Home » Italia » Campania » Orto dei Fuggiaschi: a Pompei i corpi rinvenuti raccontano il dramma

Orto dei Fuggiaschi: a Pompei i corpi rinvenuti raccontano il dramma

Orto Fuggiaschi Pompei
Dal 7 novembre a Pompei ha riaperto il suggestivo Orto dei Fuggiaschi. In questo angolo della cittadina coltivato a vigneto, furono ritrovati sepolti da uno spesso strato di cenere, i corpi di 13 persone in fuga dalla terribile eruzione del 79 d.C. verso Porta Nocera. All’epoca del ritrovamento, grazie al metodo Fiorelli, si riuscì a preservare l’esatta forma di questi corpi sorpresi dalla morte che vennero esposti in situ, tutti insieme.

L’Orto dei Fuggiaschi di Pompei

Corpi rinvenuti nell'Orto dei Fuggiaschi

Corpi rinvenuti nell’Orto dei Fuggiaschi

 
Qualche mese fa, grazie ai fondi della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, è iniziato il restauro dell’Orto dei Fuggiaschi, con l’obiettivo di intervenire il minimo possibile sui calchi di gesso. Le “figure”, estremamente drammatiche ed evocative del dolore vissuto nell’ultimo momento di vita, sono state distribuite nello spazio in maniera da renderne la fruizione da parte del pubblico più rispettosa: non di statue, si tratta, infatti, ma di persone. Per tutte le info utili su una visita a Pompei, cliccate Pompeii Sites.

POTREBBERO INTERESSARTI...

1 commento

PeraSarda 13 Dicembre 2012 - 13:42

Molto impressionante! ci ricorda ancora quanto la forza della natura può niente contro l’uomo 🙂 bellissimi i vostri post! Luisa

Rispondi

Lascia un commento