Home » Europa » Germania » Il muro non è caduto a Berlino, ma a Lipsia. Tour nell’autunno caldo dell’89

Il muro non è caduto a Berlino, ma a Lipsia. Tour nell’autunno caldo dell’89

Lipsia  ottobre

Lipsia, giorno delle celebrazioni per il 9 ottobre 1989

Lipsia, giorno delle celebrazioni per il 9 ottobre 1989 foto | verni22im


Il 9 novembre la Germania celebrerà l’anniversario della caduta del muro. Ma c’è una cittadina della Sassonia, a 100 km da Berlino, che lo celebra prima. Parliamo di Lipsia, che il 9 ottobre ricorda la grande manifestazione che ha fatto tremare quel muro un mese prima del suo crollo. Nell’autunno caldo dell’89, a Lipsia, già da diverse settimane, avevano luogo i cosiddetti Cortei del Lunedì, le Montagsdemonstrationem, che raggranellavano sempre più sostenitori fino a contare, quel giorno fatidico, 70.000 persone! Prima della strada, centro nevralgico della “rivoluzione pacifica” fu la Chiesa di San Nicola (Nikolaikirche), ubicata proprio nel centro cittadino, dove un giovane sacerdote, Christian Fuhrer, con le sue parole, infiammò gli animi dei fedeli verso un cambiamento epocale ispirato alla non violenza. Ogni anno, il 9 ottobre, Lipsia ricorda con un fitto calendario di eventi l’eroica preghiera della pace. A chi si fosse persa la celebrazione, consigliamo un itinerario, valido tutto l’anno, dei 3 luoghi più significativi: la Nikolaikirche, il Gedenkstätte in der Runden Ecke e il Zeitgeschichtliches ForumIl Museo della Stasi si trova nel palazzo caratterizzato da un angolo smussato (Runden Ecke, da cui il nome di Gedenkstätte in der Runden Ecke, Museo della Memoria nel Palazzo dall’angolo rotondo) che fu per 40 anni il Quartier Generale dei Servizi Segreti dell’ex Germania Orientale: qui potrete vedere tutti gli strumenti di spionaggio e di camuffaggio utilizzati per controllare i potenziali oppositori. Poiché l’ingresso è gratuito, consigliamo di noleggiare un’audioguida (in inglese) per avere maggiori informazioni sulle apparecchiature in mostra e di lasciare una donazione all’organizzazione no profit che lo gestisce. Il Museo di storia contemporanea racconta la storia di Lipsia e della Germania orientale dalla Seconda Guerra Mondiale in poi, con documenti, foto e materiale utile a capire le atrocità perpetrate anche nel dopoguerra. Potrete vedere anche la Biblioteca e il Centro informazioni.

Come arrivare: l’aeroporto Leipzig/Halle dista 20 km dal centro di entrambe le città (Lipsia e Halle). Per i voli dall’Italia consultate eDreams.

Lipsia
foto | Sebastian Niedlich (Grabthar)

Nilolaikirche
Indirizzo: Nikolaikirchhof 3

Lipsia
foto | moiconic
Gedenkstätte in der Runden Ecke
IndirizzoDittrichring 24
Orari: aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18
Prezzi: ingresso gratuito

Lipsia
foto | toastbrot81


Zeitgeschichtliches Forum

IndirizzoGrimmaische Straße 6,
Orari: martedì-venerdì dalle 9 alle 18
         sabato e domenica dalle 10 alle 18
Prezzi: ingresso gratuito

La chicca: se volete leggere l’intervista all’ex parroco Christian Fuhrer, cliccate qui.

POTREBBERO INTERESSARTI...

2 commenti

Ambra 3 Novembre 2012 - 20:11

Vero, la porta del rinnovamento è stata aperta a Lipsia, una deliziosa cittadina piena di fascino e di cultura. Allora ero spesso in Germania per lavoro, proprio nella RDT e in particolare a Lipsia, Berlino e Erfurt, ho assistito ai bagni di folla di Kohl proprio a Lipsia e infine ero a Berlino quando si è aperto il muro. Un altro mondo.

Rispondi
Mauro 3 Novembre 2012 - 14:47

Beh, cittadina… Lipsia ha mezzo milione di abitanti 😉
Saluti,
Mauro.

Rispondi

Lascia un commento