Home » Italia » Lazio » Formia, a spasso nel tempo con gli antichi romani.

Formia, a spasso nel tempo con gli antichi romani.

A Formia (provincia di Latina, a metà strada tra Roma e Napoli), in località Castellone, si trova il Cisternone Romano, una impressionante struttura idraulica con pianta irregolare, risalente al primo secolo a.C. 
La cisterna aveva il compito di raccogliere le acque provenienti da Santa Maria la Noce e convogliarle in maniera razionale verso la città.  

Il Restauro

Per restituire al visitatore la struttura originaria della cisterna, ci sono voluti ben 5 anni di restauro (sono state necessarie opere di drenaggio di liquami e terra depositatisi nella struttura lunga 63 metri, larga 23 e con una sessantina di grandi pilastri alti circa sei metri). Fino al 31 agosto, i sotterranei sono visitabili dal Martedì alla Domenica dalle 17.30 alle 20.30 con guide dell’Associazione Calliope al prezzo di 2 euro per gli adulti, 1 euro per i ragazzi da 11 a 18 anni e gratis per gli under 11.

La Tomba del Cicerone

Formia però riserva anche un’altra visita di grande interesse archeologico: la cosiddetta Tomba di Cicerone, lungo la via Appia al km 139, direzione Roma. La torre, costituita da un cilindro poggiato su un basamento di forma quadrata, è alta 24 metri. 
Il monumento viene tradizionalmente considerato la tomba del grande oratore (anche se si sa che le spoglie sono a Roma) poiché egli aveva una villa a Formia e la storia vuole che sia stato assassinato nel 43 a.c. in zona per mano di sicari inviati da Marco Antonio.
Sulla collina vicina (zona Acerbara, da acerbam, in quanto morì giovanissima) sorge un piccolo monumento dove invece giacciono le spoglie della figlia Tulliola.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento