Home » Europa » Portogallo » Idee per Pasqua? Week end a Lisbona

Idee per Pasqua? Week end a Lisbona

Panorama Lisbona

Alla ricerca di idee per Pasqua? Che ne direste di un week end a Lisbona?

Cosa fare in un Week End a Lisbona

La capitale portoghese è una meta davvero perfetta per chi, dopo un lungo inverno, ha voglia di temperature miti, passeggiate nel dedalo di vicoli che risuonano della malinconica melodia del fado, scorci strepitosi sui tetti rossi delle case dai miradouros cittadini o dagli elevadores (gli ascensori panoramici), visite culturali ai numerosi siti sparsi per la città e scarrozzate a bordo dei mitici electricos, i tram colorati che sono diventati il simbolo stesso di Lisbona! 

 

Lisbona-Tram-28

Tra le strade dell’Alfama sul mitico 28

 

Panorama-da-Elevador-Santa-Justa

Panorama sul Castello dall’Elevador Santa Justa

Noi ci siamo stati in primavera ed estate (leggete qui cosa fare e vedere a Lisbona e dove andare per l’addio al nubilato) ma l’atmosfera della Settimana Santa ha un fascino tutto da riscoprire, grazie a tradizioni religiose fortemente radicate nella popolazione.

Come per ogni partenza, vi ricordiamo sempre di considerare l’utilità di una polizza che possa darvi sicurezza in viaggio perché spesso sono i piccoli disguidi o i noiosi imprevisti che compromettono maggiormente il ricordo di una bella avventura. E Lisbona non lo meriterebbe davvero! Allianz Global Assistance, ad esempio, propone delle soluzioni interessanti!

Tornando alla Pasqua, in realtà molte celebrazioni iniziano durante la Quaresima: nella seconda domenica di Quaresima ha luogo ad esempio la processione di un Cristo di gesso su un letto di viole chiamata Senhor dos Passos, nel quartiere di Graça.

Nei giorni clou, oltre alla classica Procissao do Triunfo del Giovedì Santo (durante la quale 7 enormi statue che rappresentano la Passione di Cristo vengono traslate alla Igreja do Carmo dalla Basilica dos Martires) e alla Via Crucis del Venerdì Santo – che parte dalla Cattedrale Sè Patriarcal -, dovreste partecipare alla Auto da Paixão de Cristo, la pittoresca processione che si snoda nel quartiere che si avviluppa attorno al Castello e al Senhor da Boa Morte, altro momento particolarmente solenne, che vede come protagonista sempre la bella Chiesa di Santa Cruz a Castelo. La partecipazione popolare alla Semana Santa si avverte però anche in piccoli ma consolidati riti come l’installazione di altari votivi per i vicoli dell’Alfama, il più antico quartiere cittadino incastonato tra il Castello di São Jorge e il fiume Tago.

A Pasqua, come in Italia, sopravvive una secolare tradizione gastronomica che si esprime in specialità tipiche da consumare in giorni precisi nel calore della famiglia. Nel giorno di “magro”, ad esempio, sono preparate le sardinhas asadas, le sardine alla brace e l’immancabile bacalhau (proprio quello che verrebbe preparato in 365 modi diversi, una ricetta per ogni giorno dell’anno!). Nel giorno di Pasqua è invece un trionfo di piatti saporiti come il capretto arrosto, lo stufato di agnello, i cosciotti di agnello arrosto, il folar (il pane tipico, che può essere dolce o salato) e le buonissime arrufadas, piccoli panini tondi briosciati guarniti con cristalli di zucchero o spolverizzati col cocco, tipici della regione di Coimbra.

Panorama-Lisbona

Panorama sulla Cattedrale e i tetti di Lisbona

La chicca: Lisbona è una meta ideale per Pasqua anche perché, approfittando del clima primaverile, si può scoprire Lisbona a piedi, attraverso la sua Street Art. Tra il 2010 e il 2011, su input dell’artista portoghese Pedro Soares Neves, decine di “firme” internazionali sono state invitate a lasciare il proprio contributo su edifici fatiscenti e abbandonati. Il risultato del progetto CRONO è stato superlativo (tra gli street artist anche il nostro BLU)!

Lisbon-street-art

Street Art a Lisbona. Lavori di Os Gémeos (Brasile) e l’italiano Blu [photo credit Matt M.]

Pensate che è stato addirittura istituito un ufficio comunale che si occupa esclusivamente di arte urbana chiamato GAU. Cercate ad esempio i malinconici ma colorati murales dedicati al fado in Rua da Madalena e lungo la Escadinhas de São Cristovão che si incrociano salendo verso il Castello. A bordo del mitico tram 28, sempre nei pressi del Castello, potrete ammirare la Graça Literary Walk, una “passeggiata letteraria” dedicata agli scrittori portoghesi che hanno vissuto in zona. Da qui, dirigendovi verso Santa Apolonia, potrete scoprire il Jardim do Tobaco, con opere di Pixel Pancho e Vhils. Per avere info dettagliate sulla Street Art consultate la pagina facebook della GAU oppure visualizzate proprio la mappa del progetto sul sito ufficiale.

Come arrivare al centro di Lisbona dall’aeroporto: L’aeroporto Portela è servito finalmente anche dalla metropolitana (il servizio inizia alle 6:30 e termina all’1 di notte). Il biglietto per la metro costa 1,40€ (i bambini sotto i 4 anni non pagano). Noi consigliamo l’acquisto della carta Viva Viagem al prezzo di 0,50€ e di ricaricarla con l’importo desiderato (noi consigliamo 6€ per usufruire del ticket giornaliero comprensivo di tutti i mezzi di trasporto Carris e i tram storici) presso le macchinette che funzionano benissimo. In questo caso, con la carta, la corsa in metro costa solo 0,50 centesimi di euro.

A questo punto non ci resta che augurarvi… Boa Pascoa!

POTREBBERO INTERESSARTI...

1 commento

Michela 18 Marzo 2016 - 10:42

Ho organizzato il weekend dei miei l’anno scorso..ora non mi resta che andare io 😀
Comunque post utile, ho trovato anche cose che mi ero persa nell’organizzazione dello scorso anno!

Rispondi

Lascia un commento