Home » Diari di Viaggio » Diario di viaggio: Trogir da sogno

Diario di viaggio: Trogir da sogno

Trogir Croazia

1 agosto ore 11.00: Partenza da Ancona per Split (Spalato), Croazia. Imbarco sul traghetto della linea Jadrolinija con la macchina e la consapevolezza che, per risparmiare sul biglietto, dovremo sorbirci 9 ore di mare (abbiamo preferito la noia del lungo viaggio in traghetto all’on the road in pieno agosto tra migliaia di altre macchine in partenza)!

Vacanze in Croazia: Trogir

Arriviamo alle 20 e attendiamo che ci controllino i documenti prima di toccare terra! Cerchiamo di comunicare con le prime persone che incrociamo per chiedere quale sia la direzione per Trogir (in italiano Traù): sappiamo solo che dista una trentina di chilometri da Spalato ma non sappiamo quale strada imboccare tra quelle che partono dal porto.

Purtroppo è una vera peripezia avere le informazioni che ci servono perché a quest’ora troviamo persone che non conoscono bene l’inglese e dobbiamo ricorrere a carta, penna e disegnini elementari. In barba alle più funeste previsioni, riusciamo a intenderci con una ragazza che vende biglietti in un gabbiotto e otteniamo la “dritta” che ci serve.

 

Passeggiata a Trogir in Croazia

Trogir di notte [photo credit Mario Fajt]

 

Trogir

Arriviamo a Trogir (un gioiellino di città situato su di un’isola collegata alla costa dalmata per mezzo di un ponte, a sua volta collegato da un altro ponte all’isola di Ciovo) e corriamo in agenzia per ritirare le chiavi della casa che abbiamo affittato dall’Italia.

Un’amara sorpresa ci attende appena arrivati. La splendida casa vista sul catalogo non è disponibile a causa di un “tubo rotto” che l‘ha resa inagibile (guarda un po’ che coincidenza!).

Inizio ad agitarmi fiutando la fregatura dell’ultimo minuto ma attendo di vedere la nuova sistemazione prima di aggredire il malcapitato dipendente dell’agenzia croata. Credo infatti che stia sudando non per il caldo opprimente ma per la mia faccia infuriata.

L’agenzia di Roma ci ha chiesto una bella cifra per l’affitto della villa giustificandola col fatto che i prezzi (più bassi) che girano su internet riguardano case arredate con il minimo indispensabile (letto, fornelletto, specchio in bagno e stop). Se volevamo evitare brutte sorprese, dovevamo spendere qualcosina in più.

Appena il tizio tutto sudato apre la porta, tiro un sospiro di sollievo! La casa è grande, ottimamente disposta, le camere da letto sono due come da richiesta, il bagno è perfettamente funzionante e moderno e, come promesso dall’agenzia, è arredata nei minimi dettagli. Se volessimo cucinare qualcosa stasera stessa, non ci mancherebbe nulla, dalle pentole alle tovaglie ai piatti.

Sorrido per la prima volta da quando ho messo piede a Trogir e inizio ufficialmente la mia vacanza in Croazia!

Mentre siamo seduti sotto il pergolato a prendere un po’ di fresco, facciamo amicizia con il proprietario della villa che abita nel piano sottostante. E’ simpatico e affabile nonostante sia in là con gli anni. Parla il tedesco e il croato ma si sforza di comunicare con noi, mettendo insieme parole italiane e inglesi.

Entriamo subito in confidenza e ci confessa che se avessimo affittato casa direttamente da lui, avremmo pagato in totale 400 euro per l’intera settimana (bene bene, farò due chiacchiere con l’agenzia romana che me ne ha chiesti 800 per 5 giorni).

Pianifichiamo le visite che, costi quel che costi, non possiamo perdere: il Parco Nazionale del Krka, un’escursione in barca della costa, Trogir, Sibenik e Primosten.

Krka-National-Park-Croatia

Krka National Park Croazia [photo credit Jürgen Mangelsdorf]

Cosa Vedere in Croazia

Il nostro primo obiettivo è il Parco del Krka (dal nome dell’omonimo fiume). Ci siamo messi in macchina (direzione Zara) e superata la città di Sibenik, abbiamo seguito le indicazioni per il Parco (a una ventina di km).

