Home » Nordamerica » Jamaica » La Jamaica e l’agente 007

La Jamaica e l’agente 007

Oracabessa bay  Jamaica

Ian Fleming aveva scelto la Jamaica come buen retiro per scrivere i romanzi in cui il fascinoso James Bond mieteva vittime tra i nemici della Corona di Sua Maestà e (forse di più?) tra le donne che incrociava lungo la sua strada.

Quest’anno ricorre il cinquantenario della sua morte e la terra del reggae rappresenta una delle tappe più significative nella vita dello scrittore inglese.

Nel 1946 acquistò 15 ettari di terreno nella deliziosa Oracabessa Bay (costa nord dell’isola) e un bungalow che chiamò Goldeneye (non vi ricorda nulla?) dove trascorrere almeno un paio di mesi l’anno retribuiti dagli editori dei giornali Kemsley. 

Dunn's River Falls, Jamaica

Dunn’s River Falls, Jamaica – foto | WanderingtheWorld

Dunn's River Falls, Jamaica

Dunn’s River Falls, Jamaica – foto | Evoflash

Tra il ’52 e il ’64, con una scaletta precisa e rigore militare, dedicò 6 delle 8 settimane in Jamaica alla scrittura: i 14 romanzi imperniati attorno alla figura dell’Agente 007 (in qualche modo autobiografica, visto che Fleming durante la Seconda Guerra mondiale collaborò con l’intelligence britannica raggiungendo il grado di Comandante), vennero scritti tutti alla scrivania “with the jalousies closed around me so that I would not be distracted by the birds anche the flowers and the sunshine outside…” (con le persiane chiuse in modo da non essere distratto dagli uccelli, dai fiori e dal sole che splendeva fuori…”). 
Oltre a trovarvi il silenzio per scrivere, la Jamaica fu fonte di ispirazione anche per le ambientazioni: “Vivi e lascia morire” e “Agente 007, licenza di uccidere”, “L’uomo dalla pistola d’oro” e il racconto “Octopussy” hanno un debito con la bellissima terra del reggae per alcune location puntualmente descritte da Fleming. Se non avete letto i suoi libri, sicuramente ricorderete la sensuale Ursula Andress: ebbene, il film del ’62 con Sean Connery, immortala la Laughing Waters Beach, vicino Ocho Rios, nella scena clou dell’attrice che emerge dalle acque cristalline con il bikini bianco e le splendide Dunn’s River Falls, le cascate Patrimonio nazionale e mondiale che scivolano da 183 metri d’altezza su gradoni di calcarei!

Green Grotto Caves, Jamaica

Green Grotto Caves, Jamaica – foto | Gary

Se volete ripercorrere qualche tappa intrigante in occasione dell’anniversario, oltre a scattare anche voi una foto alle cascate o a fare un remake nelle acque che lambiscono la splendida spiaggia della costa nord, visitate le Green Grotto Caves tra Runaway Bay e Discovery Bay (la “base sotterranea” di Mr Kananga in Vivi e lascia morire”) e alloggiate al Goldeneye, la vecchia casa dello scrittore oggi riconvertita in un esclusivo resort dove si possono accora sfiorare i suoi cimeli tra cui, indubbiamente il più prezioso, la mitica scrivania!
La chiccaFleming era un appassionato di ornitologia e aveva letto un testo scientifico dedicato agli uccelli a firma del professore americano James Bond. Tutto torna. O no? 

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento