Home » Lo scaffale di TDM » Lo Scaffale di TDM: Goodbye Elmore

Lo Scaffale di TDM: Goodbye Elmore

Elmore Leonard
Oggi siamo un po’ tristi. Questa settimana ci ha lasciato un grande narratore statunitense, Elmore Leonard

Ora, vorrei parlare a chi crede di non conoscerlo. Il vecchio Elmore, che aveva quasi novant’anni, di cose ne ha scritte nella sua lunga e prolifica vita, lui fa parte di quegli autori ai quali, nel bene e nel male, tutti dobbiamo molto. Forse a molti il suo sembrerà un nome come altri, magari un po’ curioso, forse non è stato letto, oppure chissà? Mi sembra una volta… l’ho sentito da qualche parte…
Partiamo da un classico western: “Quel treno per Yuma“! Chi ha una certa età, o è un appassionato del genere (dunque non per forza un cinefilo) difficile non abbia visto il film di Daves (anno di grazia ’57) con protagonisti Glenn Ford e Van Heflin. Per chi ha un’altra età, invece, nel 2007 Russel Crow e Christian Bale hanno reinterpretato, rispettivamente, il fuorilegge Ben Wade ed il travagliato contadino Dan Evans. Vorrei anche ricordare, tanto per soprammercato, che la coppia Celentano-Pozzetto, nel film Lui è peggio di me (dell’84), si cimenta (voce, batteria, sax) nella improbabile Quel treno per Yuma: appunto!
Ma se puntassimo su altri generi… ricordate Get Shorty“, oppure “Out of Sight“, certamente ricorderete “Jackie Brown” di Tarantino, beh… sono stati tutti film degli anni novanta e sono tutti tratti da altrettante storie scritte dal nostro; e potremmo continuare a lungo! Il motivo di questa digressione cinematografica era quello di dimostrare come un autore possa entrare in contatto con l’immaginario delle persone, anche di chi non lo sa, attraverso molti canali.
Elmore Leonard, con la sua scrittura asciutta (direi, molto americana), con i dialoghi serrati e freschi, per i quali è famoso (degno erede, da questo punto di vista, di Hemingway), ci ha raccontato tante storie, molte sono entrate nelle nostre vite dalla porta del cinema, in ogni caso, è stato uno di quegli autori che lasciano il segno e restano nella memoria.
Storie del west, noir e thriller, i racconti di Leonard sono coinvolgenti, si leggono senza troppo impegno, è agosto! Possiamo ricordarlo divertendoci con lui. È la prima volta, qui allo Scaffale, che scriviamo un “coccodrillo”, dunque, questa volta, non consiglieremo nessun libro in particolare, troverete le storie del nostro autore pubblicate da EinaudiIn questo scaffale parliamo di libri da e per i viaggi. Credo che in questo caldo agosto ci possa essere spazio per libri che sono di compagnia e, ci offrono un viaggio (di)verso, un altrove… magari verso il west. Goodbye Elmore!
Alla prossima. 
M.I.

POTREBBERO INTERESSARTI...

1 commento

Nella Crosiglia 23 Agosto 2013 - 17:35

Vero Monica , una grande perdita..
Scrittore asciutto, ma interessante e prodigo di avventure che il cinema ci ha fatto apprezzare sia negli originali, che nei remake…
Rimarrà per sempre!:::)))

Rispondi

Lascia un commento