Home » Europa » Francia » Cancale capitale delle ostriche

Cancale capitale delle ostriche

Tappa imprescindibile di un viaggio tra Bretagna e Normandia

Le ostriche di cancale

Durante il nostro viaggio in Normandia per visitare Mont Saint Michel abbiamo fatto una deviazione in Bretagna, direzione Saint-Malo e Cancale.

Come arrivare a Mont Saint Michel

Saint Malo, la città dei corsari, ci ha affascinati coi suoi bastioni, gli edifici in granito, castelli, fortezze e, soprattutto, con le stupefacenti maree.

Cancale, Site Remarquable du Goût (importante sito del gusto), ci ha deliziati invece con le sue prelibate ostriche allevate direttamente in loco e, per questo, estremamente economiche.

Siamo giunti in questa cittadina di pescatori parcheggiando nella parte alta. Mai scelta fu più indovinata perché da Pointe des Crolles lo sguardo ha potuto spaziare lungo la baia e Cancale ci ha regalato una vera e propria cartolina.

cancale-baia

La baia di Cancale dall’alto

La fila di case in granito affacciate sul lungomare, il molo, i localini in cui degustare il pregiato mollusco, il faro in lontananza: tutto contribuisce a tenere vivida la memoria di un luogo indissolubilmente legato al mare.

Una storia di pesca, marinai, contrabbandieri, doganieri e armatori.

Non solo. Sempre da questo punto, abbiamo visto, distintamente, l’inconfondibile profilo di Mont Saint Michel e solo allora abbiamo realizzato di essere approdati sulla sponda opposta della baia, lato bretone ovviamente.

E ancora. Da Pointe des Crolles è possibile imboccare un tratto del GR, il sentiero dei doganieri. Il Grande Randonée è lungo 2000 km ed è stato realizzato nel 1871 per perlustrare la costa tra Mont Saint-Michel e il ponte Saint Nazaire e impedire un fiorente contrabbando.

Scesi dunque dalla scogliera lungo un breve (e agevole) sentiero, siamo giunti sul lungomare dove non c’è che l’imbarazzo della scelta per mangiare le ostriche. Sull’uscio di ciascun ristorante potrete vedere meravigliose ostriche disposte in cassettine in bella vista per accattivare il turista a passeggio. Oppure un ostricaro alle prese con l’apertura delle conchiglie.

Come vengono catalogate le ostriche? Sulle bancarelle vedrete le ostriche suddivise in cassettine numerate. Il numero corrisponde alla taglia dell’ostrica (alla sua grandezza) e più piccolo è il numero e più grande l’ostrica! La n.0 ad esempio è la più grande. Le più prelibate e quindi più costose, sono quelle di taglia intermedia (3 e 4).

cancale-lungomare

I localini sul porto di Cancale

Quanto costano le ostriche a Cancale

Ovviamente è impossibile resistere al richiamo del godurioso mollusco. E infatti dopo aver curiosato tra un locale e l’altro ci siamo fermati da Au Pied d’cheval – La Maison de l’Huitre.

Qui abbiamo ordinato un piatto da 12 ostriche n.1 (18€), un piatto di moules marinieres (cozze) con le immancabili patatine fritte (8€) e una bottiglia di muscadet bello freddo (18€). Chiaramente i costi lievitano un pochino al ristorante.

ostriche-di-cancale-

Il plateau di ostriche in un ristorante di Cancale

I local preferiscono infatti degustarle direttamente al mercato delle ostriche di Cancale, vicino al faro della Houle. Nella antistante piazzola 8 allevatori vendono, in piatti da 12 pezzi, ostriche creuse (la varietà più nota) per soli 6€ con l’aggiunta di una spruzzatina di limone!

Se poi vi capita la fortuna di incappare in una pied de cheval, un’ostrica pescata e non allevata, non esitate ad acquistarla anche se dovrete sborsare ben 6€ l’una!

Usanza vuole che, terminata la degustazione, i gusci vengano gettati nuovamente in mare mentre piatto e forchettina restituiti all’allevatore per il corretto smaltimento.

Sapete che dal 2019 le ostriche di Cancale sono iscritte nel patrimonio culturale immateriale dell’Unesco?

Cancale come Saint Malo e Mont Saint Michel è soggetta al fenomeno delle maree. Quando siamo arrivati, prima di pranzo, il mare si era ritirato.

maree-cancale

L’effetto della marea a Cancale

Nel pomeriggio, quando eravamo in procinto di andar via, è risalita l’alta marea. Le barche malinconicamente a secco al mattino, sono tornate a galleggiare. Un’esperienza davvero insolita!

Cancale-baia-

Vista su Cancale dal lato opposto della baia. In alto svetta la chiesa di XXX

 

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento