Home » Viaggiare informati » Guide di viaggio: la novità Marco Polo

Guide di viaggio: la novità Marco Polo

Guide di Viaggio

Qual è il vostro rapporto con le guide di viaggio? Le comprate? Se lo fate, come le scegliete? Durante il viaggio le stropicciate o le preservate gelosamente? Quando tornate le mettete in rigoroso ordine alfabetico nella libreria o le prestate agli amici in partenza?  Io le compro, ancora. Sì perché quello che la carta ti trasmette non può farlo una guida online e per quanto ci si documenti, una guida avrà sempre qualche informazione che inevitabilmente ci è sfuggita. E poi, dove metterei i miei preziosi souvenir? Ebbene sì: piccola confessione. Le mie guide sono abbastanza vissute (non rovinate eh!). Sanno del viaggio che ho fatto. Dentro ci potrete trovare lo scontrino del ristorante più bello dove ho mangiato. Della cartolina che non ho smesso di comprare, del segnalibro che mi sono regalata del materiale più bizzarro e tipico del luogo, dell’evento clou della serata in cui sono capitata per caso. Insomma, a sfogliare una mia guida si trova il racconto di mezzo viaggio: ci potrei scrivere un articolo parallelo a quello del diario! Non sono affezionata a una specifica collana di guide perché secondo me alcune vanno benissimo per i viaggi itineranti, altre approfondiscono l’aspetto culturale altre ancora sono perfette per le mappe. E allora trascorro ore in libreria a consultarle in base alla tipologia di viaggio che ho scelto di fare. L’unica nota stonata delle guide è che “invecchiano” (anche loro) e spesso si rinuncia all’acquisto perché un’edizione di un anno prima (o spesso di più) risulta – soprattutto per un travel blogger – assolutamente anacronistica. Quindi? Ho scoperto un’interessante iniziativa (anzi due) delle guide Marco Polo che secondo me potrà riavvicinare molti al cartaceo. Sfogliando la guida di Londra (dita incrociate, è quasi giunta l’ora di andare!) a pagina 2 ho trovato un link di approfondimento con contenuti aggiornati raggiungibile istantaneamente con un QR code (o digitando l’url, in questo caso http://guidemarcopolo.it/londra-per-te/).  Neanche a dirlo, curiosità 1 – Monica 0, sono andata a sbirciare: nella pagina che si è aperta ho trovato una mini guida in regalo coi consigli Low Budget; una pagina di approfondimenti sulla destinazione per vivere a “360° l’esperienza di viaggio” e, ecco la bella novità, un pdf con gli aggiornamenti delle informazioni contenute dalla guida intercorsi tra la pubblicazione e l’acquisto (prezzi, orari, aperture/chiusure eccetera)! Utile, no? Marco Polo fa concorrenza spietata ai Travel Blogger: bravi! Ho trovato interessante anche l’implementazione dei “consigli di chi ci vive” (già presenti nella guida che ho utilizzato nel mio viaggio a Malta in primavera di 3 anni fa) una risorsa pratica per entrare nel mood del viaggio sentendosi parte integrante della comunità in cui ci si trova, anche se solo per un weekend! Ci vediamo a Londra? Bye!

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento