Home » Europa » Germania » Cosa vedere a Berlino di davvero originale!

Cosa vedere a Berlino di davvero originale!

Bookcrossing berlin book forest

Un itinerario decisamente originale a Berlino? Oggi vi portiamo a spasso per la città, facendovi scoprire delle chicche imperdibili! Un tour alla scoperta delle cose da vedere a Berlino più originali e al di fuori dai soliti percorsi. Pronti?

Cosa vedere a Berlino di davvero originale?

Nel nostro tour “cosa vedere a Berlino” di originale, partiamo da Prenzlauer Berg, il quartiere della ex Germania ovest, confinante col muro dove pullula una vivace attività culturale dai tempi in cui, alla fine della Guerra, giovani artisti vi si sono insediati stabilmente. 

Book Forest - BookCrossing in Berlin

Il book forest nella città di Berlino – foto |  Patrick Tanguay

Per cogliere i primissimi fermenti di nuove forme creative, è la zona da tenere d’occhio.

Il Book Forest a Berlino

Qui, potremo vedere il Book Forest, un progetto curato da BauFachFrau che ha restituito la vita a una quercia abbattuta per cause naturali trasformandola in una libreria urbana. 

Capace di contenere fino a 100 libri, il Book Forest è meta quotidiana di lettori che amano il Bookcrossing.

L’impegno è quello di non interrompere il “viaggio” di ciascun libro: per uno che prendono devono lasciarne un altro, magari lasciandovi un segno del possesso temporaneo per consentirne una specie di tracciabilità. Anche i turisti possono partecipare visto che si trovano libri in tedesco e in inglese.

Il successo dell’installazione è nella durata: il progetto iniziale prevedeva che l’opera fosse rimossa nel 2008. E’ ancora lì.

Book Forest
Indirizzo: all’angolo tra Sredzkistraße e Kollwitzstraße
Come arrivare: fermata Eberswalderstrasse, linea U2 

 

Il Buchstabenmuseum nella Holzmarktstraße

Spostiamoci a Holzmarktstraße, vicino Alexanderplatz, ed avventuriamoci nelle sale del Buchstabenmuseum, lo straordinario Museo delle lettere e dei caratteri tipografici. Qui, tra insegne di negozi, cinema e teatri, potrete fare un vero salto nel passato recente.

Buchstabenmuseum di Berlino - il museo delle lettere e delle insegne

Buchstabenmuseum di Berlino – il museo delle lettere e delle insegne – foto | kollektive Wahrnehmung

Le due curatrici, oltre a collezionare e restaurare scritte nei più diversi formati, sono riuscite a preservare – dal 2005 a oggi – un pezzo di storia metropolitana (di Berlino ma non solo) capace di catturare i visitatori.

Passeggiando tra gli ammassi (solo apparentemente casuali) di insegne, neon e lettere, incroceremo amanti della tipografia, del design, del lettering, semplici nostalgici e, persino, studiosi di semiotica!

Barbara Dechant e Anja Schulze hanno avuto un’intuizione geniale: i brand global hanno schiacciato la tipicità dei marchi locali e in un futuro non troppo lontano li cancelleranno definitivamente. 

Buchstabenmuseum Berlin Letterforms and Neon Signs collection

Buchstabenmuseum di Berlino – il museo delle lettere e delle insegne – foto | kollektive Wahrnehmung

Per non perdere memoria del gusto, delle tendenze, degli interessi di una città o di una regione, hanno fondato nel 2005 l’associazione no profit e nel 2008 hanno aperto il Museo. Poiché la struttura vive di donazioni private e dell’incasso della vendita dei biglietti d’ingresso, ha degli orari di apertura ridotti: ma ne vale davvero la pena!

Buchstabenmuseum

Indirizzo: Holzmarktstraße 66 (quartiere Mitte)
Come arrivare: U + S-Bahn Janowitzbruke
Orari: da giovedì a domenica dalle 13 alle 17
Prezzi: 12,00€ intero; 6,50€ ridotto.

Gli Stille Wachter der Nacht

La giornata volge al termine, accusiamo un po’ di stanchezza ma siamo a Berlino e non possiamo andare a dormire presto! Il minimo che possiamo fare, è trascorrere la serata in un bel locale.

Uscendo, ci ritroviamo nel silenzio della strada, circondati da decine di persone. Cosa succede? Probabilmente non avete notato (voi, non noi che lo sappiamo!) che tutti pendono dal gesticolare del Guardiano Silente della Notte (Stille Wachter der Nacht).

Si tratta dell’esperimento a cui stanno lavorando i gestori dei locali per ovviare al vociare molesto degli avventori nel cuore della notte che tanto disturba i residenti.

L’idea ha avuto uno straordinario successo a Parigi con i Pierrots de la nuit e probabilmente otterrà i medesimi successi anche a Berlino: i mimi professionisti intratterranno i ritardatari, facendoli partecipare a mute performances dimostrando che, anche in silenzio, ci si può divertire!

 

Scegliete sempre un hotel vicino alla zona che intendete visitare

Ora non ci resta che andare a dormire e sarebbe sciocco doversi sobbarcare un lungo viaggio per raggiungere l’hotel. 

Noi, quando siamo stati a Berlino, abbiamo alloggiato in una struttura a due passi dalla stazione di Freidrichstraße: una via che “contiene tutta Berlino”, centrale, ottimamente collegata, tranquilla e – all’epoca, perché poi lo hanno chiuso, purtroppo – vicino al Tacheles (se vi interessa, questo è il nostro diario di viaggio).

Molti invece, si limitano a scegliere sulla base di un unico criterio, il prezzo, senza rendersi conto che risparmiare non fa sempre rima con guadagnare!

Una buona guida hotel, come quella di Expedia, con diversi filtri di ricerca (zona, tipologia, date, offerte, monumenti vicini) vi servirà per orientare meglio la vostra scelta, facendovi davvero individuare l’alloggio che fa per voi! 

POTREBBERO INTERESSARTI...

1 commento

valigiaepasseggino 5 Maggio 2014 - 17:44

Finalmente un bel post su Berlino, la mia prossima mèta!! ne terrò certamente conto!!!

Rispondi

Lascia un commento