Home » Africa » Etiopia » A Lalibela canti e balli in processione per il Timkat

A Lalibela canti e balli in processione per il Timkat

Gondar Fasiladas Bath Timket
Vi abbiamo parlato già in un altro post della bellissima città etiope Lalibela, patrimonio Unesco, considerata la Gerusalemme d’Africa con le sue 11 chiese scavate nella roccia (qui per l’approfondimento). In pochi sanno che l’Epifania copta è una festa molto sentita nell’intero paese, che richiama per tre giorni migliaia di fedeli e turisti per commemorare il battesimo di Gesù nel fiume Giordano. Parliamo del Timkat.
A Lalibela, proprio in funzione del suo ruolo spirituale rispetto alle altre città d’Etiopia, questo festival è particolarmente suggestivo.
Durante la festa, vengono fatte uscire eccezionalmente dalle chiese le Talbot (copie delle tavole su cui sono riportate i Dieci Comandamenti) e condotte a un corso d’acqua per la benedizione.
I fedeli seguono in processione le Talbot (coperte da preziosi tessuti), partecipando alla cerimonia con balli e canti gioiosi.
Molti pellegrini restano tutta la notte in preghiera accanto alla tenda dove giacciono le Talbot e attendono la benedizione nel giorno a seguire. Il terzo giorno si celebra San Michele Arcangelo.
Diverse agenzie organizzano viaggi in questo periodo, potete affidarvi a una di queste oppure ispirarvi ai loro programmi, pianificando l’itinerario secondo le vostre esigenze: per esempio Kel 12 (kel12.com), e il Viaggiosauro (ilviaggiosauro.it).

POTREBBERO INTERESSARTI...

7 commenti

Ferengi in Addis 23 Marzo 2012 - 18:08

L’Etiopia è una terra fantastica, ricca di storia e di atmosfere incredibili. Io ci vivo e consiglio a tutti di visitare anche il sud: se volete provare ad immaginarvelo, ecco qualche foto
http://ferengiaddis.wordpress.com/2012/02/01/turmi-e-il-mercato-degli-hamer/

Rispondi
TuristadiMestiere 8 Gennaio 2012 - 20:16

@alessandro: ma che bello il tuo contributo!!! Anche a me è successo, in Tahilandia. Capita di incontrare persone che ti entrano nel cuore con una parola. Auguri in ritardissimo anche a te!!!!
@carmine: hai ragione. Un viaggio che unisce alla scoperta la spiritualità! Auguri!
@luisella: cara ciao!!! Sto leggendo solo ora i vostri commenti…auguri anche a te!
@soffio: ma grazie ^.^
@adri: con grave colpa…dovremmo tutti leggere di più. E viaggiare (possibilmente).

Rispondi
Adriano Maini 1 Gennaio 2012 - 19:19

Antica civiltà, poco nota dalle nostre parti!

Rispondi
Soffio 1 Gennaio 2012 - 11:02

Un commento collettivo di vari post tutti molto belli

Rispondi
amber433 30 Dicembre 2011 - 8:19

Ciao Monica,

Tanti cari auguri per un 2012 favoloso!

Un abbraccio
Luisella

Rispondi
Carmine Volpe 30 Dicembre 2011 - 8:10

è il periodo migliore per recarsi in Etiopia, ma soprattutto vivere un esperienza unica e molto impattante

Rispondi
Alessandro De Vecchi 29 Dicembre 2011 - 20:30

non sono stato in india , ma recentemente Ho conosciuto un “maestro Lama” venuto qui in Italia dall’India e dal Tibet e l’ho ascoltato incantato per ore, sorridendo pacificamente anche quando prima della traduzione (in inglese ed italiano), elargiva nella sua sconosciuta lingua tutta la sua saggezza. Mi sono sentito pervaso da un senso di limpida serenità ancora prima di capire cosa stesse dicendo, forse perché la voce, attraverso i suoi timbri caldi e le sue inflessioni, è in grado di superare qualunque ostacolo o torre di babele lessicale.

Ho scoperto cose di me che in oltre tre decenni non avevano ancora visto la luce, ma soprattutto mi sono lasciato travolgere dalla voglia di scoprire il prossimo, che fosse uno estraneo ( parola che man mano sto eliminando dal vocabolario del mio pensare ) o una persona più familiare.

buone feste!!! ^_^ a presto!!

Rispondi

Lascia un commento