Home » Italia » Campania » Inferno di Dante alle Grotte dell’Angelo

Inferno di Dante alle Grotte dell’Angelo

grotte dell angelo a pertosa

A 3000 metri sotto il massiccio carsico degli Alburni (siamo tra la Valle del Sele e del Tanagro, in Cilento, Campania) si trovano le bellissime Grotte dell’Angelo. Più precisamente, ci troviamo a Pertosa, in un sito forgiato dagli elementi naturali negli ultimi 35 milioni di anni.

Il primo tratto delle grotte di Pertosa è interamente invaso dalle acque del Negro (e quindi è percorribile solo in barca trainata a mano dalle guide). Poi si prosegue a piedi, addentrandosi in un percorso suggestivo dal punto di vista speleologico, naturalistico e archeologico tra imponenti stalattiti e stalagmiti, gallerie e cunicoli, fino ad arrivare alla spettacolare cascata.

La visita guidata dura 1 ora e vi regalerà un viaggio tra sale dai nomi suggestivi: sala del trono, delle spugne, del paradiso. Non mancano neppure la visita al Museo speleo-archeologico dall’eccezionale valore antropologico, al Museo del Suolo e una serie di laboratori estremamente interessanti per i ragazzi.

In questo eccezionale palcoscenico naturale, vengono allestiti spettacoli teatrali unici nel loro genere come lo è stato L’Inferno di Dante che ha coinvolto di volta in volta una trentina di spettatori accompagnati nelle grotte come se fossero stati  gironi dell’inferno. Il programma dello speleo-teatro è consultabile a questa pagina.

Info utili per la visita delle Grotte di Pertosa

Orari: da aprile ad agosto, apertura dalle 9 alle 19; a marzo, settembre e ottobre, apertura dalle 10 alle 18.30; a gennaio, febbraio, novembre e dicembre, apertura dalle 10 alle 16. Chiuso il lunedì dall’1 settembre al 31 marzo, a giugno e a luglio. In questa fase post COVID, gli orari e gli itinerari di visita sono stati modificati: consultate il sito ufficiale per avere aggiornamenti in tempo reale. Prezzi: 13€ intero/10€ ridotto. Si può prenotare la visita online e pagarla in loco. Il parcheggio è a pagamento (3€).

P.S. nelle grotte di Pertosa la temperatura, costante tutto l’anno, si assesta sui 15° quindi portate con voi una felpa, soprattutto d’estate per evitare che la forte escursione termica tra esterno e interno possa rendere spiacevole l’esperienza.

Come arrivare: l’uscita, sia per chi viene da nord che per chi viene da sud è Polla. L’uscita Petina è chiusa.

POTREBBERO INTERESSARTI...

3 commenti

bocchigliero oltre...... 18 Ottobre 2011 - 16:10

Ho visitato queste grotte e con questo post, un particolare mi rimase in mente, che adesso tu,quando vennero scoperte, una grossa compagnia petrolifera, uso lo sterco di pipistrello per farne concimi naturali, produrre combustibili vari e traendone un grosso guadano. In occasione del Natale allestivano il presepe e altre cose molto belle…. grazie di aver condiviso un ricordo.
Piero

Rispondi
TuristadiMestiere 18 Ottobre 2011 - 15:04

@bl4kcrow: siamo in due!!! 🙁

Rispondi
Bl4cKCrOw 18 Ottobre 2011 - 14:05

Quante cose non vedrò di questa vita… 😐

Rispondi

Lascia un commento