Home » Lo scaffale di TDM » Lo Scaffale di TDM: Je t’aime… Février

Lo Scaffale di TDM: Je t’aime… Février

LOVE New York
Ci siamo, eccoci giunti, viaggiatori vicini e lontani al giorno x. Il giorno dell’amore: San Valentino! Qualsiasi cosa facciate, ovunque voi siate, con chiunque vi troviate, non c’è proprio nulla da fare è San Valentino. Dunque rassegnamoci, saremo investiti dal rosa della tenerezza e dal rosso della passione, un tuffo al cuore per tutti… un tuffo d’amore. Baci di cioccolato pioveranno a catinelle, lettere/valentine, sms, mms, e-mail e telefonate sussurrate avranno la meglio ed anche i più strenui difensori del “ capirai! Per noi è un giorno come un altro..” cederanno; allora rose, ancora rose e fiori di ogni tipo per dire: Je t’aime… In un weekend del genere, ogni viaggio, naturalmente in coppia, è viaggio d’amore, non si scappa. E non ha alcuna importanza la meta (infatti, per le coppie, tra i viaggi più probabili per questo 14 febbraio, complice la crisi economica, sembra si prospetti solo quello sotto le coperte, che comunque…), a proposito di ciò mi sovviene una battuta famosa: il viaggio di nozze cos’è? É un treno tra due camere da letto! Se ciò è vero per un viaggio di nozze, forse è ancor più vero per un viaggio “valentiniano”. In ogni caso, lo Scaffale deve concentrarsi sulle letture. Dunque, cosa mettere in valigia, o in tasca, o sul comodino…
C’è davvero poco margine di lavoro, poiché in questi giorni ci si dovrà dedicare, esclusivamente, all’altra metà del cielo, dunque per non uscire dal miele e dal caramello (contesto forse pure un po’ kitsch, anzi sicuramente, ma tutt’altro che male, no?) c’è una sola risposta da dare agli innamorati lettori, la più scontata si direbbe, ma non credo che la poesia possa dirsi “scontata” (sopratutto in un paese – lo dico tra parentesi per carità di patria – dove la poesia sembra essere meno importante della famigerata ultima ruota del carro. È singolare se pensiamo che il babbo della lingua che parliamo e scriviamo era un poeta, sommo poeta, ma pur sempre un poeta!).

 

Ah l’Amour! Per interrogarci sulla questione accendiamo la musica, il ritmo di “Che cos’è l’amor” di Vinicio Capossela ci aiuterà. Forse ci aiuterà ancor di più Auden il quale con penna finissima ed animo gentile, chiaroveggente come ogni poeta, ha scritto: O tell me the truth about love. E la celeberrima tragica e toccante: Stop all the clocks.. Auden è edito, in economica, dalla attenta Adelphi.
Restiamo sulla poesia inglese, non si può omettere il classico per eccellenza, il bardo: Will. I sonetti di Shakespeare sono pubblicati da tutti, vale davvero la pena leggerli, è vero qualcuno potrà sembrare fuori tempo massimo, ma alla fine dei giochi se si dice che la poesia è immortale ci sarà pure un motivo.
Non diremo una parola su innamorati supremi: Dante, Petrarca, solo per citarne due, tuttavia, chi avesse voglia di sconfiggere “l’ansia ginnasiale” i “ricordi scolastici” e volesse dargli una chance….
Scopro, con gioia, che vanno di moda le poesie d’amore di Nazim Hikmet; del compagno Hikmet. È pubblicato da Mondadori negli Oscar, ed al di là delle mode (vere o presunte) le sue poesie sono da conoscere, davvero ottime da portare in viaggio.
Tra una riga e l’altra, ricordo che Prevert nacque il 4 di febbraio, sotto la stella di Valentino manco a dirlo! Ricordo anche che la poesia di Garcia Lorca è struggente al punto giusto.
Finiamo sulle rime di Pablo Neruda e dei suoi “Cento sonetti d’amore”. Ottimi da dedicare a chi amate, sono canti d’amore e di passione per tutti e per sempre.
Abbiamo aperto questa carrellata di poesie con la musica, direi che sia il caso di finire in bellezza con la canzone più in tema possibile: La vie en rose, si dirà. Anche questa va bene ma pensavamo a qualcosa di più, come: Je ne regrette rien sempre cantata dalla superlativa Edith Piaf, e poi concludiamo con: Je t’aime… moi non plus di Serge Gainsbourg, suggeriamo la versione che preferiamo (senza togliere nulla all’altra cantata con J. Birkin, in queste cose si sa è solo questione di gusti) quella in duetto con B.B. … extase!

Alla prossima. M.I.

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento