Home » Italia » Marche » Cosa vedere a Offida, la piccola grande perla delle Marche

Cosa vedere a Offida, la piccola grande perla delle Marche

merletto a tombolo offida

Cosa vedere a Offida il piccolo borgo marchigiano in provincia di Ascoli?

Offida

Offida (pronuncia corretta Offìda), inserito nel circuito dei Borghi più belli d’Italia, è su uno sperone roccioso e vanta ancora le mura castellane del XII secolo.

OFFIDA-FONTANA-MERLETTAIE

La Fontana delle Merlettaie – Offida

 

Cosa vedere a Offida

La mia passeggiata tra le vie di Offida parte dalla Fontana delle Merlettaie, una scultura realizzata dall’artista locale Aldo Sergiacomi. Le tre generazioni di donne, scolpite nel bronzo, rappresentano un omaggio alle industriose merlettaie offidane che hanno reso celebre il borgo con i pregevoli merletti realizzati col tombolo.

Piazza del Popolo e i suoi gioielli

cOSA-VEDERE-OFFIDA-PIAZZA-POPOLO

Piazza del Popolo – Offida

Oltrepassata la fontana, imboccate Corso Serpente Aureo e raggiungete Piazza del Popolo, dalla bizzarra forma triangolare. Sulla piazza principale si stagliano il Palazzo Comunale e l’annesso Teatro Serpente Aureo, la Chiesa della Collegiata e la Chiesa dell’Addolorata.

Il teatro Serpente Aureo

Dal porticato del Municipio, riconoscibile dal loggiato e dalla Torre Campanaria, si accede al teatro, un gioiello barocco che vale assolutamente una visita. Il rifacimento ottocentesco del preesistente teatro cittadino, è stato realizzato su progetto di Piero Maggi a “ferro di cavallo” con 50 palchi in giro di tre ordini con loggione e platea.

COSA-VEDERE-OFFIDA-TEATRO-SERPENTE

L’interno del Teatro Serpente Aureo- Offida

COSA-VEDERE-OFFIDA-TEATRO-SERPENTE-AUREO

Soffitto affrescato del Teatro Serpente Aureo

Resterete senza fiato per i deliziosi affreschi che impreziosiscono gli interni. Su tutti, colpiscono quelli della volta, realizzati da Alcide Allevi e raffigurante Apollo e le Muse. Interessante anche l’antico sipario dipinto da Giovanni Battista Magini e recante la leggenda del mitico Serpente d’Oro che avrebbe dato il nome al teatro e al corso cittadino.

Visitate quindi la Collegiata di Santa Maria dell’Assunta, che ospita i resti del patrono di Offida, San Leonardo, una riproduzione della grotta di Lourdes e un presepe tradizionale napoletano nella cripta.

Il Museo del Merletto

Lasciate la piazza principale e imboccate via Roma. Tra le botteghe che puntellano questa strada, potreste incappare nei pregiati merletti artigianali e ammirare abili mani all’opera su fuselli e tombolo. Se siete incuriositi da quest’arte antica, consigliamo una visita al Museo del Merletto a Tombolo, nell’ottocentesco palazzo De Castellotti-Pagnanelli.

merletto-a-tombolo-gioiello-offida

Gioielli realizzati con merletto a tombolo

Via Roma si chiude con la superlativa Chiesa di Santa Maria della Rocca (ingresso a pagamento: quando sono andata io il biglietto costava 3€). Oltre alla collocazione scenografica proprio sullo strapiombo, questa chiesa in stile romano-gotico custodisce una cripta recante una serie di pregiati affreschi.

Fate caso all’agnellino scolpito su uno degli scalini. Una diceria vorrebbe che sia beneaugurante toccarlo per un sicuro ritorno a Offida.

COSA-VEDERE-OFFIDA-SANTA-MARIA-ROCCA

L’esterno di Santa Maria della Rocca – Offida

COSA-VEDERE-OFFIDA-SANTA-MARIA-ROCCA-

La cripta di Santa Mara della Rocca – Offida

COSA-VEDERE-OFFIDA-SANTA-MARIA-DELLA-ROCCA

L’abside affrescato di Santa Maria della Rocca – Offida

Offida, Capitale del vino

Abbiamo visitato questo borgo incuriositi da una degustazione di vino nella vicina Ascoli in occasione dell’evento Fritto Misto. Tra una leccornia e l’altra offerta dagli stand, abbiamo scoperto infatti l’esistenza di una DOCG – “Offida” caratterizzata da tre tipologie: Pecorino, Passerina ed Offida Rosso e di 3 DOC: Rosso Piceno, Falerio e Terre di Offida.

Nell’ex convento di San Francesco sono stati allestiti l’Enoteca Regionale delle Marche con centinaia di etichette locali (da acquistare e degustare) e un wine bar, Spaziovino, dove partecipare a convegni, appuntamenti culturali, laboratori del gusto e corsi per sommelier (Via Giuseppe Garibaldi 75 www.spaziovino.it- infospaziovino@gmail.com).

Eventi imperdibili ad Offida

Il Carnevale è un appuntamento che gli offidani (e i turisti) attendono con ansia perché per due settimane si susseguono festeggiamenti e rievocazioni storiche che culminano con la corsa il giovedì grasso di Lu bov fint tra le vie di Offida e la processione dei Vlurd il martedì successivo.

A luglio un’intera settimana viene dedicata al merletto a tombolo con laboratori, visite guidate, incontri, mostre e il concorso organizzato dalla Pro Loco “Il Fusello d’Oro”.

La Mangialonga Picena è la passeggiata enogastronomica tra le colline e vigneti di Offida che anima una domenica di fine luglio. Finora, pur avendone sentito parlare come di un appuntamento imperdibile, non sono mai riuscita ad andare. Chissà che quest’anno…

POTREBBERO INTERESSARTI...

3 commenti

Nico 22 Aprile 2020 - 16:31

Bellissima Offida, ci sono stato un po’ di anni fa a vedere un concerto…naturalmente di Lolli! Allo stesso concerto c’era anche Goran Kuzminac, mancato anche lui poco dopo Lolli 🙁 Facemmo due chiacchiere pre-concerto al bar che c’era vicino al teatro, l’emozione fu davvero tanta! Speriamo di poter tornare a viaggiare Monica, anche per posti bellissimi e vicini come questo, è una cosa che manca e pure tanto! Ti abbraccio Nico

Rispondi
Monica Nardella 23 Aprile 2020 - 11:40

Che bel ricordo Nico! Grazie per averlo condiviso con noi 🙂 Speriamo presto, perché mi manca tantissimo!

Rispondi
Monica Nardella 22 Aprile 2020 - 16:23

CIAO

Rispondi

Lascia un commento