Ci avevano detto che sarebbe stato molto suggestivo raggiungerlo in barca e non ce lo siamo fatti ripetere due volte quindi abbiamo raggiunto l’ingresso vicino alla cittadina di Skradin e siamo saliti a bordo di una imbarcazione a motore (le barche partono ogni ora piena e tornano ogni e mezza. Prezzo 10kn a persona, poco più di 1€). Questa navigazione, che dura una ventina di minuti circa, vi conduce nella parte meridionale del parco, la più bella.

Il Parco del Krka

Con soli 5 minuti a piedi si arriva alla strepitosa cascata di Skradinski Buk, lunga ben 800 metri con 17 salti! Lo scrosciare dell’acqua in alcuni punti è davvero assordante! L’acqua ha modellato le rocce, giocando con le forme che ha trovato, stagnando, scorrendo, zampillando, saltando e precipitando. Incredibile!

Tutto intorno c’è una fitta vegetazione che fa risaltare ancora di più l’acqua cristallina. Si può fare il bagno nelle piscine naturali delimitate da boe che non dovrebbero essere oltrepassate per esser certi di non finire in punti pericolosi (quelli vicini alle cascate).

Molti ragazzi imprudenti, ignorando i segnali di pericolo, fanno il bagno in zone sconsigliabili, con tanto di tuffi! Noi ci siamo limitati a fare il bagno in una piscina naturale dove c’erano tantissime famiglie. La cosa più spericolata che abbiamo fatto è stata cercare delle mini-cascate sotto le quali trovare un po’ di refrigerio visto che l’acqua corrente è più fresca di quella stagnante delle pozze.

Da vedere all’interno del Parco del Krka

E’ possibile addentrarsi nel bosco circostante seguendo i sentieri e i ponticelli lungo il fiume o estendere la visita ad altre porzioni del parco visitando il Monastero di Krka che si erge su di un lago formatosi in una grande conca, il lago Visovac con il Monastero di Samostan Visovac e la Gola di Medu Gredama (è previsto un pagamento extra).

Noi, avendo solo 5 giorni a disposizione, non abbiamo potuto fare altro che dedicare un solo giorno al parco ripromettendoci di tornare presto!

Aperto tutto l’anno. I prezzi variano in base alla stagione.

LISTINO 2019: Gennaio, Febbraio, Novembre e Dicembre: 30kn adulti (circa 4€), 20kn ragazzi dai 7 ai 18 anni (circa 2,50€). Marzo, Aprile, Maggio e Ottobre: 90kn adulti (circa 12€), 70kn ragazzi dai 7 ai 18 anni (circa 9€). Giugno, Luglio, Agosto e Settembre: 110kn adulti (14,50€), 80kn ragazzi dai 7 ai 18 anni (10,50€). I bambini fino a 7 anni entrano gratuitamente. Ulteriori info: https://www.np-krka.hr/stranice/for-visitors/13/en.html .

CONSIGLIO: indossate il costume e ovviamente scarpe da roccia per camminare in sicurezza nel fiume. Portate con voi crema solare, un telo da bagno e un cappellino per il sole (anche se troverete aree all’ombra). Se pianificate una sosta nel monastero, abbiate l’accortezza di vestirvi in maniera adeguata al luogo di culto. 

 

Krka-National-Park-Croatia

Passerelle nel parco [photo credit annaspies]

 

La città medievale di Sibenik

Abbiamo dedicato un pomeriggio poco assolato a Sibenik e la scelta si è rivelata ottima perché è stato piacevole visitare la città senza l’afa dei giorni precedenti. I tetti rossi, le stradine bianche interamente lastricate e quel mare blu, la rendono davvero un incantevole cittadina medievale incastonata tra il Parco di Krka e il meraviglioso arcipelago delle Kornati. Consigliamo di vedere l’enorme Cattedrale di San Giacomo, dichiarata patrimonio Unesco nel 2000 e la Fortezza di San Michele

 

Sibenik Croazia

Sibenik [photo credit Mario Fajt]

Piazza di Sibenik in Croazia

Sibenik [photo credit Mario Fajt]

 

Primosten

A Primosten (delizioso paesino su di un promontorio dalla simpatica forma di pesce) abbiamo invece dedicato un’intera giornata. L’intento iniziale era fare una passeggiata sul lungomare per dare un’occhiata ai negozietti, mangiare un’insalata e poi trovare un angolino dove prendere il sole.

Purtroppo la varietà di botteghe artigianali, la qualità della merce esposta, i colori e i prezzi accattivanti ci hanno fatto perdere più tempo del previsto. La lunga passeggiata ha ulteriormente stimolato la fame e non ci siamo limitati a una leggera insalatina!

L’atmosfera era semplicemente incantevole. Un locale affacciato sul mare, delizioso, con tavoli, sedie, cuscini e ombrelloni declinati nei toni del blu, con tante fioriere intorno e un’ottima cucina: non si poteva chiedere di meglio!

Ovviamente alle 16, quando abbiamo deciso di metterci in costume, gran parte degli “angolini” era occupata e non ci è rimasto che la sosta in un punto abbastanza scosceso dove si stava più comodi seduti che sdraiati…

Se siete in zona, assicuratevi di trascorrere qualche ora in quella che è considerata una delle più belle spiagge della Croazia: Mala Raduča!

 

Primosten Croazia

Primosten e la simpatica forma di pesce [photo credit hotelzora]

la spiaggia ed il mare a primosten

Il mare di Primosten [photo credit hotelzora]

 

Escursioni in Barca in Croazia

In un viaggio in Croazia non può mancare l’escursione in barca. Ovunque volgiate lo sguardo, in qualunque paesino della costa dalmata, troverete agenzie che vendono decine di pacchetti differenti ma il capitano che ci ha convinti a partire con lui ha letteralmente sbaragliato la concorrenza: ci ha venduto l’uscita in barca direttamente in villa!

Complice l’amicizia col proprietario, ha bussato alla nostra porta e ci ha illustrato l’escursione con un book fotografico ricco di foto delle grigliate a bordo, del mare cristallino, delle calette.

Purtroppo non siamo stati molto fortunati con il tempo (è stato quasi sempre velato), ma gli scorci che si riescono a vedere direttamente dal mare hanno un fascino tutto diverso! Ottima grigliata di pesce e di carne (per tutti i palati, insomma!), vino locale e tante risate! 

Cosa da vedere a Trogir

Nel soggiorno a Trogir non perdetevi la città in sé con i suoi vicoli, le piazzette, i negozietti e, soprattutto, il mercatino di frutta e verdura.

Un luogo colorato, pieno di profumi e frequentatissimo anche dai turisti che spesso scelgono l’appartamento come soluzione alloggiativa e fare la spesa diventa un momento persino divertente!

 

Mercatino a Trogir Croazia

Il mercatino di Trogir [photo credit Javier G.Valdivia]

Dove Mangiare a Trogir

Dove mangiare: avendo a disposizione una porzione di villa, abbiamo spesso cenato a casa però una sera ci siamo concessi un ristorante, per giunta italiano!

Di solito preferiamo mangiare in locali con cucina locale ma l’ottima reputazione di “Fontana” ci ha davvero tentati! Quando abbiamo visto i tavoli all’aperto nella piazza principale, non abbiamo voluto lasciarci scappare una bella mangiata: si paga qualcosina in più rispetto ad altri posti, ma il risotto al nero di seppia la merita tutta!

POTREBBERO INTERESSARTI...

5 commenti

gabriella 29 Settembre 2017 - 19:33

Grazie Monica , il tuo blog mi è stato prezioso , dato che mi sto trasferendo lì..e la scelta non è stata facile ,circa come un parto…..:-))…il tuo quadro descrittivo….perfetto….incantevole il mercato della frutta…una gioia per gli occhi….

Rispondi
Monica Nardella 9 Novembre 2017 - 15:24

Ma grazie… che bello leggere questo commento!!! Mi fai sapere come ti stai trovando?

Rispondi
Anonymous 26 Luglio 2013 - 5:29

800 euro in Croazia è un mese e mezzo di stipendio, vi hanno imbrogliati per bene in agenzia ……160 euro al giorno è un furto ! Trattando con il proprietario la settimana la portavate via a 300 fidatevi.

Rispondi
Monica Nardella 26 Luglio 2013 - 8:54

Ciao! E infatti lo abbiamo scritto: una bella fregatura dell’agenzia… Da allora abbiamo sempre prenotato individualmente!

Rispondi
ziamame 28 Dicembre 2010 - 20:21

Uh, mi fai venire una nostalgia…

Rispondi

Lascia un commento