Home » Africa » Marocco » Capodanno con le carovane berbere in Marocco

Capodanno con le carovane berbere in Marocco

volubilis marocco fallo pietra

La Compagnia dei Cammini (di cui abbiamo già parlato) propone un interessantissimo viaggio “sostenibile” anche per Capodanno: un’escursione in Marocco, nella Valle del Draa da Zagora a Tagounite. Il viaggio, della durata di 12 giorni totali, prevede di costeggiare la Valle del fiume Draa, di raggiungere la “porta del deserto”, M’hamid el Gizlane e da lì di inoltrarsi, come le antiche carovane dirette a Timbuctou, alla Mer de sable.

I partecipanti vivranno un’esperienza eccezionale perché si muoveranno nel Sahara come dei veri nomadi dormendo in tenda, mangiando cibi tradizionali, spostandosi con i dromedari al seguito e festeggiando il Capodanno attorno al fuoco e sotto un meraviglioso cielo stellato. Se volete leggere le tappe previste dall’itinerario (comprensivo di visite alla Kasbah di Taourirt, patrimonio Unesco, di trekking nel deserto e visita a Marrakech), potete visitare la pagina dedicata a “Capodanno con le carovane berbere in Marocco”.

  • Partenza: 28 dicembre 2011
  • Ritorno: 8 gennaio 2012
  • Prezzi: 240€ quota organizzazione e assicurazione + 680€ circa per trasporti locali, hotel, ristoranti + volo

POTREBBERO INTERESSARTI...

5 commenti

TuristadiMestiere 30 Ottobre 2011 - 16:34

@giulia: a chi lo dici. Io sarei andata al 100%. Ma 12 giorni…chi ce li ha???
@in soffitta: veroooooooooooo!!!
@adri: a contatto con la gente del posto, con le loro usanze, i loro sapori…stupendo.
@exodus: non è che tu sia da meno!!!

Rispondi
Exodus 28 Ottobre 2011 - 17:15

Tu sei pazza. Ma no pazza così, ma pazza giusta!

Rispondi
Adriano Maini 25 Ottobre 2011 - 15:01

Un ritorno al turismo delle origini, direi. Conosco anche altre persone che organizzano cose similari.

Rispondi
In soffitta 25 Ottobre 2011 - 10:17

berberamente emozionante !
🙂
ro

Rispondi
GIULIA 25 Ottobre 2011 - 8:42

un’idea assolutamente originale, dovrebbe essere un’esperienza fantastica….peccato che 12 giorni siano troppi…uffff

Rispondi

Lascia un commento