui..un abbraccio!

Rispondi
Exodus 30 Aprile 2012 - 8:59

E’ una meraviglia, purtroppo, come dice Ilaria nel commento precedente, gli uomini lucrano su ogni meraviglia e finiscono col rovinarla.

Meno male che ci sei tu che sai indicare conq uesto splendido sito i posti non ancora devastati dal marketing. Il bradipo (sottoscritto) ringrazia 🙂

Ciao!!!

Rispondi
Ilaria Pedra 30 Aprile 2012 - 8:04

Molto interessante. Sono stata a Mont ST. MICHEL 2 ANNI FA e mi chiesi in effetti se non fosse una leggenda metropolitana il suo diventare isolotto e tu me l’hai spiegato grazie, parcheggiammo lì dove si vede nella foto, a pagamento, e poi di nuovo all’hotel che si trovava in fondo alla stradina. Purtroppo a Mont S.Michel tutto è lucro, credo sia il posto dove sono stata peggio come hotel (16 giorni tra bretagna e normandia) carissimo, scortesi, e all’interno del Mont fa orrore tutto quel ciarpame in vendita, toilet a pagamento. Ecco come rovinare un posto incantevole davvero unico al mondo. Chiaramente questa è solo la mia opinione. Non discuto sull’utilità del progetto, ma arrivare a MONT ST.MICHEL sarà ancora + costoso.

Rispondi

Lascia un commento