Home » Italia » Lazio » La mostra Disney a Roma

La mostra Disney a Roma

A Palazzo Barberini "Disney. L'arte di raccontare storie senza tempo"

mostra disney roma malefica

A Roma, nella favolosa cornice di Palazzo Barberini, è in mostra “Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo”.

Inaugurata il 15 aprile, la mostra mette in scena i bozzetti preparatori originali dei più celebri film di animazione in prestito dagli Archivi Disney.

In un percorso che si snoda tra i saloni di Palazzo Barberini, si ammirano decine di disegni e schizzi che ci fanno letteralmente curiosare dietro le quinte. Da quelli realizzati a mano, in grafite, risalenti agli anni ’30, alla pittura digitale su carta degli anni 2000.

La chiave di lettura più immediata è proprio l’evoluzione delle tecniche di produzione che ha stravolto il mondo dell’animazione.

Disney disegnava con incredibile talento a mano libera, su blocchi di carta. L’animazione delle sue “favole in movimento”, definita “tradizionale”, era basata sullo scorrere veloce di migliaia di fogli in sequenza (circa 24 fotogrammi al secondo).

La rivoluzione digitale, sebbene abbia drasticamente diminuito il numero di fotogrammi, computerizzando i  movimenti, non ha comportato la perdita della magia del racconto.

Troviamo i bozzetti suddivisi per temi, con pannelli introduttivi che spiegano bene l’obiettivo della Walt Disney Animation Research Library, che ha curato la mostra con la collaborazione dello storico e critico del fumetto e del cinema di animazione Federico Fiecconi.

Il visitatore, sala dopo sala, scopre che il processo creativo era e continua a essere un lungo brainstorming del team chiamato a realizzare la storyboard ancor prima di animarla.

E’ sorprendente vedere l’evoluzione di bozzetti, dal primo schizzo al risultato finale. Ai personaggi (tanto quanto alle ambientazioni) vengono conferiti a mano a mano dettagli tali da connotarli in maniera inequivocabile. Alla base del lavoro dell’artista c’è uno studio approfondito della trama e dei precedenti da cui attinge, per cogliere la vera essenza di luoghi e protagonisti.

L’eredità di zio Walt è ancora viva: gli story artist continuano a farsi ispirare da miti, leggende, favole e fiabe rielaborandole solo in chiave più leggera e fantasiosa, con tecniche via via più evolute.

Le sale della mostra

mostra-disney-roma-re-mida

Un bozzetto del film di animazione Re Mida – The golden touch

La mostra è allestita in quattro saloni + un’infinity room.

Nella sala dei Miti, proprio all’ingresso, troviamo i disegni preparatori di:

  • The Goddess of Spring, la dea della Primavera
  • Re mida di The Golden Touch
  • Fantasia
  • Hercules
mostra-disney-roma

Uno dei bozzetti del film Pinocchio

Nella sala delle Favole:

  • I tre porcellini
  • Topolino Ammazzasette
  • Pinocchio

Nella sala delle Leggende:

  • la Spada nella Roccia
  • Robin Hood
mostra-disney-roma-ariel

Un calco di Ariel – la Sirenetta

Nella sala delle Fiabe, infine:

  • Biancaneve,
  • Cenerentola,
  • la Bella addormentata,
  • la Sirenetta
  • Frozen e Frozen – il segreto di Arendelle

Chi volesse vedere la sirenetta originale, deve leggere cosa vedere a Copenhagen

Tra i pezzi più iconici, la marionetta di legno utilizzata nel 1940 per il lancio del film “Pinocchio”. Fu ritrovata nel 2003, come cita la didascalia della teca, in un armadio nei sotterranei dell’Old Animation Building a Burbank.

mostra-disney-rima-pinocchio

La marionetta utilizzata per il lancio del film

Incredibile ma vero che gli archivi custodiscano un simile patrimonio e che solo grazie a queste mostre sia aperto a un vasto pubblico, grato di poter scoprire l’impressionante lavoro che c’è dietro un film di animazione.

Per quello che mi riguarda, quando sono uscita dalla mostra, ho sentito il bisogno di andare a rileggermi alcune favole. Scoprendo (o riscoprendo) quanto fossero drammatiche e cruente alcune versioni originali, edulcorate persino nel finale, reso lieto (forse) per non traumatizzare intere generazioni!

La più sconvolgente è sicuramente la primissima versione della Bella Addormentata (ripassate la trama e ringraziate Diney per averla resa così romantica e delicata).

A proposito di bambini – ma vale anche gli adulti – nel corso della mostra potranno mettersi in gioco nelle diverse postazioni interattive “scrivendo la propria storia”. Consigliata la visita guidata con programmi dedicati agli adulti e alle famiglie. Qui il flyer dettagliato.

Indirizzo: Via delle Quattro Fontane 13. Durata: fino al 25 settembre 2022. Orari: lunedì 14.30 -19.30. Martedì – domenica 9.30 – 19.30. Prezzi: 15€ intero, 12€ ridotto.

Si ringrazia l’organizzazione per l’accredito stampa

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento