Home » Italia » Toscana » Montecatini: non solo terme!

Montecatini: non solo terme!

Le Terme di Montecatini

Montecatini mi ha stupita, devo riconoscerlo. Molte città termali sonnecchiano attorno ai propri bagni, in attesa di un turista che non tornerà più. Montecatini no. È una cittadina di provincia che incanta con la vivacità operosa di una realtà che non si è adagiata sulle proprietà benefiche delle sue acque e sta cercando di diversificare l’offerta per intercettare tipologie di viaggiatori interessati anche ad altro.

Le Terme Excelsior di Montecatini

Le Terme Excelsior di Montecatini

 

Dal Palazzo del Municipio al Cinema Excelsior, dal Padiglione Tamerici allo Stabilimento Excelsior passando dalle Terme Leopoldine fino ad arrivare allo stupefacente Stabilimento Tettuccio, una vera e propria “città termale” con un immenso parco, padiglioni e sale impreziosite da decorazioni, ceramiche e affreschi.

Di solito, prima di andare in perlustrazione di un luogo, facciamo almeno il check in ma stavolta abbiamo approfittato della bella giornata per fermarci a mangiare un boccone. Che poi, detta così, uno potrebbe pensare che si sia trattato di un panino strada facendo e invece no: un delizioso light lunch a La Cascina, un locale immerso nel parco, proprio di fronte al Municipio. Non fatevi scoraggiare dall’eleganza degli ambienti: in realtà il listino prezzi è assolutamente accessibile. Insomma, consigliatissimo!

Hotel-Miro-Montecatini

L’hotel Miro di Montecatini

 

Rigenerati dal pranzetto, siamo finalmente andati in hotel.

Per raggiungere l’Hotel Mirò abbiamo percorso Viale Verdi: migliore biglietto da visita non esiste, per questa cittadina! Lungo questa via, si affacciano infatti edifici in stile Liberty che ispireranno, non solo agli appassionati, un tour a tema davvero interessante!

Il Mirò è un tre stelle in pieno centro (dimenticate quindi l’auto nel parcheggio dell’albergo e godetevi una vacanza slow: tutto è accessibile a piedi, Montecatini Alto compreso, grazie alla funicolare) con una bella piscina, una zona solarium dotata di lettini e un delizioso patio dove soffermarsi a sorseggiare un drink preparato nel pool bar!

La nostra camera era ampia, luminosa e confortevole, arredata con uno stile essenziale. Wifi solo nelle aree comuni ma, vista la location che ispira relax e ritmi più lenti, forse staccare la spina per un week end non è poi una cattiva idea! E lo faremo volentieri prossimamente perché non abbiamo avuto il tempo di crogiolarci nelle terme di Montecatini né di sperimentare gli effetti benefici delle cure idropiniche (magnifica espressione per dire: bere l’acqua!) ma solo di visitarle per farci un’idea dell’ampia offerta assicurata al turista!

 

Le Terme Tettuccio di Montecatini

Le Terme Tettuccio di Montecatini

 

Se le Terme Tettuccio lasciano letteralmente di stucco (pensate che sono diventate location per i matrimoni e non facciamo fatica a crederlo vista l’eleganza e l’unicità degli ambienti) le Terme Tamerici sorprendono per un interessante recupero del parco che le ha rese fruibili durante la bella stagione con tavoli e sdraio all’aperto.

D’inverno, invece, il Castello diventa sede della Casa di Babbo Natale per la gioia di centinaia di bambini che possono partecipare a laboratori, scrivere la letterina, visitare la casa degli Elfi e assistere a tanti altri eventi studiati per far vivere la vera magia del Natale ai più piccini!

 

Le Terme Tamerici di Montecatini

Le Terme Tamerici di Montecatini

 

Abbiamo proseguito la passeggiata nell’enorme parco in cui sono immerse le terme e vi posso assicurare che il senso di pace è veramente totale: c’erano anziani all’ombra di qualche albero a chiacchierare, giovani a fare jogging, bambini a passeggio con le loro mamme (che, fatevelo dire, avranno di che sbizzarrirsi nella sequela di negozi per lo shopping dopo aver lasciato i figli alle amorevoli cure dei papà!).

L’indomani mattina, siamo andati a Montecatini Alto, il primigenio sito cittadino a circa 300 metri di altitudine diventato frazione di Montecatini Terme dopo la bonifica della zona sottostante e il laborioso incanalamento delle acque termali a opera del Granduca Leopoldo.

Oggi l’antico “castello”, accessibile sia in auto che con l’antica funicolare inaugurata nel giugno del 1898, riserva indubbiamente delle piacevoli sorprese (esiste anche un sentiero detto “La Corta” che, costeggiando la linea della funicolare, conduce fino in cima. Il trekking è facile: lungo il cammino, oltre ad apprezzare la distesa di boschi e di ulivi, potrete notare le stazioni della via crucis visto che in occasione del Venerdì Santo lungo il sentiero si snoda la processione dei fedeli).

 

La funicolare di Montecatini

La funicolare di Montecatini

 

Consigliamo di salire a bordo del trenino rosso, di lasciarsi incantare dall’ascesa lenta ma panoramica (10 minuti per 1 chilometro di salita caratterizzata da una pendenza, in alcuni punti, del 38%) e di fermarsi, una volta a destinazione, sulla piattaforma che vi farà abbracciare la Valdinievole con un solo sguardo! Tenete a mente solo che i trenini sono due e che partono ogni 30 minuti.

Se vi piacciono le piazzette in pietra, le botteghe artigiane, i caffè caratteristici, chiesette e torri, Montecatini Alto non vi deluderà, sorprendendovi con una chicca che noi abbiamo trovato davvero pregevole: la particolare decorazione in stile Liberty del Teatro dei Risorti!

La chicca: Montecatini è un’ottima base di partenza anche per visite giornaliere alle cittadine vicine: Lucca (34 km), Pistoia (17 km), Collodi il paese di Pinocchio (11 km). Per un’esperienza un po’ diversa, però (in perfetto stile Turista di mestiere) visitate l’incantevole “paese di pietra” di Serravalle Pistoiese, ubicato su di una collina, tutto raccolto intorno al centro storico e alle sue suggestive torri.

Noi siamo arrivati in orario di aperitivo e, oltre a gustare uno strepitoso tramonto, abbiamo potuto cenare in un ristorantino con vista panoramica allietato da un venticello che sicuramente non ha confortato i turisti rimasti a valle. Ve ne parleremo presto: per il momento, accontentatevi di qualche scatto!

 

Serravalle Pistoiese

Serravalle Pistoiese

 

La chicca 2: agli amanti dell’adrenalina, consigliamo un’esperienza davvero inusuale: raggiungete il paesino di Mammiano Basso e attraversate il ponte pedonale più lungo al mondo!

Come arrivare a Montecatini: in auto, da Roma e Milano, autostrada A1 direzione Firenze, deviazione sulla Firenze Mare (A11) direzione Pisa e uscita al casello di Montecatini Terme; da Genova, autostrada Genova Livorno (A12) deviazione sulla Firenze Mare (A11) direzione Pisa e uscita al casello di Montecatini Terme. In aereo, potete atterrare a Pisa o a Firenze. Prezzi Funicolare: 7€ intero A/R; solo andata 4€. 4€ A/R bambini 6-10 anni; solo andata 2€ bambini 6-10 anni.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento