Home » Nordamerica » USA » Il viaggio dei sogni? Natale a New York!

Il viaggio dei sogni? Natale a New York!

Natale a New York

Qualche tempo fa, parlando del concorso Lactacyd pubblicato sulla pagina facebook https://www.facebook.com/LactacydItalia/,  e dei 5000€ in palio per realizzare il viaggio dei sogni, vi avevamo raccontato il nostro, descrivendo esattamente le tappe che avremmo voluto fare.

Ebbene, quel sogno nel frattempo l’abbiamo realizzato: la Jamaica ci ha letteralmente rubato il cuore e non vi nascondiamo che abbiamo vissuto i primi giorni sull’isola in uno stato di ebbrezza mista a incredulità.

Ci siamo detti: e ora? Ovviamente nei giorni a seguire ci siamo scrollati di dosso quella sensazione e, gambe in spalla, abbiamo depennato tutto quello che avevamo segnato nel nostro taccuino.

Non ci siamo fatti mancare neppure due o tre chicche proposte da una guida che da casa avevo ritenuto un po’ troppo ardite e che invece, rilette in aereo, mi sono sembrate assolutamente da fare (se siete curiosi leggete il Diario di Viaggio di Port Antonio e le Cose da sapere per un viaggio in Jamaica in agosto)!

Una sera, mentre bevevamo una ginger beer ghiacciata in veranda, di fronte a un meraviglioso tramonto sulla Turtle Crawl Bay, siamo stati folgorati da un pensiero: e se dovessimo essere noi i fortunati vincitori all’estrazione di quel montepremi, dove andremmo? Io non ho avuto alcuna esitazione: New York! E non in un periodo qualsiasi.

Io vorrei andare a New York a Natale perché ci sono quelle quattro o cinque “classic things to do” a cui non vorrei mai rinunciare.

Lo so, ha il sapore di un outing questo, visto che sono sempre alla ricerca di qualcosa di insolito e fuori dai circuiti turistici però…

Rockefeller Center, New York

Rockefeller Center, New York [photo credit Brian Hoffsis]

Come si fa a non desiderare di pattinare a Rockefeller Center sotto l’albero di Natale più famoso e luminoso del globo terrestre (ma mi accontenterei anche della pista di Bryant Park, notoriamente meno costosa e affollata)?

O di passeggiare senza meta per le strade di Manhattan con un caffè bollente in mano, battendo i denti, certo, ma volete mettere? Vorrei fermarmi a guardare le colorate e ammiccanti vetrine della Fifth Avenue e, sprofondata in una comoda poltrona di un teatro di Broadway, assistere a uno strappalacrime musical natalizio!

Nella to do list metterei pure FAO Schwarz il negozio di giocattoli di fronte a Central Park e fare incetta di ricordini (per me con la scusa dei nipotini) sperando di intercettare un simpatico Babbo Natale che grida oh oh oh! Peccato che per Natale il temporary Central Perk, sì proprio la caffetteria di Friends, sarebbe certamente già  chiusa!

 

Natale a New York

Natale a New York [photo crediti torbakhopper HE DEAD]

Quando mi sono svegliata da quel sogno a occhi aperti, il sole era tramontato e la mia bibita si era scaldata. L’orologio segnava le 19 eppure a Port Antonio c’erano ancora 30° ma io avevo i brividi: effetto New York? Finger crossed per il concorso!

foto di copertina: Skunkworks Photographic

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento