Home » Italia » Lazio » Bassiano, borgo Bandiera Arancione ideale per una gita fuori porta

Bassiano, borgo Bandiera Arancione ideale per una gita fuori porta

Prosciutto Bassiano Lazio
Domenica 13 ottobre abbiamo partecipato, in qualità di inviati, alla Giornata delle Bandiere Arancioni di Bassiano, un piccolo comune in provincia di Latina (Lazio). La cittadina, in una superba posizione collinare, regala al visitatore un vero salto nel tempo e, al contempo, un’esperienza sensoriale a 360°.

Avviso ai viaggiatori: se siete degli amanti dei borghi ben conservati, se avete una passione per i musei e siete dei buongustai, siete gentilmente invitati a visitarlo! 
Bassiano-Giornata-Bandiere-Arancioni

Tra i vicoli di Bassiano

Visita a Bassiano (LT)

Giunti nella piazza principale, noterete subito le alte mura castellane a protezione del centro storico, dalla caratteristica struttura circolare. Eravamo curiosissimi di curiosare subito tra i vicoletti ma il programma prevedeva come prima tappa la visita al prosciuttificio Reggiani, ubicato a circa 3 chilometri dal centro.

Il Prosciutto di Bassiano

Noi, dobbiamo confessarlo, non sapevamo che a Bassiano si producesse il prosciutto e men che meno eravamo a conoscenza della sua unicità: una stagionatura naturale con le finestre aperte capace di regalare un sapore tipico, che sa dei boschi – soprattutto querce e faggi – dei Monti Lepini! 
Prosciutto-Bassiano-Lazio

Il prosciuttificio di Bassiano

L’azienda, a conduzione familiare, è nata dall’intuizione del macellaio modenese Astro Muratori sulle eccezionali peculiarità dell’aria di Bassiano e negli anni ha preservato l’arte antica di pressatura, salatura, aromatizzazione e stagionatura del vecchio fondatore, con un’attenzione particolare alla materia prima: sempre razza italiana proveniente da allevamenti riconosciuti!
Consigliamo una visita al prosciuttificio (interessante per gli adulti ma anche per i bambini) per conoscere i vari stadi di produzione e per acquistare, direttamente in loco e a prezzi davvero contenuti, prosciutti, coppiette e lonze! 
Bassiano-Santuario-Crocifisso

Santuario del Crocifisso

Il Santuario del Crocifisso

Lungo la strada di rientro, in località Selva Scura, noterete le indicazioni per il Santuario del Crocifisso: seguitele! Avrete la possibilità di visitare un piccolo santuario che prende il nome dal bellissimo Cristo in croce scolpito nel legno da Frà Vincenzo Pietrosanti (1673).
Fondato nel ‘300 da un gruppetto di francescani in esilio volontario dal proprio ordine, questo sito vi regalerà non poche emozioni.
Oltre al crocifisso (leggenda vuole che il frate non riuscisse a scolpirne il viso e che, frustrato dalla difficoltà, abbandonò il lavoro, andandosene a dormire: l’indomani, tornato alla scultura, la trovò miracolosamente completata!) potrete ammirare la Cappella delle Palme (noi siamo rimaste particolarmente colpite da un affresco della “Madonna del Latte”) e, soprattutto, il romitorio, una bellissima grotta affrescata (che qualcuno addirittura attribuisce ai Cavalieri Templari) con 13 raffigurazioni lungo le pareti e sul soffitto!
Bassiano-Grotta-Santuario-Crocifisso

la grotta del Santuario del Crocifisso

Dove mangiare a Bassiano

La scoperta di queste due peculiarità bassianesi (o forse piuttosto l’aria fina della collina), ci ha messo fame e, grazie all’ottimo consiglio della nostra guida d’eccezione Costantino Cacciotti (ex sindaco e attuale Presidente del consiglio comunale), siamo andati a pranzo nella Taberna del Brigante.
Abbiamo mangiato benissimo, dall’antipasto a base di affettati, formaggi erborinati, bruschette e olive, alla zuppa di fagioli, all’arrosto misto di carne. Dopo un pranzo da leccarsi i baffi, a base di prodotti tipici del territorio, abbiamo scoperto il centro storico di Bassiano. 
Bassiano-prodotti-tipici-cucina

Prodotti tipici bassianesi

Il Museo delle Scritture a altre attrattive

Grazie all’ausilio di giovani studenti che si sono alternati nell’illustrarci le bellezze del borgo, abbiamo scoperto la bella Chiesa di S. Erasmo, la piazza della Torre Civica dalla curiosa forma tondeggiante, la biblioteca comunale e soprattutto il Museo delle Scritture, dedicato ad Aldo Manuzio, il famoso editore-tipografo umanista.
L’ingresso al museo coincide con Porta Salamandra, l’antica porta di accesso alla città: sulla sinistra, dove si trovavano gli abbeveratoi, oggi si può ammirare un interessante allestimento della storia della scrittura (dalle tavole in pietra ai moderni pc) mentre sulla destra, ci si immette nel percorso museale vero proprio. 
Bassiano-Museo-delle-scritture

Museo delle Scritture

Oltre a documenti di valore inestimabile (stampe con l’inequivocabile simbolo del delfino attorcigliato all’ancora e il suo testamento), potrete capire come le sue innovazioni abbiano segnato la storia della tipografia (come il carattere corsivo, detto anche “aldino”, il formato “tascabile” e l’introduzione della punteggiatura) ed esaminare con interesse i caratteri di piombo dalle più disparate dimensioni custoditi nelle cassettiere da tipografo. 
Bassiano-Museo-delle-Scritture-graffiti

Graffiti nel Museo delle Scritture

Inoltre, come valore aggiunto, potrete scrutare le pareti del Museo e individuare i graffiti che le impreziosiscono, risalenti all’epoca in cui parte dell’edificio era adibito a carcere. Un mondo fatto di carta, piombo, pietra, storia e  memoria.
La chicca: i viaggiatori più attenti, coglieranno tra i vicoli stretti di Bassiano delle maioliche incastonate tra le mura su cui sono dipinte delle bellissime poesie, di artisti famosi e non. Fermatevi a leggerle. E fermatevi a “guardare l’ora” alle meridiane cittadine (ce ne sono tre). E fermatevi, ancora, ad ascoltare le anziane bassianesi sedute nei cortili a chiacchierare. Vi renderete conto del perché questo borgo abbia conquistato la Bandiera Arancione del Touring Club! 

Indirizzi delle nostre tappe a Bassiano

Prosciuttificio Reggiani
Soprattutto nei giorni feriali, consigliamo di contattare l’Azienda per assicurarvi che sia possibile la visita perché, non dimenticatelo, la famiglia Reggiani potrebbe essere al lavoro su un nuovo carico di prosciutti!
Indirizzo: Via Casanatola 10
Contatti: 0773 35 50 24   
Prezzi: ingresso libero
Santuario del Crocifisso
Contattare il comune prima di visitare il Santuario perché NON è aperto tutti i giorni al pubblico.
Indirizzo: Via Piana, Loc. Selva Scura
Prezzi: ingresso libero
Museo delle Scritture
Indirizzo: Via Aldo Manuzio 19
Prezzi: ingresso libero

POTREBBERO INTERESSARTI...

Lascia un commento