Home » Europa » Inghilterra » Centrale Elettrica di Battersea: la cattedrale “laica” di Londra

Centrale Elettrica di Battersea: la cattedrale “laica” di Londra

Battersea Power Station esempio di archeologia industriale

Battersea Power Station londra
La copertina del disco dei Pink Floyd

La copertina del disco dei Pink Floyd | foto di exquisitur via flickr

I meno giovani se la ricordano sulla copertina del disco dei Pink Floyd “Animals”(1977) e nel film dei Beatles “Help”(1965), mentre i più giovani nel film “L’illusionista”(2010) o nel video “The Flood” (2010) dei Take That.

Battersea Power Station può essere ammirata nella sua imponente regalità dalle rive del Tamigi, da Battersea Park, dal Chelsea Bridge o dal Battersea Bridge.

Con quell’aplomb tipicamente british, un po’ austera, preserva un fascino che solo i ruderi possiedono e che, certe volte, supera l’opera originaria.

Battersea-Power-Station-londra

Battersea Power Station

Oramai è considerata dai londinesi, per quel che è diventata nella loro percezione diretta, uno degli storici punti di riferimento dello skyline di Londra.

La Battersea Power Station è stata progettata nel ’33 e terminata nel ’39 da Sir Giles Gilbert Scott.

Scott è stato il progettista delle cabine telefoniche rosse, note in tutto il mondo come il “marchio di Londra”, nonché autore della Centrale di Bankside, l’attuale Tate Modern.

Red-Telephone

foto di spectacle productions

E’ considerato, con le sue quattro torri bianche agli angoli, l’edificio in mattoni più grande d’Europa.

Nel progetto iniziale erano previste solo due ciminiere, l’altra coppia fu aggiunta nel secondo lotto, nel 1955.

Particolare attenzione fu dedicata alla progettazione degli interni, realizzati con molto gusto (inedito per un edificio industriale).

Tutta da ammirare la sala di controllo Art Déco con le sue finiture in legno, rivestimenti in marmo e pavimenti in parquet e la sala delle turbine, con colonne che avevano decorazioni di ceramica.

Battersea Power Station londra

Battersea Power Station | foto di ramson via flickr

La centrale ha smesso di funzionare nel 1983, ma già dal 1980 per motivi storici e architettonici venne classificata “Grade II Listed Building” (ossia “luogo di elevato interesse storico/artistico”).

Questo riconoscimento, finora, ne ha impedito la demolizione o anche la minima alterazione senza l’autorizzazione statale.

Si sono susseguiti, negli anni, diversi progetti di recupero e riqualificazione che sono miseramente naufragati senza giungere a una soluzione definitiva.

Con la speranza che possa presto trovare una fortunata riqualificazione come la sorella di Bankside (Tate Modern) e in attesa che ciò accada, potete ammirarla da lontano, scrutarne l’interno, privo della copertura, e sperare in una sua rinascita…

La chicca: se volete sbirciare all’interno della centrale, consultate questo reportage fotografico della BBC NEWS!

POTREBBERO INTERESSARTI...

7 commenti

Tamerice 12 Giugno 2012 - 23:26

Cavolo! Il Mostro! Trovo inquietante questo edificio ma è vero, mi affascina parecchio. Spero che gli interni vengano salvaguardati, è un esempio di archeologia industriale da manuale.

Rispondi
Anonymous 4 Aprile 2012 - 17:59

Complimenti alla redattrice dell’articolo

Rispondi
Maraptica 4 Aprile 2012 - 7:24

Intramontabile la copertina dei pink e, nonostante nel 77 non fossi ancora nata, è un’immagine che fa parte della mia memoria!

Rispondi
Tiziana Bergantin 3 Aprile 2012 - 22:04

Io faccio parte della categoria dei “meno-giovani” e a quel tempo, da ingenua adolescente, pensavo che non esistesse una costruzione di questo tipo, pensavo fosse un disegno per promuovere l’album dei Pink. Parecchi anni dopo, da adulta, durante il mio viaggio a Londra, prendendo l’Eurostar (sotto la Manica), prima di arrivare a Waterloo Station, ne ho scorta la sagoma in lontananza: sono trasecolata! Una meteora mitica!

Rispondi
Vele Ivy 3 Aprile 2012 - 20:14

E’ vero, speriamo che la riqualifichino, ormai è un edificio entrato nel nostro immaginario. Sarebbe proprio triste che fosse lasciato lì a deteriorarsi…

Rispondi
vania rifugio da tutti 3 Aprile 2012 - 18:30

ciao mi casca a fagiolo questo post perchè giovedi andiamo a Londra per uno scambio casa pasquale.
Vado sicuramente da quelle parti a curiosare.
grazie
a presto

Rispondi
Paòlo 3 Aprile 2012 - 16:37

Fuori è bella, le immagini da dentro dispiacciono: dovrebbero dare il giusto lustro a questo bell’edificione.

Rispondi

Lascia un commento