Home » Italia » Marche » Week end sulla Strada del Miele marchigiano

Week end sulla Strada del Miele marchigiano

Ape
150 chilometri dolcissimi nell’entroterra marchigiano, tra le Città del Miele: Belforte all’Isauro, San Giorgio di Pesaro, Ostra e Matelica.  Il primo borghetto, (in provincia di Pesaro-Urbino) sorge sulla riva sinistra di un fiume che oggi viene chiamato Foglia, ma che un tempo tutti conoscevano come Isauro. 

La Strada del Miele Marchigiano

 

Visualizza Città del Miele – Marche in una mappa di dimensioni maggiori 
 

Qui, tra le vie medievali che si stringono tutto intorno al maniero, viene organizzata ogni anno nel secondo week end di ottobre la gustosa Festa del Miele.

Nel corso della rassegna gastronomica si possono assaggiare tante specialità che esaltano il biondo nettare grazie a ricette antichissime, tramandate dalle donne del paese.

Tra gli stands e nelle cantine, però, potrete degustare anche altri prodotti tipici, dal vino al tartufo alla polenta.

A San Giorgio di Pesaro (sempre in provincia di Pesaro-Urbino), gli adulti potranno visitare il MUSA, Museo Storico Ambientale, dove imparare molte nozioni sul rapporto Uomo/Territorio e scoprire tecniche e tradizioni legate all’allevamento delle api; i bambini (dai 3 ai 7 anni) potranno entrare in un alveare e imparare la distribuzione di ruoli e compiti all’interno del favo.  

Il tour lungo la Strada del Miele marchigiana procede verso Ostra (provincia di Ancona): un borgo medievale che ha conservato l’impianto difensivo trecentesco con le possenti mura, lunghe più di un chilometro e intervallate da 9 torrioni, considerato la vera capitale del Miele nelle Marche.

Qui infatti potrete trovare eccellenti apicoltori, varietà tutelate, corsi e laboratori ad hoc e degustazioni prelibate.

L’ultima tappa è a Matelica (provincia di Macerata) dove la Cooperativa di Apicoltori Montani, cerca di proteggere la tradizione, di produrre un prodotto esclusivo, di tutelare il territorio e, nello stesso tempo, di incentivare una tipologia di turismo amante del Miele (millefiori,  monofloreale e la specialità del luogo, la melata di quercia). 

La chicca: nelle Marche si usa un’arnia tipica del posto (con piccoli ammodernamenti) che si distingue nettamente dalla Datant-Blatt, di origine americana che viene utilizzata nel resto d’Italia.

POTREBBERO INTERESSARTI...

16 commenti

TuristadiMestiere 13 Gennaio 2012 - 15:35

@davide: uh, che bello, manda mandaaaaaaa!!! 😉

Rispondi
Davide 13 Gennaio 2012 - 13:51

A me servono sempre un paio di dritte… fortuna che ci sei tu e non ti prendo in giro!!! 😉 … magari questa è la volta buona che ti becchi una foto di Turista di mestiere!!!! 😉

Rispondi
TuristadiMestiere 11 Gennaio 2012 - 22:31

@i am: il miele è il mio rimedio naturale per il mal di gola! Ultimamente, poi. l’ho scoperto sul pane…una delizia!
@valerio: ne sono contenta!
@maria: grazie!!! Io ho trovato i tuoi mini-libri un’idea fantastica!
@davide: segna segna, potrebbero esserti utili un paio di dritte!!!
@tomaso: grazie!!!
@sara: lo so!
@adri: e non sai quante altre avrei potuto postarne, su questi luoghi!!!
@bocchigliero: grazie dell’informazione, Piero!
@nkw: mi aspetto una foto per One Million Photos dai motociclistidatavola!!!
@silvia: ma guarda, quando mi sono iscritta al giveaway non avevo letto il commento…che feeling!!! ^.^ Ora spero anche di vincere!
@sississ: un abbraccio a te!
@ninfa: ciao Ninfa, spero che tu riesca a vedere questi luoghi, ne varrebbe davvero la pena!
@ambra: sìììììììììì miele, sole, gioia!

Rispondi
Ambra 9 Gennaio 2012 - 21:31

Che splendida immagine. Miele come Sole.

Rispondi
Ninfa 9 Gennaio 2012 - 21:28

Il miele mi piace molto e lo amo, quello d’acacia, soprattutto in abbinamento alla ricotta. Le api invece le amo un pò meno…perchè ne ho paura, ma ne riconosco la grandissima utilità. Non conosco i luoghi delle Marche di cui ci hai parlato, ma me ne ricorderò quando tornerò in questa bella regione, confinante con la mia. Ciao, Turista!

Rispondi
sississima 9 Gennaio 2012 - 21:23

Che bei posti devono essere, non ci sono ancora mai stata, un abbraccio SILVIA

Rispondi
TheGirlwiththeSuitcase 9 Gennaio 2012 - 21:10

mm, non amo il miele ma come al solito i tuoi post sono curiosissimi! 😉 ci tenevo a passare perchè non ti ho fatto ancora i miei migliori auguri di un felice anno ricco di viaggi, ovviamente! ;)e, se ti va, mi farebbe molto piacere partecipassi anche tu al mio primo giveaway, è iniziato proprio oggi.a presto,SilviaThe Girl with the Suitcase

Rispondi
NKW 9 Gennaio 2012 - 20:53

Caspita che bella segnalazione.
Inserisco il giro nel programma 2012 dei Motociclistidatavola.
Ci sono paesaggi e strade stupende.

Rispondi
bocchigliero oltre...... 9 Gennaio 2012 - 16:48

Alla ricerca della dolcezza perduta … sono fantasticamente dolci. Il miele è di origine turca, quasi tutti i dolci fatti con il miele sono TURCHI.
con affetto e stima,
Piero

Rispondi
Adriano Maini 9 Gennaio 2012 - 16:17

Viva una volta di più il miele, se grazie a lui pervengono siffatte “ghiotte” notizie, anche storiche!

Rispondi
Sara 9 Gennaio 2012 - 14:45

Le Marche sono una regione bellissima!

Rispondi
Tomaso 9 Gennaio 2012 - 14:25

Un osto incantevole, la bella foto con colori veramente belli.Tomaso

Rispondi
Davide 9 Gennaio 2012 - 13:37

Me lo segno va… dovessi tornarci proprio per quelle occasioni!!! 😉

Rispondi
Mari@-Il Cucchiaino Magico 9 Gennaio 2012 - 13:03

Grazie per la tua visita e per la tua partecipazione :o) Trovo il tuo sito fantastico e per una come me che adora viaggiare è una fonte preziosa. Complimenti!

Rispondi
valerio 9 Gennaio 2012 - 12:29

Posti bellissimi che conosco !!!

Rispondi
I am 9 Gennaio 2012 - 12:20

Sono stata in molti dei posti che hai elencato, a parte il miele che non uso, i luoghi sono dolcemente meravigiosi

Rispondi

Lascia un commento