Home » Italia » Sicilia » 1° Tour dei beni riportati alla legalità

1° Tour dei beni riportati alla legalità

alba
Addio Pizzo Tour Sicilia
Alba a Stromboli
foto di mariateresat.
 
Viaggiare in Sicilia con occhi diversi. Non solo mare, buon cibo, panorami mozzafiato. Ma anche in modo eticamente corretto. Dopo avervi parlato del progetto Addio Pizzo Tour, oggi vi proponiamo un appuntamento imperdibile, il 14 maggio ore 9,30: “1° Tour dei beni riportati alla legalità”.

Promotori di questo viaggio alla scoperta di siti confiscati alla mafia e convertiti alla legalità sono Don Francesco Fiorino e il vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero. Con tenacia e convinzione, hanno creato la Fondazione San Vito, un’associazione che ha come obiettivo la legalità in una regione, la Sicilia, dove nella maggior parte dei casi significa rifiuto netto della mafia, in ogni sua forma ed espressione. Il tour parte da Marsala dove un appartamento proprietà della mafia è diventato un centro di accoglienza intitolato a Nello D’Amico. Prosegue a Mazara con la confisca della villetta sulla spiaggia della Tonnarella, convertita in un altro centro sociale. E ancora il terreno di Campobello di Mazara, la tenuta di Castelvetrano e il ristorante “Al ciliegio”, tra le colline del Belice. 

POTREBBERO INTERESSARTI...

6 commenti

TuristadiMestiere 1 Maggio 2011 - 16:43

@adri: grazie Adriano, facciamo quello che possiamo per dare risalto a certe iniziative!

Rispondi
Adriano Maini 30 Aprile 2011 - 20:26

Esemplare situazione e esemplare, la tua, informazione!

Rispondi
TuristadiMestiere 30 Aprile 2011 - 17:38

@tizi: ogni volta che veniamo a conoscenza di progetti simili non esitiamo a pubblicarli! 🙂
@giacy: noi abbiamo scelto come bomboniera del matrimonio 3 vini scelti da tre progetti “equi”, tra cui un vino di “Libera Terra”. 🙂
@dony: cara, abbiamo il dovere di credere che si possano sconfiggere tutte le mafie. Da parte nostra, grandissima solidarietà al coraggio di chi lavora sul campo contro uno stile di vita, per dare l’esempio ai più giovani che si può (e si deve) vivere con ideali diversi.

Rispondi
dony 30 Aprile 2011 - 15:51

Faccio bene a credere che la giustizia finisca con il trionfare!E mi fa piacere leggere che esiste chi, coraggiosamente, si oppone all’omerta’ e fa di tutto per riabilitare una terra martoriata da lotte sanguinose…una terra così bella sporcata dalla cattiveria e dall’avidita’ di molti uomini…Buon weekend!Dony

Rispondi
giacy.nta 30 Aprile 2011 - 12:32

Mi capita di acquistare prodotti di aziende che coltivano terreni confiscati alla mafia. E’ un piacere farlo.Buon weekend, cara

Rispondi
tiziana 30 Aprile 2011 - 12:00

Questa iniziativa da modo di riflettere.

Rispondi

Lascia un commento