Home » Italia » Toscana » Dove dormire a San Gimignano: la Fortezza de’ Cortesi

Dove dormire a San Gimignano: la Fortezza de’ Cortesi

Fortezza de Fortesi dove dormire a san gimignano

La Fortezza de’ Cortesi a San Gimignano è il buen retiro ideale per staccare la spina nel week end. Questa nobile residenza dell’illuminato prelato umanista Paolo Cortesi, venne trasformata nel vivace luogo di ritrovo di una ristretta cerchia di intellettuali (Paolo e Lorenzo de’ Medici, Pico della Mirandola, Angelo Poliziano, Marsilio Ficino, i duchi di Ferrara e Urbino, i Cardinali Alessandro Farnese e Giuliano della Rovere – rispettivamente papa Paolo III e Giulio II) e respirò ragionamenti finissimi e parole argute.

Dormire a San Gimignano

Fortezza-de-Fortesi-dove-dormire-a-san-gimignano

Ingresso principale

Appollaiata su di una collina (l’antico borgo Monti, le cui più antiche testimonianze scritte risalgono al X secolo) la Fortezza gode di un’impagabile vista sulle Torri di San Gimignano ma a prudente distanza dai turisti che affollano il borgo toscano soprattutto nel week end.

 

Fortezza-de-Fortesi-dove-dormire-a-san-gimignano

Com’era… com’è

 

La proprietaria è l’adorabile Cledy, il vero fulcro attorno a cui ruota la vita stessa dell’antico Castrum Cortesianum: è lei che, allo stato di rudere, è riuscita a vedere il relais restituito all’antico splendore; è lei che ha seguito la ristrutturazione con rigore conservativo davvero encomiabile; è lei che si è cimentata – con successo – nella produzione di Zafferano DOP di cui la città vanta, da tempo immemore, un’antica tradizione e un rigido disciplinare.

 

Fortezza-de-Fortesi-dove-dormire-a-san-gimignano

Esterno

In questo agriturismo di charme che può ospitare solo 12 fortunati e coccolati ospiti, abbiamo trascorso due giorni spensierati di giugno. Le camere sono semplici ma arredate con il gusto elegante di Cledy che ha saputo personalizzare ogni ambiente con i colori caldi delle pareti e dei tessuti e la scelta di musica classica in filodiffusione in sostituzione della tv.

Dove-dormire-San-Gimignano-

Le camere della Fortezza

 

Spalancando le finestre, potrete spaziare con lo sguardo sul giardino rigoglioso, sul profilo inconfondibile di San Gimignano e sulle colline del Chianti, godendo dei colori strepitosi che la campagna Toscana sa regalare e ascoltando il silenzio rigenerante del borgo.

 

Fortezza-de-Fortesi-dove-dormire-a-san-gimignano

Vista sul giardino

Fortezza-de-Fortesi-dove-dormire-a-san-gimignano

Colazione nella ex stalla

 

Gli spazi comuni hanno tutti una storia da raccontare (e non potrebbe essere altrimenti in un luogo in cui tracce di un glorioso passato -il nostro, di tutti- sono ancora visibili): si fa colazione nelle antiche stalle (a proposito, non vi aspettate la english breakfast: non siete a Londra, siete in Toscana quindi troverete frutta fresca raccolta dalla stessa Cledy, dolci fatti in casa, pane, fette biscottate e, unica indulgenza al salato, affettati e bruschetta al pomodoro), si prende un caffè sotto al pergolato in giardino (luogo di chissà quali illuminate conversazioni), si naviga su internet nella ex porcilaia o molto più prosaicamente, ci si crogiola in una piscina immersa nel verde.

Fortezza-de-Fortesi-dove-dormire-a-san-gimignano

Piscina

 

Dove mangiare a San Gimignano

Dove-mangiare-San-Gimignano

Sosta Pietrafitta

 

Per un pranzo sfizioso all’aria aperta e a prezzi contenuti, consigliamo la Sosta Pietrafitta, un locale su strada (poco prima dell’incrocio per la Fortezza) scoperto casualmente grazie al profumo della griglia che è prepotentemente entrato nelle nostre narici e ci ha fatto fare una sosta ancora prima del check in in camera! In questa birreria, potrete ordinare un tagliere (molto buono e ricco) oppure diversi tipi di tagli di carne. 

Consigliatissimo il dolce! Abbiamo visto anche diversi centauri seduti nel locale che hanno scelto di fare qui una sosta per bere semplicemente una birra fresca!

 

Dove-mangiare-San-Gimignano-

Ristorante Dulcisinfundo

 

Per cena, invece, suggeriamo il Ristorante Dulcisinfundo, gestito sempre dalla vulcanica Cledy, dove potrete degustare, tra le altre cose, un originalissimo menu a base di zafferano, comprensivo di antipasto, primo e dolce. Io ho trovato particolarmente buoni i cappellotti di pasta fresca ripieni di ricotta e spinaci su delicata di fiori di zucca e zafferano dop (costo degustazione 27€ a persona). Il locale è in una via panoramica di San Gimignano che vi permetterà di ammirare un romantico tramonto e un morbido calar della sera sulle colline circostanti. Se sarete fortunati, potrete accomodarvi a uno dei richiestissimi tavolini all’aperto (correte a prenotare!).

Se avete tempo di fare un giro nei paraggi, vi consigliamo la bella Monteriggioni a cui abbiamo dedicato un reportage su Dove e cosa mangiare a Monteriggioni.

Info: http://fortezzacortesi.com/

 

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento