Home » Sudamerica » Colombia » Colombia, suggestiva visita alle rovine della Ciudad Perdida

Colombia, suggestiva visita alle rovine della Ciudad Perdida

Ciudad perdida Colombia
rovine della Ciudad Perdida in Colombia
foto di Threat to Democracy
In Colombia esiste un sito archeologico, conosciuto come la Ciudad Perdida, di grandissimo valore storico. Si ritiene che sia stata fondata nell’800 d.C., addirittura 650 anni prima del più famoso Machu Picchu. Gli indigeni Arhuaco, Kogui e Arsario vi si recavano spesso nelle loro escursioni e la conoscevano col nome di Teyuna. Poi, nel 1972, alcuni saccheggiatori di tesori intravidero delle scale in pietra che si arrampicavano sulla montagna. Salirono i circa 2000 gradini e si ritrovarono davanti una vera e propria città abbandonata.
Tre anni dopo, la vendita di articoli di antica manifattura indigena nel mercato nero costrinsero le autorità a dichiarare l’esistenza del sito.
rovine della Ciudad Perdida in Colombia
foto di Threat to Democracy
La città, sorgeva su una specie di piattaforma sulla cima di una collinetta nel folto del cosiddetto Enfierno Verde (l’odierno Tayrona National Park, nella Sierra Nevada de Santa Marta National Park) e rappresentava per i Tayrona una specie di osservatorio da cui scrutare il cielo. L’arrivo dei conquistadores spagnoli costrinse i Tayrona ad abbandonare il tratto di costa che abitavano e a trasferirsi definitivamente sul loro inaccessibile santuario. 
rovine della Ciudad Perdida in Colombia
foto di Sailing Nomad
Ciudad Perdida è raggiungibile da Santa Marta attraverso un’affascinante escursione a piedi nella foresta (con un primo tratto in fuoristrada). Non si tratta di un percorso facile: bisogna percorrere 52 km totali (tra andata e ritorno) e si devono affrontare quote che variano tra gli 800 e i 1300 metri, guadi e lunghi tratti nella foresta. Solo l’ascensione verso la città richiede circa un’ora di cammino: lo ricordiamo, si tratta di 2000 gradini realizzati dagli indigeni, spesso scivolosissimi a cause delle copiose piogge. Bisogna quindi mettere in conto 6 giorni per questo viaggio, di solito articolato così: 1° giorno 3 ore di cammino, 2° giorno 4 ore di cammino, 3° giorno 6 ore di cammino e arrivo nel sito, 4° giorno esplorazione della città, 5° giorno 8 ore di cammino sulla via del ritorno, 6° giorno 3 ore di cammino e ritorno nella civiltà. Ovviamente non è possibile avventurarsi da soli in questa escursione. Esistono agenzie che organizzano tour con guide esperte: Turcol, Sierra Tours, Magic Tours, Tour Pleyades.
La chicca: L’Unesco ha inserito nel patrimonio dell’Umanità questa Riserva per la straordinaria unicità della sua biosfera.

POTREBBERO INTERESSARTI...

13 commenti

Venusintheworld 7 Febbraio 2012 - 11:31

wow è un luogo cosi puro e intatto! mamma mia quanto c’è da camminare!!

Rispondi
TuristadiMestiere 4 Marzo 2011 - 21:53

@gaia: ma grazie, il tuo commento mi era proprio sfuggito! Per farmi perdonare vengo subito da te! 😀

Rispondi
Gaia 1 Marzo 2011 - 18:56

Questo blog è fantastico!!!!:D sembra di viaggiare insieme a te!!! poi certe foto sono stupende!!! complimenti!!;)

http://itsjustanotherpicture.blogspot.com/

Rispondi
TuristadiMestiere 28 Febbraio 2011 - 12:09

@michela: ciao, benvenuta e grazie per i complimenti! Molte foto le ho scattate io, altre sono scelte accuratamente dagli album di generosissimi viaggiatori che le hanno messe a disposizione per gli altri utenti. P.S. non c’è nessun link che rinvia a un tuo blog, altrimenti avrei ricambiato volentieri la visita!

Rispondi
Michela 28 Febbraio 2011 - 12:04

Che meraviglia!
Sto facendo il giro tra le tue foto, hai una pagina strepitosa!

Rispondi
TuristadiMestiere 27 Febbraio 2011 - 20:08

@robydick: è un viaggio molto suggestivo (e anche una sfida con noi stessi!!!)
@tomaso: speriamo di continuare a sorprenderti, caro Tomaso!!!
@dolciacque: ciao Katya, il posto è così bello che le foto non potevano essere da meno!!!
@bocchigliero: allora siamo in due a essere “oltre”! 😀
@vele: che bella cosa ha fatto la tua amica!!! Abbiamo scritto anche un altro post sulla Colombia, a proposito della zona cafetera, se ti interessa!
@adriano: splendido davvero!
@costantino: infatti di Colombia si parla sempre per eventi drammatici e invece è una terra bellissima!!!

Rispondi
Costantino 27 Febbraio 2011 - 19:24

Una scoperta per me! Peccato chemolti fattori,anche politici,impediscano la giusta valorizzazione.Proprio per questo il tuo post è unatestimonianza preziosa.

Rispondi
Adriano Maini 27 Febbraio 2011 - 18:37

Formidabile sito!

Rispondi
Vele Ivy 27 Febbraio 2011 - 16:02

Interessante, curioso, sia dal punto di vista storico che per quanto riguarda la natura incontaminata. Una mia amica è stata da poco in Colombia per adottare due bambini, leggo sempre con interesse notizie su questa nazione 🙂

Rispondi
bocchigliero oltre...... 27 Febbraio 2011 - 12:01

Grazie, e complimenti per il taglio del tuo blog…. sei una persona che và Oltre
a presto

Rispondi
DOLCI ACQUE DI TERRE BIANCHE 27 Febbraio 2011 - 11:56

che splendide foto
rimango sempre a bocca aperta
una fortuna chi riesce a visitare posti cosi’ suggestivi
buona domenica
katya

Rispondi
Tomaso 27 Febbraio 2011 - 8:10

Grazie che ci fai conoscere cose che proprio ignoravo. Buona domenica cara amica.Tomaso

Rispondi
robydick 27 Febbraio 2011 - 7:26

beato chi può. dev’essere un posto d’un suggestivo incredibile.

Rispondi

Lascia un commento