Home » Travel Tips and Tricks » Gruppi d’Acquisto: è boom nel settore viaggi

Gruppi d’Acquisto: è boom nel settore viaggi

mappamondo cartina
Sarebbe bello far girare il mappamondo, puntare il dito su una meta a caso, preparare lo zaino e via, non trovate? Ma purtroppo oggi bisogna fare i conti con mille difficoltà, una su tutte, le tariffe non sempre accessibili. Che fare? Qualche trucchetto per risparmiare sul prezzo di una vacanza esiste (e ormai è ben collaudato): partire fuori stagione, scegliere mete poco gettonate, prenotare online mettendo a confronto pazientemente le offerte, prediligere strutture a conduzione familiare, sperare (perché ormai è così) in un vero buon lastminute. Oppure, scoprire i vantaggi dei Gruppi d’Acquisto, grazie ai quali usufruire di sconti online fino al 90%! Sappiamo che lo scetticismo che serpeggia tra i potenziali clienti per tariffe fin troppo allettanti spesso frena o addirittura dissuade dall’acquisto, ma i dubbi non hanno ragion d’essere. La spiegazione di simili prezzi, infatti, risiede nell’enorme potere d’acquisto collettivo: il deal (che significa propriamente “affare”) è conveniente perché è rivolto a una clientela molto numerosa. 
In alcuni casi le offerte viaggi si attivano solo con il raggiungimento di un numero minimo di adesioni, in altri, sono limitate a uno specifico range di tempo, oltrepassato il quale la tariffa torna quella standard e l’acquisto non è più possibile. Questi portali offrono quotidianamente deals studiati per il tempo libero, viaggi e shopping nelle più grandi città italiane (Roma, Milano, Napoli, Torino, Bari, Firenze e Bologna) ma non mancano deals nazionali e addirittura internazionali. I coupon non riguardano solo semplici soggiorni, ma spesso propongono pacchetti più articolati, comprensivi di volo, treno, pensione, spa e biglietti per attrazioni che si rivolgono sempre più spesso alla fetta di viaggiatori con prole al seguito. Quello delle famiglie è infatti un settore in forte crescita tra gli entusiasti sostenitori dei gruppi d’acquisto perché la vacanza o un week end, la visita a un acquario o a un parco tematico, non possono più incidere significativamente sul bilancio domestico. L’unico suggerimento è, come per ogni operazione effettuata online, di prestare attenzione alla scheda che accompagna il deal dove sono riportate tutte le informazioni utili: dal prezzo alle date di utilizzo del coupon, dalle condizioni generali a quelle di recesso, alla struttura oggetto essa stessa dell’offerta. Nella maggior parte dei casi, infatti, le recensioni negative post-acquisto sono frutto della distrazione con cui si legge la scheda o della scarsa dimestichezza con la terminologia delle clausole previste dal contratto. Allora, aprite la pagina delle offerte e smettete di sognare un mare cristallino per la prossima estate: prenotate e partite!

POTREBBERO INTERESSARTI...

2 commenti

viaggiareconibambini 25 Maggio 2013 - 6:37

ciao io compro moltissimo nei gruppi d’acquisto più che soggiorni i biglietti d’ingresso ad attrazzioni e musei che normalmente sarebbero salatissimi, per gli hotel per lo più dai siti di prenotazioni come booking magari aspettando le offerte segrete e ultimamente anche direttamente dal sito delle catene alberghiere che all’interno di programmi di fidelizzazine fanno spesso offerte speciali agli iscritti

Rispondi
Twinsbimamma Barbara 16 Maggio 2013 - 7:39

infatti io leggo molto bene perchè c’è sempre qualche postilla che può essere importante per la tipologia di gita e vacanza che si sceglie..io per adesso mi sono trovata bene nei piccoli week-end…nel futuro speriamo sempre meglio…

Rispondi

Lascia un commento