Home » Lo scaffale di TDM » Natale a Bruges con i libri dello Scaffale di TDM

Natale a Bruges con i libri dello Scaffale di TDM

Bruges Belgium e

Chi ci ha regalato il Natale perfetto? Charles Dickens of course!

A pensarci, quel Canto di Natale sembra un raccontino, una favola della buona notte. Eppure è il fondamento letterario della festa di Natale contemporanea. Inutile prenderla alla larga, si tratta di un libro fantastico, dove c’è tutto ciò che serve per farsi scaldare il cuore, trovare ispirazione, cercare di essere più felici possibile.

Del resto chi è che non vuole godersi il Natale? Cristiano, laico, pagano (sic!) che sia… non c’è giorno uguale, non c’è proprio. Se le parole “atmosfera magica” significano qualcosa, beh… ci siamo, quel qualcosa è da rintracciare nel 25 Dicembre.

Ok, ma dove passarlo? Dove lo trovo un Natale da fiaba? A casa, come vuole l’adagio. Oppure, da TdM incalliti… via sulla slitta, alla ricerca di Babbo Natale!

Bruges

Bruges [photo credit Daniel Mennerich]

Così, cammina, cammina e arrivi in Wollenstraat. Prima di continuare la passeggiata, una sosta sul ponte vale la pena farla, nonostante il vento, concedendosi  un momento per ammirare lo spettacolo delle architetture in mattoni che si specchiano sulla superficie del canale (sempre che non sia gelato, perché in tal caso è ancora più bello), le mille luci e gli addobbi che brillano. C’è anche musica nell’aria?!

È freddo sul serio, per Noel! Meglio ristorarsi con una cioccolata calda “no, senza panna, grazie”. Per il Markt, sempre dritti non si sbaglia. La cioccolata finisce in tempo per restare a bocca aperta davanti allo spettacolo di una delle piazze più “natalose” del mondo. Ah già… siamo a Bruges.

Fonte di turbamento (positivo) per il turista che vi giunge (sopratutto dal sud Europa). In pratica, lo dico per chi non ha presente il posto, sapete quelle sfere che si vendono nei negozi di souvenir, quelle che dentro hanno l’acqua e quando le scuoti si animano di neve che galleggia ovunque? Ecco, Bruges è in quella sfera e chi l’ha visitata è assunto a personaggio dell’incanto fiammingo che lo circonda.

A questo punto se avete portato con voi dei ragazzini, crederanno di essere giunti a Diagon Alley, nel regno di Harry Potter (uscito, come sanno anche i sassi, dalla “magica” – dico magica, capirai se è poco- penna di J. K. Rowling, la saga completa è un regalo dell’ultimo minuto splendido, per giovani TdM: dalle elementari a poco oltre). E poiché dicembre è dei ragazzi, ed il Belgio è casa sua, sfogliare una bella avventura di Tintin (mitico personaggio di Hergè) potrebbe essere una divertente sorpresa.

Bruges

Bruges [photo credit Daniel Mennerich]

I TdM più grandi, a Bruges, si squagliano come la cioccolata fondente belga. Ovunque posino lo sguardo, credono di essere in una favola oppure “come dire, sembra di essere…”: forse, in un quadro fiammingo? Alla fine, ovunque si creda di essere, quando ci si riprende dallo shock… la birra belga, anzi le moltissime ed ottime birre dei belgi, fanno il resto. Insaccati, cozze e patate fritte. Birra, ri-birra, e birra ancora, cioccolata, “una cornice da favola”. Caspita che Natale!

Che libri mettere in valigia, a parte Charles Dickens? Abbiamo una certezza: va assolutamente bilanciato l’innalzamento glicemico derivante dalla sdolcinata disposizione d’animo indotta dal luogo! Comunque cerchiamo tra la gente del nord, qualcuno che Babbo Natale potrebbe averlo come vicino di casa.

Oslo, Sidney e ritorno (ricordate, non ci piace stare fermi!), viaggio torbido di uno dei personaggi più amati della letteratura nordica di genere: Harry Hole, di Jo Nesbø, Il pipistrello, pubblicato da Einaudi. Se Jo non vi convince (strano, perché merita la vostra fiducia), allora non c’è che mettere in tasca uno dei romanzi di Henning Mankell, in qualsiasi indagine lo peschiate (tutte pubblicate da Marsilio) Wallander, è sempre un buon diavolo svedese con cui passare del tempo.

Dunque, facciamo i conti con la ricetta del nostro Natale da fiaba! Ingredienti: Buoni propositi e una super favola? Dickens. Magia ed avventura? Harry Potter e Tintin; Morti ammazzati, criminali e commissari, per bilanciare il gusto, dando quel tanto di acidità che ci rammenti che il mondo non è un presepe, non è l’incanto di Bruges, anche se è Natale.

Oh, oh, oh! M.I.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento