Home » Italia » Marche » Bronzi dorati di Pergola

Bronzi dorati di Pergola

Bronzi Dorati di Pergola
Quando si parla di Bronzi, tutti pensano a quelli di Riace. Eppure c’è un gruppo scultoreo di grandissimo valore storico rinvenuto a Pergola (provincia di Pesaro Urbino, nelle Marche): parliamo dei Bronzi Dorati da Cartoceto, l’unico esempio di bronzo dorato dell’età romana al mondo. Questa imponente scultura, che raffigura due figure femminili con velo e manto e due figure maschili in veste militare su cavalli, è conservata presso il delizioso museo di Pergola. 

 

Bronzi dorati di Pergola

Bronzi dorati di Pergola

foto | Sara Gavanovich
 © tutti i diritti sono riservati – foto gentilmente concessa dall’autrice
Inizialmente, il gruppo scultoreo è stato datato tra il 23 e il 29 d.C., identificando le figure come appartenenti alla dinastia Giulio-Claudia. L’ultima ipotesi, basata su studi più approfonditi, retrodaterebbe l’opera  tra il 50 e il 30 a.C., all’età Cesariana. 
 

Bronzi dorati di Pergola

Bronzi dorati di Pergola

foto | Sara Gavanovich
 © tutti i diritti sono riservati – foto gentilmente concessa dall’autrice
Il museo si articola in tre zone attorno al chiostro: chiaramente la sala dei Bronzi Dorati è quella nella quale il visitatore concentra maggiormente la propria curiosità, vista la straordinarietà dei reperti, la loro imponenza e l’eccezionale grado di conservazione (vista l’età del gruppo scultoreo), ma anche la pinacoteca, la sala delle monete e quella dei reperti archeologici, sapranno stupirvi. Se siete dalle parti di Pergola, quindi, non lasciatevi sfuggire questo piccolo, sconosciuto gioiellino!
 
Indirizzo: Largo S.Giacomo 1
Orari: Gennaio-Giugno e Settembre-Dicembre 
         dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 (lunedì chiuso)
         Luglio-Agosto dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19 (aperto tutti i giorni)
Prezzi: 6€ adulti; 5€ gruppi, over 65 e speciali convenzioni; 4€ scolaresche; 3€ dai 6 agli 11 anni; ingresso libero under 6.

POTREBBERO INTERESSARTI...

8 commenti

Exodus 31 Marzo 2012 - 22:26

Meglio ancora bonzi e politici: i primi si danno fuoco da soli, i secondi riducono in cenere il paese.

Anche sbronzi e politici va bene, nel senso che si sono bevuti proprio tutto, prima di chiamare il liquidatore fallimentare.

Rispondi
TuristadiMestiere 29 Marzo 2012 - 21:14

@exo: cavoli, ma sai che hai ragione??? Sai che impennata avrebbe avuto questo post se avessi associato bronzi a politici?

Rispondi
Exodus 27 Marzo 2012 - 21:38

Quando si parla di bronzi tutti pensano alle facce dei politici italiani, altro che Riace!

Rispondi
TuristadiMestiere 27 Marzo 2012 - 15:26

@tomaso: è un vero piacere suggerire mete un po’ diverse dalle solite!
@chris: direi stupefacente stato di conservazione, considerando l’età!!! 😛
@cri: ma davvero??? Ecco, questa cosa la ignoravo!
@adriano: visto adri? Te l’immagini il fascino dal vivo???

Rispondi
Adriano Maini 27 Marzo 2012 - 14:53

Non avevo ancora visto fotografie così belle di quel magnifico gruppo di sculture, dalla storia ancora più affascinante, soprattutto se risalgono sul serio all’epoca cesariana.

Rispondi
cri 27 Marzo 2012 - 12:29

Abitando qua ad Ancona, il museo Archeologico delle marche li ha ospitati per un po’ poi sono stati rimandati a Pergola. Ancora non ho visto gli originali, ma ne abbiamo 1 copia sul tetto del museo, che appaiono stupendi sulla cima della citta’. E da un po’ che voglio andarli a vedere, devo farlo presto.’

Rispondi
Chris 27 Marzo 2012 - 10:47

Ciao, sai, devo confessarti che anche io come hai detto tu, quando ho letto bronzi ho subito pensato a quelli di Riace. Ma anche questi sono davvero molto belli e ben fatti. Dalle statue si puo’ percepirne l’espressione e la ricchezza di particolari con la quale hanno creato i cavalli e’ sorprendente!!E poi, sono un bel po’ vecchie eh? Ottimo stato di conservazione!!

Rispondi
Tomaso 27 Marzo 2012 - 9:10

Grazie cara Monica questo lo ignoravo veramente.Buona giornata amica.Tomaso

Rispondi

Lascia un commento