Home » Italia » Sicilia » Gli Archi di Pane. Pasqua a San Biagio Platani

Gli Archi di Pane. Pasqua a San Biagio Platani

Archi pasqua San Biagio Platani

Avete mai sentito parlare degli Archi di Pane? A San Biagio Platani (paese dell’entroterra siciliano in provincia di Agrigento) costituiscono il momento clou della liturgia pasquale e sono talmente cari alla popolazione da finire, ogni anno, in un museo creato appositamente per non disperderne la memoria!

San Biagio Platani

Canne, asparago, rosmarino, alloro, salice, cereali, datteri e addirittura pane (tutti materiali con un alto valore simbolico) vengono utilizzati per creare delle installazioni che vedono impegnate, per mesi, le due confraternite cittadine (Madunnara e Signurara) in una sfida a colpi di scenografie mozzafiato lungo Corso Umberto. 

San Biagio Platani

San Biagio Platani


Questa tradizione risale al ‘700 e si è presto legata al culto della Madonna e del Signore (da cui la nascita delle confraternite stesse). La sera del Sabato Santo ciascuna fazione allestisce la metà di strada che le è stato assegnato; il punto di incontro, esattamente al centro, è il sagrato della chiesa madre. Qui, la mattina di Pasqua, si incontrano le statue del Cristo Risorto e della Madonna. 
San Biagio Platani diventa un polo attrattivo per fedeli, curiosi e turisti. Le installazioni non vengono smontate subito dopo Pasqua, al contrario: grazie a un calendario di appuntamenti culturali davvero fitto, restano a testimoniare la suggestiva tradizione almeno fino a maggio. 

Nel Museo degli Archi di Pasqua, si possono ammirare in scala ridotta le opere realizzate negli anni (vi ricordiamo che oltre che per le dimensioni, sarebbe impossibile traslare le vere decorazioni per il materiale deperibile con cui sono realizzate) e si può fare un virtual tour diurno e notturno che vi regalerà la sensazione di aver partecipato in prima persona all’allestimento pasquale! 

San Biagio Platani

San Biagio Platani – foto |  m4_n1c4

Mentre ogni anno la creatività delle confraternite si sbizzarrisce nella creazione di scenografie sorprendenti, la struttura architettonica “portante” (entrata, viale e arco)  non viene mai modificata in virtù del suo valore simbolico. I tre elementi evocano infatti rispettivamente la facciata di una chiesa, la navata e il suo abside. 

La chicca: alla fase creativa da qualche tempo vengono invitati degli artisti che, con il proprio estro, devono dare un tocco di modernità alla manifestazione. Il tema in cui si dovranno cimentare quest’anno Mimmo Di Cesare e Carmelo Navarra sono l’Isola di Sicilia e il Mediterraneo. Le opere saranno inserite, come ogni anno, nel tessuto urbano per diventare tappe di un interessante itinerario artistico arricchito con contributi sempre nuovi.

Info utili

Archi di Pane di San Biagio Platani
Quando: 20 aprile – 18 maggio 2014

Orari: inaugurazione ore 10

Museo degli archi
Indirizzo: Via Benedetto Croce 12
Prezzi: offerta libera per ingressi individuali
Orari: durante la Pasqua il museo è aperto. Per informazioni aggiornate in tempo reale, contattate la proloco al numero 324 7440252 altrimenti andate su http://www.prolocosanbiagioplatani.it/

POTREBBERO INTERESSARTI...

1 commento

chicchina 12 Aprile 2014 - 14:14

Ottima proposta!Ci sono stata qualche anno fa e sono rimasta incantata.E’ una manifestazione che impegna per quasi un anno,nella preparazione e credo serva anche per tenere unito il paese,piccolo ma molto collaborativo,c’è il lavoro di tanti anche se il visitatore vede l’insieme.

Rispondi

Lascia un commento